Crea sito

Come far andare via i pidocchi

Come far andare via i pidocchi
Come far andare via i pidocchi

Come far andare via i pidocchi

La domanda su tutte: come far andare via i pidocchi? I pidocchi sono una di quelle cose che spaventa le mamme. Le manda letteralmente nel panico. Basta un avviso messo fuori da scuola che avvisa di casi di pediculosi oppure il messaggio di una mamma sul gruppo whatsapp di classe che annuncia che il figlio ha i pidocchi ed invita le altre a controllare le teste dei propri figli.

Una di quelle cose che, andando a scuola, sono all’ordine del giorno. Ma che ogni mamma, dentro di sé, spera che non le accada mai. Perché, diciamocelo, i pidocchi sono una vera e propria scocciatura. Ti obbligano a sottoporre i bambini alla tortura del pettinino di metallo. E soprattutto per le femmine o per chi ha tanti capelli, passare il pettinino vuol dire dover stare 2 ore a controllare i capelli. Ciocca per ciocca. Passarlo poi dopo aver messo lo shampoo contro i pidocchi è una vera e propria tortura. Perché i capelli si appiccicano tutti. Un momento che non piace né alla mamma (o al papà) e né al bambino. E poi devi lavare tutto ad alte temperature. Tutto, ma proprio tutto. In teoria anche i giochi, perché il pidocchio potrebbe essere ovunque.

Ovviamente non è che di solito uno non lava… ma in caso di pidocchi, bisogna disinfettare tutto. Molto di più del solito. Se i giochi (o qualsiasi altra cosa) non si possono lavare (per non rovinarli), l’alternativa è chiuderli in una busta sigillata per almeno una settimana. E poi, ultima cosa, i pidocchi, ammettiamolo, fanno decisamente schifo! Non sono animaletti carini (come può sembrare da questa immagine). Sono insettini fastidiosi e terribili. Direi che bastano come motivazioni per giustificare il fatto che qualsiasi mamma si augura che il proprio figlio non li prenda mai.

Come eliminare i pidocchi

Ma quindi come si possono eliminare questi fastidiosi animaletti? Esiste una cura preventiva veramente efficace? Una volta eliminati si può stare tranquilli? La risposta purtroppo è no. Esistono cure preventive, ma potrebbero anche non funzionare. E purtroppo averli presi una volta, non rende immuni. Possono sempre tornare.

Quello che si può fare è controllare costantemente e provare qualche stratagemma preventivo, sperando di non prenderli. Prima di tutto però sfatiamo un mito: i pidocchi non si prendono perché si hanno i capelli sporchi. Anzi, spesso al pidocchio piace di più il capello pulito. Una volta si pensava che chi prendeva questi animaletti aveva una scarsa igiene. Non è così. Può capitare benissimo al bambino più pulito del mondo.

Aiuto, ho i pidocchi: che fare?

Se voi ed i vostri bambini li avete presi, mettetevi l’anima in pace. Come far andare via i pidocchi? Andate in farmacia e comprate lo shampoo antiparassitario. E preparatevi a passare ore a pettinare i capelli con lo speciale pettinino di metallo. Ciocca per ciocca. Se non avete pazienza, in alternativa, esistono anche dei centri specializzati in molte città, che vi aiutano ad eliminarli dalle vostre teste. Il trattamento non è molto economico, ma vi risparmierà parecchie scocciature. In genere in questi centri specializzati utilizzano un particolare phon che praticamente brucia le uova, senza però scottare sulla vostra cute. Provate a cercare su Google PidKiller o PidStop, per scoprire se ce n’è uno nella vostra città.

Però preparatevi perché poi dovrete pensare voi a lavare e disinfettare tutto a casa. A meno che non abbiate una donna che vi aiuta con le faccende di casa, vi toccherà. Magari dividete i compiti col vostro compagno/marito, per fare prima.

Trucchetti preventivi contro i pidocchi

Oltre allo spray preventivo che si può mettere sui capelli (ne esistono di varie marche… alcuni con un odore talmente forte che chiunque si allontanerà da voi!), esistono diversi trucchetti da provare per cercare di evitare il problema. Prima di tutto il tea tree oil. Potete alternarlo allo spray preventivo. Poi quando sciacquate i capelli, fate un lavaggio con l’aceto (perché rende il capello più scivoloso e le uova si tolgono o cadono più facilmente). Stesso discorso vale per il balsamo: utilizzatelo sempre sui capelli. Li rende scivolosi. Controllate sempre i capelli. Pettinateli facendo molta attenzione. Se trovate qualche uovo attaccato ai capelli toglietelo! Molte mamme si ritrovano anche a toglierli con le dita. Come si riconoscono? Sono molto piccole e bisogna fare molto attenzione. Ma se vedere qualcosa di sospetto sul capello, potete capire che si tratta di uova se anche muovendo il capello, non si toglie e rimane attaccato al capello. Per toglierlo dovete proprio tirarlo via, come sfilandolo dal capello. Deve essere un lavoro certosino.

Insomma, provatele tutte per prevenire. Ed incrociate le dita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.