Crea sito

L’insegnamento dal tema di un bambino disabile

bambino disabile
Bambino disabile

Il tema del bambino disabile sulla diversità

Può capitare che in classe ci siano bambini con una disabilità di qualsiasi tipo. Ed è importante che sia insegnato ai compagni di classe che la diversità non è un problema. E che qualsiasi bambino, anche se ha qualche problema in più rispetto agli altri, debba essere considerato normale, nonostante le diversità.

In fondo tutti i bambini sono diversi tra loro ed ognuno, con le sue caratteristiche e le sue differenze, può contribuire alla crescita di tutta la classe.

Vorrei prendere il treno è una associazione creata da Iacopo Melio, uno studente disabile della provincia di Livorno che ha lanciato una campagna contro le barriere architettoniche. Alcuni giorni fa sulla fanpage dell’associazione è stata pubblicata la foto del tema di un bambino disabile. Un pensiero scritto da questo bambino dopo una lezione, svolta in classe, sul tema della diversità.

tema bambino disabile
Tema di un bambino disabile

E le parole di questo bambino disabile sono veramente toccanti. E ci fanno capire come qualsiasi diversità o disabilità possa essere vissuta non come un peso ma come una caratteristica che contraddistingue una persona. Parole che ci danno a tutti un insegnamento veramente molto importante. E la maestra, giustamente, gli ha dato un bel 10! Dovremmo imparare molto di più dai bambini… Ed imparare da un bambino che la diversità è una ricchezza è veramente un grande insegnamento.

Abbiamo detto che siamo tutti diversi, nell’aspetto e nel carattere. Abbiamo visto i gemelli Cristian e Massimiliano, che sembrano uguali ma non lo sono, anche nel carattere. Ognuno di noi ha pregi e difetti, ma alcune diversità sono più evidenti. Per esempio, io non so camminare, invece Lorenzo è distratto e Feres non sa leggere, ma abbiamo altre abilità: io so leggere bene, scrivere, giocare e cantare. Essere diversi è una ricchezza, perché sarebbe brutto essere tutti uguali e possiamo imparare dagli altri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.