Perché si devono spezzare le candeline del compleanno?

Spezzare le candeline
Spezzare le candeline

Spezzare le candeline

Spezzare le candeline del compleanno: perché si deve fare?

Ricordo che quando ero bambina, ma anche quando ero un po’ più grandina, dopo aver soffiato sulle candeline mi dicevano sempre che dovevo spezzarle, perché portava fortuna. In realtà a me piaceva conservare le candeline e riutilizzarle anche l’anno successivo (non usavo quelle col numero) finché non diventavano troppo corte. Ma mi sono chiesta spesso perché mi dicevano sempre di romperle. Adesso non me lo dicono più semplicemente perché sono diversi anni che non festeggio con gli amici e faccio solo una torta in casa con le mie bimbe.

Ma la curiosità sulle candeline mi è sempre rimasta. Ed allora sono andata alla ricerca di una spiegazione. E vediamo cosa ho trovato!

La prima spiegazione è legata ad una leggenda del Nord Europa. Secondo la leggenda una bambina viveva da sola nel bosco. Un giorno riceve la visita di una vecchietta, che le porta una torta per festeggiare il suo compleanno. La bimba rimane sorpresa e felice e decide di festeggiare il compleanno con la vecchietta. Soffiando sulle candeline la bambina desidera che quella gioia non finisca mai. La vecchietta dice alla bambina di spezzare le candeline per realizzare il suo desiderio. Ma la bimba non vuole spezzarle, perché sono colorate e le piacciono tanto. Il giorno dopo, quando si sveglia, la bambina si ritrova di nuovo da sola. E capisce che avrebbe dovuto rompere le candeline per realizzare il desiderio. Ma ormai è troppo tardi.

Un’altra spiegazione è invece legata alla scaramanzia. Rompere le candeline è un gesto che impedirebbe ad altri di utilizzarle e quindi di portarci via un nostro anno. Le candeline rappresentano una sorta di sigillo sulla nostra età e si rompono per far in modo che nessuno si appropri della nostra vita.

Insomma, l’idea della torta e delle candeline nascondono tante superstizioni. Come quella secondo la quale la luce delle candele tiene lontani gli spiriti maligni, che girano per rovinare i momenti di festa. In alcune zone della Germania, ad esempio, nei giorni di festa, le candele vengono accese sin dal mattino ed i bambini possono spegnerle solo alla fine della giornata, quando ormai la festa è finita. In questo modo si sta sicuri che nessuno spirito maligno rovinerà quel giorno di festa. Inoltre nel momento in cui si soffia sulle candele e si esprime un desiderio, questo desiderio verrà catturato dal fumo delle candele spente, che, salendo verso l’alto, porterà con sé anche il desiderio. Ed anche secondo questa superstizione, le candele si devono rompere perché così nessuno si approprierà di quel desiderio.

Quindi alla fine si tratta di una superstizione. Sta a voi decidere se crederci o no.

Voi solitamente le spezzate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.