Crea sito

Ma veramente pensate che il problema principale siano le scuole?

Scuole: aperte o chiuse?
Scuole: aperte o chiuse?

Scuole: aperte o chiuse?

Sono stanca di sentire gente che dà la colpa alle scuole per l’aumento dei contagi. Gente che afferma che si dovrebbero chiudere le scuole in tutta Italia. Gente che ritiene che le scuole siano un’inutile fonte di contagio.

BASTA!

Con tutte le regole e restrizioni che devono subire quest’anno i bambini a scuola, veramente continuate a pensare che sia la scuola il problema?

Veramente non vi rendete conto che il problema principale è ciò che avviene fuori dalle scuole?

A scuola i bambini devono portare la mascherina. Non possono avvicinarsi agli altri bambini. Praticamente devono stare tutto il tempo seduti al banco. Non possono prestarsi nemmeno una matita. Non possono alzarsi o giocare insieme nemmeno a ricreazione. Se si avvicinano troppo o parlano con un compagno senza aver alzato la mascherina vengono subito sgridati. Le maestre indossano sempre la mascherina. Ci sono maestre che non toccano i quaderni. E se devono correggere qualcosa, lo fanno da lontano. Anche i giudizi vengono scritti dai bambini sotto dettatura. Se fanno un compito in classe, la maestra mette i fogli in quarantena prima di toccarli per correggerli.

I bambini devono avere la mascherina e portarne un paio di riserva nello zaino. Ogni bambino deve avere il suo gel disinfettante (oltre al fatto che in ogni classe c’è-il gel per le mani). Ogni bambino deve avere nello zaino fazzoletti, carta igienica e carta casa (per andare in bagno, perché non si possono utilizzare rotoli di carta in comune). C’è anche chi si porta salviette igienizzanti per pulire il water prima di andare in bagno.

Al minimo colpo di tosse o starnuto, ti avvisano subito. A noi genitori viene chiesto di misurare la temperatura ai bambini ogni mattina prima di portarli a scuola. Se un bambino si sente poco bene in classe, gli viene subito misurata la temperatura e se ha più di 37 viene portato in un’altra classe con il referente Covid della scuola, in attesa che i genitori vengano a prenderlo.

Quest’anno tutte le riunioni con le maestre saranno organizzate in video conferenza. Ed i bambini non possono lasciare nulla a scuola. Ogni giorno devono portare avanti e indietro da casa a scuola libri, quaderni e tutto il materiale necessario.

La scuola è piena di regole per evitare i contagi. Regole che i bambini stanno rispettando.

Non so quale sia la situazione nelle scuole superiori, ma alla scuola primaria c’è un’attenzione veramente maniacale.

Smettiamola di dare la colpa alla scuola per quello che accade fuori. Ci sono bambini che fuori dalla scuola si frequentano e stanno appiccicati senza usare la mascherina. E poi magari se uno risulta positivo, diamo la colpa alla scuola, perché sicuramente si è contagiato lì. Ma tutto quello che avviene fuori dalla scuola nessuno lo considera? Sugli autobus ci sono assembramenti, ma non può essere la scuola a dover pagare se i comuni non riescono ad aumentare il numero delle corse. Per fare un tampone ci possono volere anche giorni, ma non si può dare la colpa alla scuola anche di questo.

I bambini hanno bisogno della didattica in classe. Abbiamo diritto ad una istruzione seria. Non a quello schifo della didattica a distanza, che non ci ha portato a niente di buono.

Trovate qualcun altro a cui dare la colpa. Ma lasciateci la scuola in presenza. Perché la scuola a distanza non funziona assolutamente.

Image by Михаил Мингазов from Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.