Crea sito

Mirabilandia, 3 giorni di puro divertimento

mirabilandia
Mirabilandia

La nostra vacanza a Mirabilandia

Nel 2017 Mirabilandia ha compiuto 25 anni. Io non ci ero mai stata prima. Ma lo scorso anno ci hanno regalato un soggiorno di 2 notti con 3 giorni di ingresso a Mirabilandia. Ed è quindi arrivato il momento di andare alla scoperta di questo parco giochi con tutta la famiglia.

Prima di partire avevo “studiato” un po’ le varie attrazioni, più che altro per capire quali avrebbe potuto fare anche Figlia Due, la più piccola di casa. E vedendo che la maggior parte ha come limite di altezza 90 cm, ero piuttosto tranquilla. Avrebbe potuto fare quasi tutto.

Io non sono un’amante delle attrazioni più estreme, che invece piacciono a mio marito. Ma comunque a vedere dal sito ufficiale, c’erano parecchie attrazioni che volevo provare. E così in un tranquillo venerdì di agosto, siamo partiti: destinazione Mirabilandia. L’albergo era a Cervia (Hotel Marbella), a circa 15/20 minuti dal parco, e lo abbiamo visto solo per dormire e per la colazione, ma comunque mi è sembrato veramente bello.

E il parco? Che dire… meraviglioso. Abbiamo trascorso 3 giorni pieni ed intensi. Su e giù per le varie attrazioni. Su alcune più di altre, ma alla fine (insieme o no) si può dire che le abbiamo fatte tutte. L’unica non fatta è stata Divertical (una di quelle “estreme” che avrebbe potuto fare mio marito). Temevo che, andando durante il weekend, ci sarebbe stata tanta gente e lunghe file da fare. In realtà non abbiamo trovato molta gente e ci siamo goduti le varie giostre in tranquillità. In alternativa avremmo potuto comprare il pass per saltare la fila, ma non ci è servito. Ora mi racconterò brevemente le varie sezioni del parco, con le relative attrazioni.

Servizio fotografico professionale per i bambini

Appena entrati a Mirabilandia ed arrivati a Bimbopoli, l’area con i giochi per i più piccoli, siamo stati fermati da una ragazza, che ci ha proposto di scattare alcune foto alle bambine. Un vero e proprio servizio fotografico professionale. Scattano le foto ai bambini, facendo indossare cappelli ed accessori vari o facendoli giocare. Poi tu guardi le foto e puoi scegliere se acquistarle e quante acquistarne. Oltre un tot di foto ci sono sconti e promozioni (tipo il cd con le copie digitali delle foto stampate, l’album per conservarle o il calendario).

Ovviamente non c’è nessun obbligo di acquisto. Potresti anche guardarle e decidere di non prenderle… ma come si fa? Sarà che a me le foto professionali piacciono molto. Inoltre i fotografi di Mirabilandia sono veramente molto bravi. Fare una selezione delle foto scattate è stato molto difficile. Tra Figlia Uno e Figlia Due alla prima cernita ne avevo scelte 53! Alla fine sono arrivata a prenderne 24 (altrimenti avrei speso più lì che non per tutta la vacanza!). Ad ogni modo, veramente bravi.

Bimbopoli – Le giostre più tranquille

E’ l’area di Mirabilandia con le attrazioni per i più piccoli (che comunque piacciono anche a quelli più grandi). Ci abbiamo trascorso parecchio tempo, perché ci sono alcune attrazioni che Figlia Due ha adorato e richiesto più volte.

  • Santa Fé Express
    Il trenino per i piccoli di Mirabilandia. Un giro in treno tranquillo. Non è molto grande il trenino ed i papà (soprattutto se molto alti) potrebbero incastrarsi per entrare. Ma è comunque il classico trenino per i più piccoli. E almeno un giro bisogna farlo.
  • Ottoland
    Questo è uno dei classici “castelli” che si trovano anche nei parchi giochi piccoli, dove i bambini possono arrampicarsi, giocare con le palline e via dicendo. Figlia Due ci è voluta rimanere un’ora abbondante l’ultimo giorno a Mirabilandia (probabilmente era stanca e aveva bisogno di un posto tranquillo). Dentro Ottoland c’è anche Colazione da Papere, che è tipo le tazze che girano, ma era chiuso.
  • Fantasyland
    Scivoli e altalene per riprendere fiato tra una giostra e l’altra
  • Carousel
    Il carosello… non può mancare. E stavolta anch’io ho fatto un giro su un cavalluccio insieme alle bambine. Come tornare bimba…

Bimbopoli – Le giostre più “spericolate”

  • Flying Arturo
    In groppa al canguro Arturo si può volare e saltellare. La giostra gira e si alza in volo. Premendo un pulsante bianco ci si può alzare ancora di più o fare su e giù. Come si preferisce. Anche qui tanti giri.
  • Mini Rapide
    Le rapide per i piccoli. Su un piccolo tronco si fa il giro sull’acqua con una piccola discesa (e occhio agli schizzi!). Sul tronco c’è spazio per un adulto e due bambini (i piccoli con meno di 8 anni devono essere accompagnati).
  • Casa Matta
    Una delle attrazioni preferite da Figlia Due. Ho perso il conto di quante volte l’ha voluta fare. In pratica è una casa che si alza in aria e comincia a roteare, mentre tu sei comodamente seduta dentro. E ti dà la possibilità di vedere il parco dall’alto.
  • Leprotto Express
    Come il classico “brucomela”, una montagna russa per i bambini. Io non amo le montagne russe, ma alla fine questa è veramente tranquilla. Adatta ai piccoli e alle “fifone” come me. Due giri su e giù che non hanno spaventato nemmeno me. Quindi si può fare. Anche questa molto apprezzata dalle figlie.

Route 66

  • Divertical
    E’ il water cost più alto del mondo. Una montagna russa in cui ci si bagna! Lo ammetto… questa non l’abbiamo fatta. Ma probabilmente l’unico che avrebbe potuto farla era mio marito!
  • iSpeed
    L’ha fatta solo mio marito. Per me sarebbe stato veramente troppo e le bimbe erano troppo piccole per farla. A lui comunque è piaciuta. Ha anche acquistato il video del giro, con la telecamera puntata sulla sua faccia (e le accelerazioni si vedevano). E’ una montagna russa che accelera da 0 a 100 km/h in 2,2 secondi e sfreccia a 120 km/h su curve mozzafiato. Non mi regge!
  • Autosplash
    L’abbiamo fatta tutti, più volte. Si sale al volo su una macchinetta (una cadillac) e si percorre un tragitto sull’acqua. Fino alla salita e alla discesa! Ci si bagna un po’, ma non tantissimo. Una bella discesa.
  • Blu River
    Lo ammetto… questo non sono riuscita a farlo. Sono anche salita fino in cima… ma dall’alto di quegli scivoli, guardando in basso, mi faceva veramente troppa impressione. Così alla fine l’ha fatto solo mio marito con le due bimbe (una alla volta). Mentre io aspettavo giù. Sono una fifona 😀
  • Las Vegas
    Qui ci sono vari stand dove si può giocare e vincere dei premi. In alcuni il premio è sicuro, mentre in altri no. Noi abbiamo fatto solo il gioco in cui si vinceva qualcosa e le mie bimbe hanno “conquistato” i peluche che volevano!

Dinoland

  • Rexplorer
    Nella zona dei dinosauri, ecco la montagna russa, che ci porta su convoglio che sfreccia velocissimo tra canyon e caverne. Questo l’ho fatto. Va veloce, ma si può fare. E poi se anche la piccola di casa lo fa, io non posso essere da meno. In alcuni punti si inclina molto e fa un po’ impressione. Ma si può fare.
  • Bicisauro
    Su una bicicletta a due ci si può alzare in volo. Il dinosauro volante si alza infatti pedalando. Quindi mentre i bimbi si divertono, i genitori fanno ginnastica. Anche i bambini possono pedalare, ma se non sono tanto alti, non arrivano bene ai pedali. E allora lasciano fare a mamma o papà. Fino ad 8 anni i bambini devono essere accompagnati. Non si può salire senza bambini. Una delle giostre preferite da Figlia Due.
  • Monosauro
    L’abbiamo fatto più volte. Si sta seduti dentro un uovo gigante e si fa un giro sulla monorotaia all’interno del villaggio dei dinosauro.
  • Reptilium
    Una giostra che gira con tanti “artigli” che vanno su e giù. Si sale in piccole postazioni da 2 posti l’una. Ognuna attaccata ad uno di questi artigli. E si comincia a fare su e giù. Se siete facilmente impressionabili dal vuoto e dalle altezze, forse non fa per voi. Io l’ho fatta una volta… ma è al limite per me!
  • Raptotana
    Questo l’abbiamo fatto più e più volte. Le classiche “tazze” rotanti, solo che non sono tazze, ma sono tipo uova di dinosauro! Si sale e cominciano a girare su se stesse e in circolo. Non tutte le uova girano contemporaneamente nello stesso verso. Molto carino.
  • Brontocars e Brontocars Baby
    Ci sarebbe voluta andare anche Figlia Due (sul circuito Baby), ma per pochi cm non ha raggiunto il minimo richiesto. E così l’ha fatta solo Figlia Uno, sul circuito per bambini più grandi. Prima ti fanno vedere un video con le regole della guida. E poi si può guidare la macchinina, rispettando indicazioni, frecce, semafori e sensi unici. Ed alla fine, se vuoi, puoi acquistare la patente di guida, personalizzata con la foto (ovviamente presa!).

Adventureland

  • Katun
    L’inverted coaster numero 1 in Europa. Ovviamente può essere per me?!? No. Ed infatti io non l’ho fatto. Ma mio marito ha fatto più giri, grazie al fatto che non c’era molta gente. E gli è piaciuto veramente tanto.
  • Master Thai
    Altra montagna russa, con la possibilità di farla anche con la realtà virtuale. Figlia Uno l’ha fatta insieme al papà (il papà con la realtà virtuale e lei no perché era troppo piccola). Si sono divertiti molto.
  • Rio Bravo
    Rafting tra le rapide. Meraviglioso. Un bel percorso. Si parte da una base rotante, dove si deve passare per salire sulle imbarcazioni. Io e Figlia Uno l’abbiamo fatta diverse volte, perché ci è piaciuta tanto.

Far West Valley

  • Buffalo Bill Rodeo
    Come in un “vero” rodeo. Una piattaforma tonda con tanti animali da cavalcare. Ci si lega lì sopra e la piattaforma comincia a muoversi. Per me è troppo. Non l’ho fatto. Ma ci è andata Figlia Uno col papà. E si sono divertiti.
  • Geronimo
    Una torre e un seggiolino a due posti. Ci si siede e si ci deve arrampicare, tirandosi su per la corda. Una volta arrivati in cima, lasciando la corda, si torna giù. E si può ricominciare. Su e giù. Su e giù. L’abbiamo fatto talmente tante volte, che ad un certo punto mi facevano male le mani.
  • Aquila Tonante
    Bellissimo! Vola come un’aquila! Ci si sdraia su una postazione ed, una volta legati, si comincia a volare. Una bellissima sensazione. L’unica pecca? Il giro dura troppo poco! L’ho fatto più volte con Figlia Uno. Figlia Due avrebbe voluto farlo, ma per qualche centimetro, non è potuta salire.
  • Campo Sioux e Fort Alamo
    Si tratta di 2 playground in legno per i più piccoli, che possono divertirsi tra indiani e cowboy. Un luogo dove espugnare il fortino dei coloni o difendere la Far West Valley dall’attacco dei nemici. Vanno bene per una pausa tra un’attrazione e l’altra.

Far West Valley Parte 2

  • Oil Tower
    In realtà le Oil Tower sono due. Una ti lancia in aria ad 80 km all’ora (per poi riscendere giù). L’altra invece ti porta in alto e poi ti lascia in caduta libera! Ovviamente si sta seduti e legati su dei seggiolini. Ed ovviamente io non l’ho fatta. Marito ne ha fatta una!
  • Gold Digger
    Gold Digger. Parliamone. E’ una montagna russa. A vederla da fuori sembrava piuttosto tranquilla. Così ci sono salita con Figlia Uno. Una montagna russa ambientata in una miniera. Si sale infatti su dei vagoni come quelli tipici delle miniere. Appena saliti, la persona che faceva entrare le persone mi ha consigliato di abbracciare mia figlia. Io pensavo che lo dicesse perché magari pensava che, essendo piccola, potesse avere paura. E gli ho risposto che non c’era bisogno. Invece mi ha spiegato che avrei dovuto farlo perché c’erano parecchie frenate. Va bene. Che sarà mai?!? Poi siamo partiti ed ho capito cosa voleva dire. Il vagoncino corre sui binari, frena e gira all’improvviso. Così per tutto il percorso. Frenate e corse e curve prese velocemente. Ok, non era proprio tranquilla come pensavo. MAI PIU’! Però Figlia Due ci è voluta tornare col papà 😀
  • El Dorato Falls
    Questa è stata la mia preferita in assoluto. Fantastica. Un breve percorso sull’acqua con una discesa vertiginosa, che dà origine ad un’onda che ti bagna completamente. Adatta nei momenti di gran caldo per rinfrescarsi. Entrambe le mie bimbe potevano farla, ma Figlia Due si è fermata ad una volta. Io e Figlia Uno l’abbiamo fatta svariate volte.

Attrazioni – Rides

  • Ratatonga
    Un percorso in nave sull’acqua. Ognuno ha a disposizione una sorta di pistola ad acqua per schizzare le persone sulle altre imbarcazioni. Ci si bagna… veramente tanto! Ma ci si diverte anche!
  • Eurowheel
    La ruota panoramica più alta dell’Europa continentale. Noi l’abbiamo fatta al tramonto, perché prima avrebbe fatto troppo caldo. Va molto lentamente, ma così ti godi il panorama. Molto suggestiva!
  • 24 ore Mirabilandia
    Mentre io ero da qualche parte con Figlia Due, qui ci è andata Figlia Uno col papà.
  • Mirabilandia Express
    Un tranquillo trenino che fa il giro del parco sulle rotaie, per ammirare tutte le attrazioni dall’alto. Un utile modo per riposarsi un po’ e per riprendere fiato dal caldo (grazie all’aria condizionata)
  • Aquaqua
    Il playground rinfrescante con tante fontanelle e schizzi d’acqua. L’ideale per rinfrescarsi nelle calde giornate. I bambini possono entrare in costume e ciabatte. Ci sarei andata volentieri anch’io, visto il caldo, ma purtroppo l’area è destinata solo ai bambini.
  • Reset
    Un viaggio in una New-York post-apocalittica. Si tratta di una dark ride in cui, armati di pistole laser, si devono colpire gli ostacoli che si incontrano durante il tragitto. Per arrivare al punto di partenza c’è un lungo e buio corridoio da percorrere. L’abbiamo fatto una volta.

Chioschi e ristorazione

  • Cantina El Tesoro
    Vicino a Eldorado Falls, un bar in stile messicano. Ci siamo stati per fare una pausa nei caldi pomeriggi, prendendo da bere o un gelato. E poi l’ultimo pomeriggio, prima di partire, abbiamo preso dei toast per il viaggio.
  • Mc Donald’s
    Qui abbiamo mangiato la sera! Almeno andiamo sul sicuro, conoscendo già i sapori.
  • Almaverde Bio
    Un pomeriggio, mentre aspettavo le bimbe che si stavano divertendo nell’area Aquaqua con le fontanelle e gli schizzi (dove purtroppo gli adulti non sono ammessi), ho preso un bicchiere di frutta mista, per rinfrescarci un po’.
  • Drive In
    Qui abbiamo mangiato più volte. In stile drive in. Il pasto è a buffet… fai la fila e mentre passi puoi scegliere i piatti da mangiare. Ed infine si passa alla cassa per pagare. E poi ti puoi accomodare dove preferisci, in uno dei tanti tavoli disponibili.

Negozi

  • Brontoshop
    Qui Figlia Due ha voluto comprare un peluche per la sorella che le aveva regalato un altro peluche preso nel Western Store.
  • The Western Store
    Qui siamo andati a comprare un acchiappasogni, perché Figlia Uno da tanto tempo diceva che lo voleva per la sua cameretta a casa. E già che c’eravamo ha preso un peluche per la sorella.
  • La rosa dei venti
    Quest’ultimo negozio lo abbiamo visitato l’ultimo giorno, prima di andare via. Per evitare di doverci portare dietro quello che avremmo comprato (e sicuramente avremmo comprato qualcosa), avevo fatto un patto con le Figlie. Loro ci sarebbero andate subito, dato che ci si passa davanti entrando. Ma avevamo raggiunto l’accordo che lo avremmo visitato prima di andare via l’ultimo giorno. E così è stato. Tra le varie, abbiamo comprato anche la mascotte del parco.

Mirabilandia – Info utili

Se acquistate un biglietto per Mirabilandia, il giorno dopo avete la possibilità di entrare gratis. E trovo che sia un’ottima iniziativa perché sicuramente un giorno non basta. Per entrare il giorno dopo, dovete convalidare il biglietto. Dopo l’ingresso ci sono delle macchinette a cui basta avvicinare il codice a barre del biglietto. La macchinetta ti scatta una foto, che viene memorizzata nel sistema. Ed il giorno dopo, quando si entra, l’addetta all’ingresso, passando il codice a barre del biglietto, visualizzerà la foto per assicurarsi che siete proprio voi e non avete dato il biglietto ad altre persone.

C’è anche un’altra sezione del parco più estiva: MiraBeach. Noi non l’abbiamo visitata perché non avevamo l’integrazione per entrarci. E’ il parco acquatico di Mirabilandia, con ombrelloni, sabbia, scivoli e piscine per fare il bagno. Un modo per rinfrescarsi se fa molto caldo. Con meno di 10 € si può andare anche a MiraBeach.

C’è la possibilità di fare un Saltacoda. A me era stato consigliato, soprattutto se c’è molta fila per le varie attrazione. Avevamo pensato di farlo (si fa ai negozi all’entrata). Alla fine non lo abbiamo comprato, perché siamo capitati in un weekend piuttosto tranquillo e non abbiamo dovuto fare file lunghissime per salire sulle attrazioni.

Una nota di merito allo spettacolo degli stuntman. Veramente bravi. Impressionante. Lo abbiamo visto di sera e ci ha lasciati a bocca aperta. Bravissimi.

Per maggiori informazioni, consultate il sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.