Crea sito

10 errori da evitare nell’educazione dei bambini

Errori da evitare
Errori da evitare

Qualche giorno fa vi parlavo del decalogo con i consigli per i neogenitori. Un decalogo scritto dal pediatra Alberto Ferrando e tratto dal suo libro Come crescere mio figlio. Oggi mi ritrovo a condividere altri suo consigli, sempre tratti da questo libro, che appena riesco ho intenzione di prendere perché mi sembra sempre più interessante.

Il pediatra propone un nuovo decalogo. Ma questa volta più che 10 consigli (anche se in fondo sono comunque consigli!) si tratta di 10 errori da evitare nell’educazione dei bambini. Errori che possono capitare a qualsiasi genitore. Prima di avere figli capita spesso di pensare e di dire “io non farò mai” questo o quello con mio figlio. Magari vedi i figli degli altri e pensi “mio figlio non sarà mai così“.

Ma dalla teoria alla pratica, a volte, c’è veramente un abisso. Ed anche al genitore con le migliori intenzioni può capitare di commettere qualche errore nell’educazione del proprio figlio. O magari di non riuscire a farsi seguire (o a far rispettare certe regole) come aveva immaginato.

Ed allora ecco 10 errori che sarebbe meglio evitare e che è bene ricordare! Poi non è detto che ci riusciremo, ma almeno ci proveremo. Errori che bisognerebbe anche far evitare ai nonni… che spesso non sanno dire la parola “NO” ai nipoti e gli fanno fare tutto quello che vogliono (una sorta di paese dei balocchi stare con i nonni…).

Vediamo questi 10 errori da evitare nell’educazione dei figli:

  1.  Dire sempre sì
    Giustamente, non si può dire sempre “sì” a tutte le richieste dei bambini. Altrimenti si abitueranno a pensare che possono sempre fare tutto quello che vogliono o comprare tutto quello che desiderano. Se poi c’è la nonna che non sa proprio dire “no”, la situazione si complica…
  2. Ridere quando dicono parolacce
    Può capitare che il bambino senta una parolaccia e la ripeta. Se ci si mette a ridere il bambino la considererà come un gioco e difficilmente smetterà di ripeterla. Bisogna fargli capire (seriamente) che quelle sono parole da non dire. Il problema sta nelle famiglie in cui un linguaggio pieno di parolacce è all’ordine del giorno. Fortunatamente non è il nostro caso, ma conosco molte persone che abitualmente inseriscono molte parolacce nel loro linguaggio abituale, anche davanti ai bambini, ed allora in quei casi come si può far capire ai bambini che è sbagliato se abitualmente le sentono da genitori e/o genitori?
  3. Litigare davanti ai bambini
    I bambini capiscono tutto. Anche se sono piccoli si rendono conto di quello che accade attorno a loro. Per questo i genitori non dovrebbero mai litigare davanti a loro. Perché anche se magari non capiranno il senso del discorso, però avvertiranno la tensione e la rabbia tra i genitori. Una mia conoscente da bimba piccolissima non mangiava nulla ed alla fine si è capito che era una forma di “ribellione” al fatto che i genitori litigavano sempre.
  4. Soddisfare tutte le loro richieste
    Questa è un po’ legata anche al fatto di non dire sempre di sì. Bisogna anche insegnare ai bambini che non sempre si può avere quello che si desidera. Poi c’è anche chi si presenta a casa ogni volta con un gioco o un regalo per i piccoli di casa, perché “a quell’età i bambini ti considerano solo se gli porti qualcosa”. Io non voglio che le mie figlie crescano così materialiste!
  5. Non insegnare il valore delle cose e del denaro
    Quando si è piccoli non è facile capire il valore del denaro. Mia figlia quando andiamo al bancomat si rivolge alla macchina e gli chiede, per favore, di darci i soldi. Come se bastasse questo per farsi dare i soldi da un bancomat. Ma è bene far capire che quei soldi sono lì perché la mamma ed il papà lavorano. E non sono infiniti.
  6. Non insegnare il rispetto degli altri
    Se i genitori sono i primi a non rispettare gli altri, sarà difficile insegnarlo ai bambini. Però sin da piccoli bisognerebbe far capire a loro che è importante rispettare le altre persone. E anche se sono diverse (per qualsiasi motivo) da noi, ciò non le rende diverso il modo in cui dobbiamo comportarci con loro.
  7. Prendere sempre le loro difese
    A questo proposito mi viene in mente una vignetta che circola sui social. In cui si vede un bambino negli anni ’80 che veniva rimproverato dai genitori perché aveva portato un brutto voto a casa da scuola. Stessa scena, al giorno d’oggi, i genitori se la prendono con l’insegnante, perché “ovviamente” non può essere colpa del proprio figlio. Qualsiasi genitore vorrebbe che i propri figli siano sempre bravi. Ma se non studiano o sbagliano qualcosa, prendere sempre le loro difese e dare la colpa agli altri è controproducente.
  8. Sottovalutare l’importanza dell’educazione
    L’educazione è fondamentale. A qualsiasi età.
  9. Non fare autocritica
    Noi genitori dovremmo essere i primi a fare autocritica se qualcosa non va. Valutare i nostri atteggiamenti e quelli dei nostri figli. E valutare se possiamo migliorare per migliorare anche il nostro rapporto con loro o aiutarli a crescere in maniera più costruttiva.
  10. Non assumersi responsabilità
    Noi genitori siamo importanti per quello che i nostri bambini saranno. Siamo i primi esempi che i bambini hanno nella loro vita. E questa è una grande responsabilità che dobbiamo assumerci. Se riusciremo a dare il buon esempio, sarà un buon punto di partenza.

Voi che ne pensate di questi errori da evitare? Ne avete commesso qualcuno o riuscite sempre ad evitarli tutti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.