Ci sono nonni e nonni. Mica tutti sono tutti belli e bravi

Ci sono nonni e nonni. Mica tutti sono tutti belli e bravi

Carina la credenza che tutti i nonni siano generosi, gentili, disponibili coi nipoti.

Il mito del nonno che fa di tutto per i nipoti è pura fantasia.

C’è il nonno quello super, quello che fa regali di nascosto, sorprese improvvisate e che a Natale si presenta con mezzo negozio di giocattoli.

Ma non è solo una questione economica, io parlo sopratutto di generosità di affetto, di gesti semplici. Di pensieri. Del desiderio di far sorridere

Ti volevo solo dire che mi manchi tanto.

Ti volevo solo dire che mi manchi tanto.

E che tutti i tuoi consigli continuo a non seguirli.

Che perservero nel fare di testa a mia e a cadere in continuazione.

Ti volevo dire che l’ipocondria mi accompagna e che ci sono giorni che sono triste esattamente come tu non sopportavi vedermi.

Volevo dirti che su tante cose hai sempre avuto ragione e darei un pezzo del mio cuore per portetelo dire in faccia.

Volevo dirti che ci sono notti che ti sogno, e sogno che mi abbracci. E mi sembra di toccarti davvero, e quando mi sveglio trovo il cuscino bagnato e scopro che ho pianto nel sonno.

I nonni sono speciali. Lo sono sempre.

I nonni sono speciali. Lo sono sempre.

I nonni sono amorevoli. Ti aspettano con ansia ed emozione e ti stringono forte in ogni singolo abbraccio consapevoli del fatto che, molto probabilmente, saranno i primi ad andarsene.

I nonni sono insostituibili. Perché hanno vissuto a lungo e sanno come aiutarti, e lo sanno fare nel modo giusto. I loro consigli, dettati dall’età e dall’esperienza sono utili a tutte le età.

I nonni sono giocherelloni. Perché è compito dei nonni farti ridere e perché no sostenerti nelle marachelle. La responsabilità educativa lasciamola ai genitori com’è giusto che sia