Crea sito

E arriva la voglia di maternità

voglia di maternità
Voglia di maternità

Voglia di maternità. In alcune è innata. C’è da sempre. In altre non arriva mai. Conosco donne che non vogliono avere figli. Sono felici della loro vita da single o della loro vita di coppia. Preferiscono avere dei semplici nipoti oppure limitarsi ad occuparsi del cane o del gatto. Donne che si sentono soddisfatte della loro libertà e del loro lavoro. Donne che non cercano altro. Stanno bene così. Ognuna alla fine è diversa. Io non sono mai stata così. Poi c’è chi sogna un figlio ma non ha ancora trovato la persona giusta con cui farlo. E allora rimanda, sperando di poter realizzare presto il suo sogno.

Io ho sempre pensato, sin da bambina, che avrei voluto avere dei figli da grande. Da figlia unica, sognavo di avere almeno due bambini. Mi sono sempre immaginata mamma. Poi per un po’ ho messo da parte questo sogno, non perché non ci pensassi più, ma perché non era ancora il momento. Prima lo studio, poi la ricerca del lavoro, ma il sogno di diventare mamma era sempre lì, nascosto nel profondo (neanche poi così profondo) del mio inconscio.

Dopo il matrimonio, è arrivata puntuale, anzi è tornata alla ribalta, anche la voglia di maternità. E’ uscita fuori in tutta la sua grandezza e magnificenza. La vita a due era bella. Il lavoro mi appagava. Ma mancava qualcosa per rendere la mia vita, anzi la nostra vita, ancora più bella. Un bambino o una bambina. Fin da piccola mi ero sempre immaginata con una bimba, ma se fosse stato maschio sarebbe stato bello lo stesso.

Arriva così un momento in cui capisci che è quello il momento giusto per provare ad avere un bambino. Il tuo bambino. Vedi gli amici che hanno già un bambino e pensi che è quello che vuoi anche. Per me è stato così. Ho capito che volevo che la nostra coppia diventasse un 3.

1+1=3

Non ero sola a desiderarlo. Anche mio marito condivideva il mio sogno. E così abbiamo deciso: proviamo ad avere un bambino. Con la speranza di non dover attendere troppo per riuscire a realizzare il nostro sogno.

Io avevo un lavoro a progetto ed abitavamo in una casa in affitto… non era proprio l’ideale per pensare di ingrandire la famiglia, ma se si aspetta che tutta la situazione sia perfetta si rischia di rimandare troppo. E allora sai che c’è?!? Proviamo e poi tutto si sistemerà! A 32 anni compiuti, l’orologio biologico si fa sentire!

Inizio qui a raccontarvi la mia maternità. Dal concepimento al parto… mesi di attesa per stringere tra le braccia il mio sogno, tra dubbi, paure e scoperte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.