Le persone ed il vostro test positivo: tipologie di reazioni

test positivo

Panzone! Oggi mi rivolgo a voi!

Quando si aspetta un bambino, le persone che ci circondano influenzano molto il nostro umore…con i loro comportamenti, con i loro discorsi…con le reazioni nei confronti dei nostri pensieri e delle nostre decisioni.

Tutto parte da subito! Appena si annuncia la dolce attesa!

A quante persone avete detto che aspettavate un bambino? Cosa vi hanno risposto?

Il mondo è bello perché è vario, ma un po’ tutte noi, non appena due lineette rosa compaiono su in test, veniamo a contatto con gli stessi tipi di reazioni alla nostra “incintezza”.

Io ad esempio, nelle mie due gravidanze, ne ho incontrati 5:

Le drammatiche chi non trova le Zia Assuntina di turno? “Oddio incintaaaaaaaaaaa oddio speriamo vada tutto bene eh?, se ne sente tante!!!!! Speriamo che ti dorma eh perchè il primo anno io non ho dormito, ah cmq la vita sociale scordatela eh, e il latte! speriamo tu abbia il latte che sennò! via tanti auguri eh speriamo in bene.”

Ma se invece che dir loro che eravate incinte dicevate che vi eravate rotte una gamba che vi avrebbero detto? No, così per sapere!

Le romantiche: le riconosci perché non appena vengono a sapere che avete un test positivo, cominciano ad inondarvi di messaggini con i cuori, a dirvi che la vostra vita comincerà adesso, che avrete un pezzo del vostro cuore fuori da voi stesse, vi linkeranno tutti i siti in cui si acquistano gli anelli con le perle di latte materno, i set per i calchi del pancione, i servizi fotografici per mamma e papà, vi disegneranno un possibile tatuaggio dove ovviamente impererá il simbolo dell’infinito e vi cominceranno a chiamare tesoro o dolcezza per i successivi 8-9 mesi. In questi casi si consiglia uno screening anticipato del diabete gestazionale.

Le NonSoloMammaMaAncheDonna sono quelle che se con un neonato di tre mesi non hai capello fatto, unghie fatte e lingerie sexy, ti sei annullata, perché una mamma non deve dimenticarsi di essere donna…Quindi appena restate incinte cominceranno a bombardarvi con “Oh ma non ti metterai mica quelle tutone larghe e brutte eh?! Scordati i mutandoni bianchi! E promettimi che ti truccherai sempre!” Ma se per un po’ non ho voglia/tempo di dedicarmi a me stessa che male c’è? E soprattutto gente, comodi come i mutandoni bianchi, niente al mondo!

Le CheVuoiCheSia: sono quelle che hannon3-4 figli e che con il loro atteggiamento, si insinuano tra sopracciglio e fronte, là dove si annidano le prime preoccupazioni che svanirebbero con un semplice “stai tranquilla”, ma loro no, loro ti dicono robe tipo “basta organizzarsi” “Non bisogna piangersi addosso” e allora sì che quelle microscopiche paure, diventano macigni di mancanza di fiducia ed autostima che ti fanno credere di essere una pippa in confronto a chiunque, anche ai campioni di tiro di caccole o di grattamento bilatelare di orecchie a tempo di musica.

Le nonmamme: con questa categoria intendo quelle che non hanno figli e manco ci pensano e che la notizia di una vostra gravidanza, provoca in loro una ruga in più, quella data dall’estremo sforzo di farvi un sorriso, quando nella loro mente invece, si figura una bella x nera sulla vostra faccia, nelle foto delle serate in discoteca. “Ora non cominciare a parlare solo di emorroidi e gambe gonfie eh? e se vogliamo andare a mangiare il sushi non rompere eh?!” Grazie friend, sono felice che tu sia così felice per me…

E voi? Che tipologie di reazioni avete trovato?

Qual è stata quella che vi ha reso più felice e quella invece che vi ha fatto uscire il fumo dalle orecchie?

 

Precedente La sfiga di essere una mamma psicologa Successivo Il Natale a scuola con un figlio e con due figli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.