L’Aquilone di Noah, un libro sulla Shoah e l’autismo

L'aquilone di Noah
L’aquilone di Noah

L’aquilone di Noah

Dal 20 gennaio in libreria, L’Aquilone di Noah è un romanzo ambientato a Cracovia durante la Seconda guerra mondiale. Un romanzo che racconta la Shoah, l’autismo e la complessità delle relazioni umane senza cadere negli stereotipi e invitandoci a non perdere la speranza, neanche nelle situazioni più avverse. Questo libro è stato scritto da Rafael Salmerón, è edito da UovoNero ed è adatto a ragazzi dai 12 anni in su. Inoltre è stato stampato con un carattere ad alta leggibilità, quindi è adatto anche a chi ha problemi o disturbi dell’apprendimento.

Sin dalla nascita il piccolo Noah Baumann è chiuso in un mutismo che lo rende diverso e indifferente al mondo. Non parla, sembra che non ascolti e che nulla riesca a scalfire la sua imperturbabilità. Nulla, a parte un oggetto dal quale non si separa mai, un aquilone fatto di legno, tela e corda, che il bambino è in grado di far danzare nel cielo e che è capace di riservargli sprazzi di felicità. Siamo a Cracovia nel 1939, i tedeschi hanno appena invaso la Polonia e un’odiosa campagna di discriminazione comincia ad abbattersi contro gli ebrei.

Ma alcuni sono convinti che staranno meglio con i nuovi padroni… Anche Noah è ebreo, figlio minore dell’orologiaio Leopold, uomo insicuro e debole, e di sua moglie Dora, che al contrario è altera e sprezzante. La sua è una famiglia disgregata, in cui l’unico a occuparsi di lui è suo fratello Joel, gigante dal cuore buono, il suo protettore. La madre e la sorella Hannah lo rifiutano, come se fosse un essere inferiore, inutile. Quando le violenze e le persecuzioni diventano all’ordine del giorno, e la popolazione ebraica viene confinata nel ghetto, i Baumann finiscono per condividere una sistemazione di fortuna con degli estranei, gli Hiller.

Ma è proprio grazie a loro che i due fratelli incontreranno per la prima volta il calore di una vera famiglia. Gli Hiller apriranno il cuore a Noah e faranno scoprire a Joel la forza dell’amore. Nonostante le laceranti prove che tutti si troveranno ad affrontare, Joel resisterà fino all’ultimo per proteggere il bene più prezioso che gli è stato affidato: la vita del piccolo Noah. E un altro uomo dall’animo gentile, le cui vicende appaiono sullo sfondo nel corso del romanzo, si rivelerà alla fine di fondamentale importanza per la salvezza del bambino.

Un romanzo sulla Shoah che dosa con maestria rigore storico e umanità, consegnandoci personaggi dai profili psicologici complessi e indimenticabili. Una storia tenera e appassionata, che oscilla avanti e indietro nel tempo regalandoci momenti di tensione e di grande emozione.

«D’un tratto, una forma misteriosa. Uno strano uccello macchia l’azzurro luminoso di fine estate. E ne appare un altro e un altro ancora. Noah li guarda a bocca aperta, incapace di comprendere cosa sia a guastare l’aria, il cielo, il suo cielo chiaro e piccolo. Povero Noah, che non sa, che non capisce. Fortunato, per meglio dire, perché non conosce cosa sia un bombardamento, perché non ha la minima idea che la Germania, i nazisti, Hitler, stanno invadendo il suo paese, la sua città, la sua casa. Benedetto il piccolo Noah, che non capisce cosa siano quegli strani uccelli, quegli aerei, la guerra».

Rafael Salmerón è nato a Madrid nel 1972. Ha studiato illustrazione presso la Scuola d’Arte n. 10 e presso l’Istituto Europeo di Scienze del Design e dell’Educazione presso la Facoltà di La Salle, in Valle d’Aosta. Dal 1994 è autore di libri per bambini e ragazzi. Ha pubblicato più di venticinque titoli e con la serie del riccio Beltrán, creato insieme alla madre Concha López Narváez, ha iniziato la sua attività di scrittore.

La casa editrice UovoNero è stata fondata nel 2010 a Crema da Enza Crivelli, Lorenza Pozzi e Sante Bandirali ed è una casa editrice di libri inclusivi, ad alta leggibilità, che promuovono una cultura della diversità e si propongono di rendere la lettura un diritto di tutti, con la consapevolezza e la convinzione che i libri possano cambiare la vita in momenti come l’infanzia e l’adolescenza.

L’articolazione delle collane descrive il progetto editoriale della casa editrice: libri con rinforzi comunicativi, che utilizzano strumenti di CAA (comunicazione aumentativa e alternativa), per bimbi in età prescolare o con difficoltà cognitive in simboli PCS (pesci parlanti) o versioni in simboli WLS di celebri albi illustrati (i libri di Camilla); saggi sull’autismo (i raggi); albi illustrati, libri di narrativa che aiutano gli altri a capire e ad accettare chi è diverso (i geodi); libri di narrativa ad alta leggibilità che affrontano il tema della dislessia in modo attento ma leggero e divertente (abbecedanze). E una collana di giochi per divertirsi e imparare, nel rispetto delle diversità e della collaborazione non competitiva (altrimenti).

La casa editrice ha scoperto – e tradotto – talenti come Siobhan Dowd, Lynda Mullaly Hunt, Henry Winkler, Pietro Albì e illustratori come Pam Smy, Emma Shoard, Francesca Corso, Giovanni Colaneri. Fra i titoli di maggior successo, Il mistero del London Eye, di Siobhan Dowd, Premio Andersen 2012, Una per i Murphy, di Lynda Mullaly Hunt, Vincitore Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2020, Il riscatto di Dond, di Siobhan Dowd, Finalista Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2016, Un pesce sull’albero, di Lynda Mullaly Hunt, Finalista Premio Andersen 2016, Vincitore dello Schneider Family Book Award 2016, Vincitore del Premio Cento 2017. Nel 2018 uovonero ha contribuito alla nascita dell’Associazione degli Editori Indipendenti (ADEI), di cui è parte attiva, come membro del Consiglio Direttivo.

Il libro si può acquistare nelle librerie o negli store online. Vi lascio il link diretto per acquistare L’Aquilone di Noah online e riceverlo direttamente a casa.

Questo articolo contiene link di affiliazione Amazon IconA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.