Crea sito

L’emozione per una gita al mare

bambina al mare
Bambina al mare

Seconda gita dell’anno scolastico alla scuola materna. Mentre con la prima gita sono andati a vedere uno spettacolo al teatro dei bambini, oggi si va al mare. Prima volta al mare con la scuola (lo scorso anno non erano riusciti ad organizzarla). E l’eccitazione è tanta.

Mia figlia sono giorni che non pensa ad altro. E continuava a chiedermi quando sarebbe stato il giorno della gita. Poi ieri, appena rientrata a casa, ha voluto preparare il costume, i vestiti, la crema ed i sandaletti. Doveva essere tutto pronto, in modo che questa mattina non mancasse nulla.

In genere la mattina la sveglio io verso le 7.20. Si veste, fa colazione e poi usciamo. E non è mai pronta prima delle 7.50. Ieri le maestre si sono raccomandate di portare i bambini a scuola per le 8.00. E stamattina mia figlia alle 7.00 era già in piedi. Emozionatissima. Pronta a partire. Alle 7.26 era già vestita ed aveva già fatto colazione. Pronta ad uscire di casa per andare a scuola.

Calcolando che ci vogliono una decina di minuti a piedi per arrivare a scuola, era presto per uscire. Ma lei era talmente eccitata ed emozionata perché dovevano partire per la gita al mare, che non vedeva l’ora di uscire. Si è svegliata da sola ed è stata rapidissima anche nel fare colazione. Non voleva arrivare in ritardo per nessun motivo. 

Le ho spalmato la crema solare (Coppertone Baby a protezione 50, così sto sicura che sarà protetta!) e siamo uscite. Abbiamo preso la pizza per la merenda di tutta la classe e poi di corsa a scuola. Siamo arrivate anche prima del pullman, che ha ritardato.

Crema solare Coppertone per bambini

Noi puntuali, impazienti di partire (sarei voluta partire anch’io per vedere tutti i bambini al mare… calcolando l’emozione di mia figlia, immagino cosa possano fare tutti i bambini insieme!) e il pullman invece ci ha fatto attendere parecchio prima di arrivare. Senza avvisare (per l’anno prossimo chiederò alla coordinatrice di cambiare azienda di pullman… non mi è sembrato molto professionale il loro atteggiamento).

I bambini si sono preparati. Cartellino con nome e cognome e nome della scuola al collo, cappellino in testa. Pronti a partire e ad andarsi a divertire. Non sono riuscita a vederli partire a causa del ritardo del pullman (il lavoro mi aspettava). Ma pare che il viaggio sia andato bene. Dopo un’oretta di strada sono arrivati al mare, hanno trovato il tempo buono (per fortuna le previsioni sono cambiate ed è uscito il sole) ed i bambini erano tutti contentissimi.

Sono arrivati allo stabilimento balneare carichissimi. Pronti a giocare e a divertirsi. A me non resta che aspettare il loro rientro nel pomeriggio per sentire il racconto della mia bambina. Ed immagino che sarà ancora più eccitata di stamattina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.