I bambini hanno il sacrosanto diritto di annoiarsi

I bambini hanno il sacrosanto diritto di annoiarsi.

I bambini di oggi sono lo specchio degli adulti e della società odierna.

Sono sempre di corsa, sempre di fretta.

Passano ore e ore a scuola e appena finito ogni giorno o quasi hanno un’attività nuova.

Anche i week end sono sempre impegnati, tra partite, e impegni vari.

I bambini di oggi hanno perso il sacrosanto diritto di annoiarsi.

Di fermarsi e respirare con calma.

Il tempo di perdersi a guardare l’orizzonte, o un bruco che cammina in giardino in tutta la sua semplice lentezza.

Hanno perso il diritto di respirare con calma.

Noi adulti passiamo la vota a correre e inevitabilmente lo facciamo fare anche a loro credendo, erroneamente di fare il loro bene.

Che lo sport fa bene e si sa quindi ci sono bambini che fanno anche 2 o e 3 sport.

Che l’inglese bisogna studiarlo e quindi oltre allo sport bisogna fare un corso di inglese extra

Poi magari il catechismo.

Oppure le lezioni di canto e musica, perché il talento va curato fin da piccoli.

Fanno, devono fare e imparare. Forse troppo.

Forse dovremmo renderci conto che i bambini hanno il diritto di fare ed essere solo dei bambini.

Di tornare a casa dopo la scuola e giocare con pupazzo.

Di fare merenda con noi, seduti al tavolo mentre ci raccontano la loro giornata a scuola.

Hanno diritto di fare un bagnetto caldo con calma, e se sono stanchi di riposare ed andare a letto presto.

Hanno diritto di perdersi nel guardare un uccellino volare.

Di passeggiare ma con lentezza.

Di sentire il suono delle cicale e si sorridere alle formiche.

I bambini hanno diritto al riposo.

I bambini devono anche imparare ad annoiarsi.

Perché non sono robot. Sono i bambini.

E non farete certo di loro delle persone di successo solo perché da piccoli li avete impegnati in mille mila attività.

I bambini hanno il sacrosanto diritto di essere bambini.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica