Bonus mamme e bambini 2018 AGGIORNAMENTO gennaio 2018

Bonus mamme e bambini 2018. Aggiornamento Gennaio 2018

Sono state in questi giorni approvate le nuove manovre relative ai bonus bebè e famiglia. Vediamo insieme le novità e le riconferme.

bonus-bebe

BONUS MAMME DOMANI: si tratta di un bonus una tantum di 800 euro che potrà essere richiesto a partire dal settimo mese di gravidanza. Ecco le linee guida pubblicate dall’inps con la circolare n. 39 del 27 febbraio 2017.

Tratto dal sito inps:

Residenza in Italia; cittadinanza italiana o comunitaria; le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane per effetto dell’art. 27 del Decreto Legislativo n. 251/2007; per le cittadine non comunitarie, possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di cui all’articolo 9 del Decreto Legislativo n. 286/1998 oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE previste dagli artt. 10 e 17 del Decreto Legislativo n. 30/2007, 

Il beneficio di 800 euro può essere concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza; ( con questo requisito si includono le mamme che hanno partorito dal 1 Gennaio 2017)
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

La domanda va presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, attestante la data presunta del parto.

La domanda può essere presentata online all’INPS con il PIN attraverso il servizio dedicato.

In alternativa, si può fare la domanda tramite:

  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Per ulteriori dettagli ecco il sito inps Bonus Mamma domani

BONUS BEBE: il bonus bebè è stato riconfermato per i bambini nati o adottati nel 2018 ma la sua durata è stata limitata ad 1 anno. . Si tratta di un versamento mensile di 80 ( se l’isee della famiglia tra i 7000 e i 25000 euro)  o 160 euro ( se l’isee della famiglia è sotto i 7000) . Per ottenerlo è necessario fare domanda entro 3 mesi dalla nascita del bambino, facendo richiesta on line se si dispone del pin dispositivo, oppure tramite call center o tramite patronato. E’ necessario inoltre presentare l’isee attraverso un patronato o un centro di assistenza fiscale. L’isee fa rifatto ogni anno a Gennaio pena la sospensione dei versamenti.

 BONUS NIDO 2018: destinato ai bambini nati nel 2017, si tratta di un bonus di 1000 euro suddiviso in 11 mensilità per il sostegno al pagamento delle rette del nido. Non sono ancora uscite le modalità di richiesta.Fate attenzione perchè questo beneficio non è cumulabile con la detrazione fiscale per le spese documentate di iscrizione in asili nido sostenute dai genitori (una detrazione fiscale pari al 19% sul totale delle spese annue documentate, sostenute fino a un massimo di 632 euro).

Non è cumulabile neppure con i voucher asili nido o babysitter, misura già in vigore nel 2016 e prorogata nel 2017.

VOUCHER BABY SITTER E ASILI NIDO : destinato alle mamme lavoratrici dipendenti, che rinunciano alla maternità facoltativa è un’agevolazione di 600 euro al mese per 6 ,mesi allo scopo di pagare nido o la baby sitter.

Per le mamme lavoratrici autonome o imprenditrici la durata del bonus è di 3 mesi.

Il contributo per la retta dell’asilo sarà erogato direttamente dalla struttura, mentre  Il servizio baby sitter viene erogato attraverso il sistema dei buoni lavoro che potranno essere ritirati dalle lavoratrici presso la sede provinciale INPS entro e non oltre 120 giorni dalla ricezione della comunicazione di accoglimento della domanda. La madre potrà ritirare i voucher in un’unica soluzione oppure scegliere di ritirarli a cadenza mensile.

La richiesta va presentata sempre on line se si dispone del pin dispositivo, oppure tramite call center o tramite patronato.

Questi per ora i bonus interessanti che ho trovato. Mi riservo di aggiornare l’articolo in caso di novità!

Se vi è piaciuto l’articolo continuare a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.