Crea sito

La Festa del Papà, origini e tradizioni

papà
Papà

Festa del Papà

Il 19 marzo si festeggia tradizionalmente la Festa del Papà. Al contrario della Festa della Mamma, che non ha una data fissa, ma si celebra sempre la seconda domenica di maggio, per la Festa del Papà è stata scelta una data simbolica, dal momento che il 19 marzo è San Giuseppe. Giuseppe, il “papà” di Gesù. L’uomo che ha sposato la Vergine Maria e che ha accettato questo bambino come un figlio. Quale miglior esempio di papà?

La Festa del Papà è stata istituita all’inizio del XX secolo proprio per festeggiare anche i papà, oltre alle mamme. Ma non si festeggia in tutto il mondo il 19 Marzo come da noi. Ad esempio negli Stati Uniti il Father’s Day è la terza domenica di giugno. E la celebrazione americana risale al 1910, quando la signora Sonora Smart Dodd chiese di celebrare tutti i papà il 19 Giugno 1910 a Spokane (Washington). E scelse proprio il mese di giugno in onore di suo padre, nato in quel mese, che era un veterano della guerra di secessione americana.

Tornando a noi… in questo periodo i bambini sono sicuramente alle prese con la preparazione del lavoretto per i papà. Tradizionalmente infatti a scuola si prepara un lavoretto da donare al proprio papà. Ma si possono anche fare a casa. In teoria bisognerebbe mantenere il segreto con il papà fino al 19 marzo, ma non tutti i bambini ci riescono (la mia ad esempio ce lo ha detto in macchina cosa sta preparando… in realtà l’ha detto a me a bassa voce… ma ovviamente l’ha sentita anche il papà, che ha fatto finta di niente).

San Giuseppe

Secondo la tradizione San Giuseppe è il protettore di orfani, giovani nubili e poveri. In alcune località della Sicilia in questa giornata si usa organizzare dei pranzi, invitando persone bisognose e mendicanti. Una tradizione che è conosciuta come la “tavola di San Giuseppe“.

I bignè di San Giuseppe sono il nostro dolce tradizionale della festa del papà (a Napoli si chiamano zeppole). Dopo la fuga in Egitto con Maria e Gesù, San Giuseppe si mise a vendere frittelle per mantenere la famiglia. Per questo le frittelle vengono preparate ancora oggi in occasione di questa festa.

Le zeppole sono fatte con una pasta come quella dei bignè; sono di forma schiacciata e possono essere fritte o cotte al forno; sopra viene messa la crema pasticcera o la marmellata di amarene. Da noi i bigné di San Giuseppe vengono riempiti con la crema. Quelli tradizionali sono fritti, ma esiste anche la variante cotta al forno (più salutare).

Ed anche noi faremo a casa i bigné per festeggiare il nostro papà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.