Tag: scuolaprimaria

Qualcuno mi spieghi il senso dei compiti a casa

Qualcuno mi spieghi il senso dei compiti a casa

Qualcuno mi spieghi il senso dei compiti a casa per i bambini che già frequentano la scuola a tempo pieno.

Spiegatemelo perché io non lo comprendo.

Quindi facciamo due conti insieme: questi bambini stanno a scuola dal lunedì al venerdì dalle8:30 alle 16:30.

Quaranta ore settimanali.

Quaranta ore.

Le stesse ore di un lavoratore full time.

Con una piccola differenza: il lavoratore il venerdì spegne pc, chiude l’officina e fino al lunedì mattina non ci pensa più.

Il bambino invece il venerdì ha i compiti da fare a casa nel week end.

Nel week end che dovrebbe essere periodo di riposo e pausa i bambini hanno i compiti. I bambini non hanno diritto di staccare la spina.

E parliamo di bambini di 6-10 anni circa.

Stanno a scuola 40 ore settimanali.

Essere maestra, l’insegnante  il ruolo più difficile

Essere maestra, l’insegnante il ruolo più difficile

Non deve essere facile essere un’insegnante al giorno d’oggi.

In realtà non lo è mai stato a mio avviso ma ora come ora è davvero complicato.

Ho iniziato a pensarci su ieri, quando all’uscita della scuola primaria ho visto la maestra che abbracciava teneramente un alunno i cui genitori ancora non erano ancora arrivati. Un abbraccio pieno di affetto.

E allora ho riflettuto su quanto sia difficile essere un’insegnante, dove il materiale di lavoro è umano.

Le penne cancellabili per la scuola. Che scelta infinita!

Le penne cancellabili per la scuola. Che scelta infinita!

Le penne cancellabili per la scuola. Che scelta infinita!

Ve l’ho già raccontato che a settembre Carlotta inizierà la prima elementare. Non so ancora bene cosa le servirà ma le cose base le sto già acquistando.

Ricordo ancora il mio primo giorno di scuola. Una cartella rosa, un quaderno e una penna cancellabile.

All’epoca c’era molto meno scelta. I modelli di cartelle erano 3/4 e le penne cancellabili le faceva solo una marca e solo di tre colori: nero, rosso, blu. Una tristezza infinita!

Provate oggi a cercare la parola “penna cancellabile”.

Vi si aprirà un cyberspazio di scelte. Oggi Le penne cancellabili le fanno tutte le marche di articoli da cancelleria.

Ce ne sono di tutti i colori e addirittura di tutti i tipi di punta.

Quando l’ho scoperto ci sono rimasta di sasso!

Per iniziare a provare ho acquistato la confezione da otto di BIC Gelocity Illusion.

E quando otto non dico solo otto pezzi ma bensì otto colori diversi!

Non mi vergogno a dire che da bambina la penna cancellabile rosa sarebbe stata il mio sogno! E infatti le ho provate io per prima!

Queste penne cancellabili non hanno nulla a che vedere con le penne cancellabili della mia infanzia.

La punta media da 0.7mm, permette una scrittura scorrevole e fluida e i colori sono brillanti, non si direbbe mai che siano completamente cancellabili.

E infatti non ci credevo nemmeno io finché non ho provato e ho visto che si cancellano per davvero grazie al pratico gommino situato nel tappo della penna stessa.

Il grip è ottimo, concentrato esclusivamente nella zona di impugnatura delle dita. l risultato è un’ergonomica salda e piacevole che rende piacevole il contatto e quasi impossibile alla penna di scivolare dalle mani.

E infine udite udite queste penne sono tutte RICARICABILI. Il che significa risparmio garantito.

Un ‘ultima curiosità, vi ho detto prima che l’inchiostro è termosensibile sapete cosa significa? Che col calore tende a svanire, e infatti il principio di cancellazione della penna si basa proprio sul calore generato dallo sfregamento del gommino sul foglio. Questo significa che se la penna viene tenuta al caldo troppo a lungo potrebbe dare l’impressione di non funzionare, ma non è così, sarà sufficiente raffreddarla per risolvere il problema.

Queste penne sono acquistabili in tutti i principali punti vendita della grande distribuzione, cartolerie e su Amazon.

Che dire speriamo che anche mia figlia apprezzi le sue nuove e super tecnologiche penne… ma sopratutto che apprezzi la scuola!

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica