Le fiabe della buona notte

Le favole della buona notte sono uno dei rituali che si ripetono ogni sera, insieme al pupazzo

di peluche e al ciuccio.

La sera, prima della nanna, la presenza e l’attenzione dei genitori è molto richiesta e essenziale per il bambino che vuole essere rassicurato; un momento particolare in cui il piccolo sente la necessità di essere coccolato dalle parole dei genitori, allora cosa c’è di meglio di una bella favola raccontata dalla mamma o dal papa’? Ecco che ritornano in mente le favole “antiche”, quella di Pinocchio, di Cappuccetto Rosso, di Alice nel paese delle meraviglie!

5° Notte : Pinocchio e il Grillo parlante
Pinocchio e il Grillo parlante: le favole della buona notte

Vi potrà capitare che vostro figlio vi chieda, sera dopo sera, di raccontargli sempre la stessa favola, ma questo non vi dovrà meravigliare, con frasi dette e ridette, con toni di voce particolari che lo fanno ridere.

E’ importantissimo per il vostro bimbo questo modo di ascoltare sempre le cose dette nella stessa maniera, guai a saltarle o a modificarle, perchè fanno parte del rituale.

3° notte: mano nella mano con Cappuccetto Rosso
Cappuccetto Rosso

Mi ricordo quando era piccina mia figlia, tre anni circa, la sera voleva che le raccontassi la favola di Cappuccetto Rosso. Ogni sera la solita storia, una noia infinita per me che, stufa di ripetere sempre le stesse cose, con esclamazioni e cambi di voce, decisi di cambiare qualche cosa.

Preoccupata per quella povera nonna, che ogni sera veniva divorata da quel cattivone del lupo, decisi di far finire la favola in modo diverso; feci diventare amici la nonna e il lupo, che insieme si divorarono la bella torta, portata in dono dalla nipotina. Nell’udire queste mie parole mia figlia si alzò in piedi sul letto e incominciò a dire: “no, no mamma, non è così la storia, adesso te la racconto io”; a quel punto le si era passato il sonno e continuò a parlare fino a non poterne più. Da quella sera decisi di non cambiare più neppure una virgola delle favole della buona notte.

2° Notte: con Biancaneve e i sette nani
Biancaneve e i sette nani: le favole della buona notte

Ci potremmo chiedere: il raccontare di orchi cattivi, del lupo che mangia la nonna di Cappuccetto Rosso, o di streghe, potrebbe turbare il sonno dei nostri piccoli?

Gli esperti ci rassicurano del fatto che queste storie, e questi personaggi possono incutere timore nei bambini, ma sicuramente non potranno mai essere la causa di incubi notturni, perchè a raccontarli o a leggere le storie sono sempre persone rassicuranti e protettive, i genitori o i nonni.

Inoltre tutte le favole della buona notte sono a lieto fine, arriva sempre un personaggio ad aggiustare tutte le cose e a portare una soluzione piacevole e serena; spesso sono fate buone, un bel principe azzurro, o un cacciatore come nel caso di Cappuccetto Rosso.

E’ molto importane però non usare mai i personaggi cattivi delle favole per minacciare il bambino quando merita punizioni, così facendo perdereste la fiducia che ripone in voi e non vi crederà più.

Per avere un esempio di come possono reagire i bambini alle favole leggete

“Il Diario dei sogni di Dèsirèè“,

qui ho descritto L’interrompersi del racconto di ogni sera, da parte della mamma, della favola della buona notte, e l’inizio del sogno della bambina che si addormenta; immersa nel mondo delle favole continua a sognare a suo modo il seguito della favola che, al mattino seguente, racconta festosa alla sua mamma.

Potete trovare “Donna è” sui SOCIAL

Facebook: Gruppo “Tante storie da raccontare”

Prodotti per bambini: quali e perchè.

Le pappe per iniziare lo svezzamento.

Giusta alimentazione per crescere bene.

Le pappe dello svezzamento

Community “Paese che vai”

Community “Le sveglie”

Bella di Natura ISTAGRAM

/ 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Le fiabe della buona notte”

  1. Ho letto anche quel Diario che mi hai consigliato di leggere, è molto carini, semplicissimo; mi piace! e grazie mille per i tuoi consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.