Crea sito

Tag: fratellino

Emotività post gravidanza

Emotività post gravidanza

Con l’instaurarsi della gravidanza, insieme alle beta, alle nausee e ai giramenti di testa arriva anche lei : L’EMOTIVITA.

L’Emotività in gravidanza è sempre accompagnata dai relativi cambi di umore. Roba stai ridendo felice e un secondo dopo vedi una pubblicità e inizi a piangere a dirotto.

Lettera al mio secondo figlio

Lettera al mio secondo figlio

Caro mio piccolo Sempreallegro, sei stato desiderato tanto, e non solo per il desiderio di un figlio, ma anche per donare a tua sorella una persona con cui condividere un parallelo percorso di vita.

Sei un dono speciale, perchè sei stato concepito pochi giorni dopo che il mio nonno è salito al cielo. Sei un suo regalo, ne ho la certezza.

Terrible two capitolo tre: mia figlia è oppositiva

Terrible two capitolo tre: mia figlia è oppositiva

Terrible two capitolo tre: mia figlia è oppositiva.

Vi ho già parlato dei terrible two( Qui) e vi ho dato qualche suggerimento per superare i momenti di crisi (Qui).

Oggi voglio fare qualche considerazione su questa fase e su mia figlia, o più in generale, sui bambini che hanno un periodo di terrible two che inizia verso i 15 mesi e finisce verso i 25 anni.

Quando nostro figlio fa delle scenate, noi genitori tendiamo a dare la colpa ai capricci, e magari GLI ALTRI, ci fanno sentire in colpa affermando che se i nostri figli sono cosi è colpa nostra, che li abbiamo viziati, che non siamo stati in grado di dare delle regole, insomma praticamente ci danno pure dei genitori di merda!

Io ormai sono due anni pieni che subisco questa gogna pubblica, questo processo continuo e onestamente sono stanca di darmi delle colpe che non ho.

A parte la fisiologica fase dei capricci, mia figlia è fatta così. Ha un carattere forte, fortissimo e lo dimostra opponendosi a tutto ciò che le viene proposto. In altre parole, mia figlia è oppositiva.

Le offri il cioccolato? Ti dirà di no perchè gliel’hai offerto tu, poi dopo dieci  minuti verrà a chiedertelo,dato che gliel’hai fatto venire in mente.

Le proponi di andare da Babbo Natale? Ti dirà di no perchè l’hai proposto tu. Poi se ce la porti lo stesso appena arriverà sarà la bambina più felice del mondo.

mia figlia è oppositiva

Le consigli di colorare col colore arancione? Lei dirà di no e sceglierà il grigio anche se in fondo avrebbe voluto usare l’arancione.

E più cresce più diventa oppositiva.

Cosa fare in questi casi? A parte farvi il segno della croce perchè un carattere cosi in età adolescenziale vi farà finire direttamente al manicomio, cercate di smussare il più possibile questo lato del loro carattere.

Come vi ho già spiegato davanti a un rifiuto netto : MAI PERDERE LA CALMA.

Valutate la situazione. Se si tratta di una cosa che li può mettere in pericolo usate le maniere forti. Ad esempio se si è messa in testa di camminare sul bordo della strada senza tenermi per mano, la mano gliela tengo eccome, contro la sua volontà ovvio.

Invece se si tratta di una cosa banale, che può aspettare o comunque non è pericolosa la lascio li, a rimuginare sul suo no e aspetto che venga LEI da me. Questo per farle capire che quello che propone la mamma si può accettare, anche se non nell’immediato.

Fatto sta che qualsiasi cosa io le proponga l’unica risposta universale che ottengo da lei è NO.

E’ colpa mia che sono una cattiva madre? Non credo perchè ho un altro figlio che è l’esatto opposto, non a caso lo chiamo Sempreallegro.

Mia figlia invece è fatta così. Crescendo cambierà, magari diventerà meno oppositiva.

Ogni figlio è una persona indipendente col suo carattere. Come mamma la posso accompagnare e guidare nella crescita ma non posso cambiare il suo modo di essere, la sua personalità, che è quello che la rende così tanto Tempestina.

Ogni bambino ha il suo carattere, il suo modo di essere e avrà una sua evoluzione personale.

Ed ecco qui come il non marito prende in giro una figlia oppositiva:

 

Continua a seguirmi su Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Il corpo dopo il parto

Il corpo dopo il parto

Durante la gravidanza il corpo cambia, completamente. La pancia cresce, i lineamenti del viso si addolciscono, i capelli sono più folti e lucidi. La gravidanza ti fa bella, è vero, le mamme hanno una luce speciale negli occhi che le rende bellissime.

Come faremmo senza i papà?

Come faremmo senza i papà?

Come faremmo senza i papà?

Io onestamente sarei persa. Quando la sera lo vedo arrivare e varcare la soglia della porta è meglio di una qualsivoglia apparizione divina. E’ arrivato, LUI è a casa, questo per me significa poter andare al bagno, DA SOLA, fare la doccia, DA SOLA , sistemare la cucina senza un figlio attaccato alla gamba, insomma poter fare tutte le cose che durante la giornata puntualmente rimando.

1 anno da sorella maggiore, lettera alla mia primogenita

1 anno da sorella maggiore, lettera alla mia primogenita

1 anno da sorella maggiore.

Cara mia piccola Tempestina abbiamo da pochi giorni festeggiato il primo anno di vita del tuo fratellino, e il tuo primo anno da sorella maggiore.

Amore mio, lo so, per te è stato un anno difficile. Da un giorno all’altro è cambiato tutto il tuo piccolo mondo, lui è arrivato e ha sconvolto la tua piccola routine.

Torta
Torta

Avevo fatto del mio meglio per prepararti alla sua nascita, e infatti quando è nato tu sei arrivata tutta sorridente mano nella mano con papà, e gli hai detto:”Benvenuto fratellino!”, poi però quando hai capito che quella sera la mamma non sarebbe venuta a casa con te ti sei resa conto che qualcosa era irrimediabilmente già cambiato.

I primi giorni lo guardavi con affetto e curiosità, lui cosi piccolo e impotente, giocavi a fare la dottoressa e avresti tanto voluto che lui partecipasse attivamente al gioco con te, ma essendo un neonato non poteva farlo.

Poi quella mattina sei arrivata con papà e siamo tornati a casa tutti insieme, e li davvero hai capito che era cambiato tutto. Quel piccolo esserino calamitava le attenzioni della mamma togliendone a te e per quanto facessi del mi meglio per far si che non ti sentissi trascurata, io lo so, per un pò ti ci sei sentita.

Improvvisamente agli occhi di mamma e papà sembravi grande, ma invece eri e sei piccola anche tu.

Abbiamo iniziato a pretendere da te che ti comportassi da grande, e qui abbiamo sbagliato perchè tu grande non sei e hai manifestato il tuo disagio facendo tutti i dispetti possibili al fratellino fino ad arrivare a gridarmi  di riportarlo all’ospedale, in quel posto da cui tutto era iniziato, nel posto in cui sei diventata sorella maggiore.

Mia piccola ricciolina, come spiegarti che l’amore di mamma per te era ed è immutato?

Come spiegarti che, anche se il fratellino ha rubato tempo per noi due, il mio cuore batte solo per voi?

Come spiegarti che l’amore non si divide ma si moltiplica?

fratelli-960x1280Sapessi quante volte ho creduto di aver sbagliato a darti un fratellino cosi presto, quante volte mi sono sentita in colpa nei tuoi confronti per una sgridata di troppo data dalla stanchezza e rivolta a te solo perchè ti vedo grande.

Come posso farti capire che tu sei e sarai sempre la mia prima volta, la mia prima gravidanza, il mio primo allattamento, i miei primi pannolini, i miei primi passi nel mondo della maternità? Come potrò mai spiegarti che tu e solo tu mi hai fatto conoscere un amore che non si può spiegare a parole?

Sei tu che mi hai chiamato per la prima volta mamma. Solo tu.

Ora a un anno di distanza va tutto meglio, il fratellino  fa parte della famiglia anche dal tuo punto di vista, nonostante ancora ogni tanto, tenti di eliminarlo. Vedo che lo cerchi e da brava sorella maggiore lo prendi per mano.

Quei pochi momenti in cui vi vedo felici insieme, condividere un gioco, darvi un abbraccio, dividervi la merenda sono per me linfa vitale e mi ripagano di tutte le fatiche di quest’ultimo anno.

Sei una brava sorella maggiore, il tuo fratellino non ne vorrebbe un’altra e io sono tanto orgogliosa di te.

La tua mamma

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguormi sulla mia pagina Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica