Crea sito

Il meglio per un bambino

bambino con la mamma
Bambino con la mamma

Quanto nasce un bambino capita spesso che nonne, zie e parenti vari vogliano dirti cosa è meglio per il bambino. Perché ci sono già passate, perché hanno più esperienza, perché loro sanno cosa si deve fare in qualsiasi situazione. Loro lo sanno e tu che magari sei alla prima esperienza da mamma non lo sai… quindi DEVI seguire i loro consigli.

Non capiscono che magari certi consigli non sono richiesti. E che una mamma vorrebbe capire da sola cosa è meglio per il suo bambino. Oppure che anche se i loro consigli ti fanno piacere, non è detto che poi ti devi sentire obbligata a seguirli, se magari la pensi diversamente. Ci sono anche casi in cui è la mamma a chiedere un consiglio, perché magari si sente spaesata (e soprattutto all’inizio può capitare!). Ma questi consigli non dovrebbero essere dati come una verità assoluta, l’unica cosa da fare con il bambino (e se fai qualcosa di diverso sei una madre snaturata).

Poi magari ti confronti con altre mamme sui social, alla ricerca di pareri e consigli. Ed anche qui puntualmente c’è quella che ti insulta se hai fatto qualcosa che secondo lei non si deve fare. Se ti sei permessa di offrire la frutta prima dei 6 mesi oppure se hai deciso di dare un’aggiunta o di passare al latte artificiale troppo presto, anche se non c’era veramente bisogno… tutte queste cose rendono una mamma “peccatrice“. Colpevole di aver fatto qualcosa che non si deve fare.

Ma alla fine chi è che stabilisce cosa sia meglio per un bambino? L’OMS dà delle indicazioni (tipo l’allattamento esclusivo fino a 6 mesi). Indicazioni che alcune mamme seguono alla lettera e altre magari seguono con qualche variazione. Ma chi lo dice che chi non le segue alla lettera sia una mamma snaturata che non vuole il meglio per il figlio?

Alla fine bisognerebbe valutare caso per caso e rispettare le scelte delle mamme che hanno deciso di fare qualcosa diverso rispetto a quello che abbiamo fatto noi. Ogni mamma vuole il meglio per il proprio figlio. E che si dedichi all’allattamento al seno oppure scelga di dare il latte artificiale (solo per fare un esempio) non la rende migliore o peggiore di altre mamme.

Ed a questo proposito, mi è capitato di leggere un testo che spiega proprio cosa è “meglio” per ogni bambino! E volevo condividerlo! Perché il meglio per ogni bambino è la sua mamma. E qualsiasi scelta, se fatta con amore pensando al suo bene, non dovrebbe essere considerata sbagliata.

Il meglio è
Il meglio non è il seno.
Non è neanche il biberon.
Il meglio non è prenderlo in braccio.
Non è neanche non prenderlo in braccio.
Il meglio non è posarlo in questo modo.
Non è nemmeno posarlo in un altro modo.
Il meglio non è coprirlo in questo modo.
Non è nemmeno coprirlo in un altro modo.
Il meglio non è dargli il cibo frullato.
Non è nemmeno dargli il cibo a pezzi.
Il meglio non è quello che dice tua madre.
Non è nemmeno quello che dice la tua amica.
Il meglio non è che stia con una babysitter.
Non è nemmeno che vada al nido o che resti con i nonni.
Il meglio non è seguire quel certo tipo di educazione.
Non è nemmeno seguire un altro tipo.

Sai cos’è davvero il meglio?

Il meglio sei tu.
Il meglio è quello che ti fa sentire meglio.
Il meglio è quello che il tuo istinto ti dice che è meglio.
Il meglio è quello che aiuta anche te a stare bene.
Il meglio è quello che ti permette di essere felice con la tua famiglia.
Perché se tu stai bene, loro ricevono il meglio. Perché il meglio sei tu.
Perché se tu ti senti sicura, anche loro si sentono sicuri.
Perché se credi che stai agendo bene, la tua tranquillità e la tua felicità giungono anche a loro.

Perché il meglio sei tu.

Smettiamo di cercare di dire a ogni padre o madre cos’è meglio.

Come nasce una mamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.