Se i genitori sono un esempio anche le mamme sanno essere delle bulle

Se i genitori sono un esempio anche le mamme sanno essere delle bulle.

Quale genitore oggi come oggi non si preoccupa del bullismo nelle scuole?

Del bullismo se ne parla da poco, ma in realtà esiste da sempre. Esiste da cosi tanto che noi stessi molte volte ci comportiamo proprio da bulli senza nemmeno rendercene conto.

Certi atteggiamenti e modi di fare sono cosi radicati in noi che li attuiamo in automatico senza renderci conto di essere proprio quei bulli che tanto vorremmo fuori dalla nostra vita e sopratutto lontano dai nostri figli.

Spesso, anzi troppo spesso sono le mamme stesse le prima a dare esempi di comportamenti sbagliati, al limite del bullismo e della discriminazione.

Le vedi le mamme davanti alle scuole. Raggruppate in gruppetti a parlottare, sparlare. Guardare male le altre e criticare.

E le vedi le mamme che invece se ne stanno in disparte da sole. E non perché siano asociali, ma perché in quei gruppi nessuno le vuole.

E facile andare d’accordo con chi la pensa come noi. Con chi magari è cresciuto nel nostro stesso paese, con i nostri stessi punti di vista. Con chi non ci contraddice mai e ci da sempre ragione anche quando abbiamo torto marcio.

E difficile ascoltare un punto di vista diverso, e accettare che quelle che sono state sempre le nostre certezze magari non sono in realtà così giuste.

Che ciò che si è sempre fatto non sia sia giusto solo perché “abbiamo sempre fatto coi chi sei tu per dire il contrario“.

Escludere, è bullismo.

Discriminare senza conoscere è bullismo.

Creare chat segrete solo per deridere una persona è bullismo.

Non salutare una persona per principio perché un’altra persona te ne ha parlato male è bullismo.

E questi cattivi esempi tante, troppe mamme li danno ai propri figli quotidianamente.

Poi ci chiediamo perché i nostri figli si comportino da bulli?

Perché noi in primis discriminiamo.

Perché noi in primis prendiamo in giro.

Perché noi in primis siamo un pessimo esempio.

 

E ricordate sempre che quelle escluse se oggi sono le altre, un domani potreste essere voi. O peggio i vostri figli.

Non ci libereremo mai del bullismo se non impareremo noi adulti per primi ad essere persone migliori.

Oggi no. Domani forse.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica