Come faremmo senza i papà?

Come faremmo senza i papà?

Io onestamente sarei persa. Quando la sera lo vedo arrivare e varcare la soglia della porta è meglio di una qualsivoglia apparizione divina. E’ arrivato, LUI è a casa, questo per me significa poter andare al bagno, DA SOLA, fare la doccia, DA SOLA , sistemare la cucina senza un figlio attaccato alla gamba, insomma poter fare tutte le cose che durante la giornata puntualmente rimando.

Siate affamati siate folli. Siate curiosi. Siate ciò che desiderate essere.

L’insegnamento più importante.

Tempestina ha 3 anni ed è nel pieno della fase in cui imita tutto quello che fanno gli altri, se gli altri piangono piange, se ridono ride, se si buttano nel fosso lei salta nel fosso. Non c’è cosa che mi dia più fastidio. Il peggior capriccio non mi indispone tanto come questo atteggiamento.

Quello che le mamme non dicono

Sarà il caldo, che rende ogni piccolo gesto più faticoso, sarà che tra poco più di un mese dovrò rientrare a lavoro  ( e mi chiedo come farò a far combaciare tutto con le mie sole forze), sarà che ultimamente Sempreallegro passa notti agitate e  dorme poco e male, ma io mi sento più stanca del solito e arrivo a sera che la stanchezza diventa nervosismo e insofferenza.

Un figlio ti cambia la vita, un figlio cambia TUTTO. Cambia le priorità,le prospettive e i desideri.