Non ho vaccinato mio figlio e non credo nella luce salvifica del cardo mariano

NON HO VACCINATO MIO FIGLIO

Non sono una figlia dei fiori, non vado dai santoni e non credo nel potere salvifico della luce del cardo mariano.
Vorrei che una cosa fosse chiara: ho un medico che mi segue. Non uno a pagamento MA il dottore della asl, il medico della mutua, quello che mi diedero quando andai a farne richiesta. E lui, anzi lei, che mi ha sempre guidata e supportata nella scelta di non proseguire con le vaccinazioni obbligatorie, (Matteo ha fatto le prime due vaccinazioni di esavalente a 3 e 5 mesi e il meningococco e poi non ha proseguito con la vaccinazione a 12 mesi e quella a 5 anni) ed è sempre lei che cura me e la mia famiglia quando ci ammaliamo.
Quando stiamo male non prendiamo miscugli di erbe né facciamo bollire le lacrime del coccodrillo insieme alle zampe di rospo, (code di serpente, baffi di gatto e ali di farfalla. Cit) ma prendiamo gli antibiotici tradizionali.

In base al nostro tipo di problema è la dottoressa che ci guida verso la medicina più appropriata, che sia omeopatica o tradizionale. Non vado a guardare cosa fare sulla guida dell’aura purpurea. VADO DAL DOTTORE. E quando c’è bisogno di assumere un antibiotico lo prendiamo tutti. Nessuno escluso.

L’OMS ha dichiarato che c’è un crollo delle vaccinazioni in Italia e che bisogna ribadirne l’importanza.
E’ giusto. Ma io non ho ricevuto le garanzie di innocuità sui vaccini. E nessuno mi ha mai dato un bugiardino per capire a cosa potrei andare incontro. Prima mi dicono che si devono fare e poi mi fanno firmare un foglio in cui scaricano eventuali responsabilità per i danni che mio figlio potrebbe subire. (7 anni fa è accaduto questo alla mia asl e per questo non ho proseguito con le vaccinazioni)
I vaccini di cui parla l’OMS sono morbillo e rosolia che in Italia rientrano tra i “facoltativi” (vorrei ricordare che l’obbligo vaccinale non esiste più) e che vengono somministrati insieme a quello della parotite.
In Italia non solo l’obbligo vaccinale non esiste più ma alcune regioni hanno preso la strada della libera scelta.
Non è un controsenso? Venire bacchettati dall’OMS e poi dare alle regioni la facoltà di decidere?
CHIEDO e come me tantissime altre mamme, che venga curata l’informazione e la scelta consapevole rispetto alle vaccinazioni, che le persone siano informate su cosa stanno inoculando ai propri figli, sui danni e sull’intervento tempestivo. Perché la febbre alta dopo un vaccino non è normale e andrebbe segnalata come reazione avversa. Ma nessuno lo dice alle mamme. Perché esistono bambini danneggiati dai vaccini e hanno gli stessi diritti degli altri. Perché tu speri sempre che a tuo figlio non accada. Ma potrebbe succedere. E cosa faresti allora?
Ogni giorno vivo questa scelta come un macigno che pesa sulla mia coscienza. Ogni “etciù” di mio figlio mi fa rabbrividire. E ci penso che potrebbe contrarre qualunque tipo di malattia. E ci penso se devo fare fare un viaggio all’estero.
E le analisi anticorpali esistono e costano. E servono per vedere se il tuo corpo è immunizzato a determinati tipi di virus e batteri oppure no. E magari, prima di fare un vaccino sarebbe il caso di vedere se è necessario oppure no.
Ma io sono solo una mamma. E quando ho avuto un dubbio mi sono rivolta al mio dottore. Come fanno tutte le mamme. Credo.
Lo scorso anno Matteo ha avuto la polmonite. Siamo stati in ospedale e accanto a noi c’era una bambina con una malattia causata da emofilo. Ho chiesto al dottore come fosse possibile che una bambina vaccinata avesse qualcosa di riconducibile all’emofilo (è un vaccino “obbligatorio”) e lui mi ha risposto che i vaccini non sempre sono efficaci.
A volte vorrei avere le certezze delle mamme che vaccinano a occhi chiusi. Che pensano che non accadrà nulla ai propri bambini né ora né mai. Perché i dubbi, io, ce li ho sempre.

Potrei proseguire postando testi EUROPEI autorevoli (il primo che mi parla di wakefield lo banno) di medicina, potrei postare cosa avviene all’estero, video e foto di genitori distrutti dopo la perdita dei loro figli e che lottano ogni giorno contro il dolore.

Non si vedono mai. In tv non li invitano e i giornali non ne parlano. E seguo la storia di Alberto Tremante da anni. E ogni volta che leggo i suoi post non so come faccia ad avere tanta forza. Ma i suoi figli morti a seguito dei vaccini obbligatori per la scienza sono solo un numero. Ed è bene che nessuno sappia che i numeri esistono, che non sono solo sulle statistiche ma hanno un volto e un nome e genitori che li piangono.

Potrei proseguire ancora. E ancora e ancora. Con 7 anni di casi, di lotte, di storie, di indagini e di genitori…ma tanto ognuno rimane sulle sue posizioni.

Precedente Corso Feuerstein PAS Basic: la mediazione e il mediatore Successivo Come riconoscere la disgrafia e come intervenire: il nostro percorso

33 commenti su “Non ho vaccinato mio figlio e non credo nella luce salvifica del cardo mariano

  1. Ho fatto il tuo stesso identico percorso, a differenza tua pero’ mio figlio ha riportato danni da vacino (fortunatamente non gravissimi ) e che noi ci curiamo solo con omeopatia

    • Mi dispiace tanto. In questo momento ci sono i figli di serie A che muoiono di morbillo e i figli di serie B danneggiati dai vaccini. 🙁 e si guarda solo un lato della medaglia 🙁

  2. Bravissima. Il pensiero che ogni giorno mi faccio, le stesse parole, gli stessi ragionamenti. Sei la voce di tante mamme che la pensano e la vivono come te. Alice

  3. grazie per aver dato voce in modo tanto pacato, serio e ragionevole ai nostri pensieri, alle risposte che vengono d’istinto verso chi dileggia le nostre scelte, ma si vergogna delle proprie

    • Non credo che le persone siano in grado di capire le scelte. E’ molto più semplice fare quello che tutti fanno e pensare quello che tutti pensano. E’ faticoso andare contro un sistema. Ma oggi siamo tanti in questo campo. E, forse, stiamo facendo la differenza…Vorrei vaccinare mio figlio. Ma voglio informazioni e garanzie.

  4. Fossimo un paese civile un medico che consiglia l’omeopatia verrebbe radiato all’istante dall’albo. In Italia, invece, sono i grandi guru del movimento anti vaccini.
    Io davvero non mi capacito di come si faccia a prendere per buoni i consigli di chi mi somministra acqua e zucchero…

  5. “In base al nostro tipo di problema è la dottoressa che ci guida verso la medicina più appropriata, che sia omeopatica o tradizionale.”
    Sarò un’anima semplice, ma come definiresti un medico che consiglia una “medicina” omeopatica?

  6. Andreea il said:

    Ho i brividi… non ci voglio pensare…sono disgrazie della vita e penso non può succedere nulla…la prima bimba solo febbre ma per il resto è perfetta!! Ha fatto solo quelli obbligatori i primi 3. Poi abbiamo fatto finta di niente.
    Io be vorrei sapere di più….non mi piace questa faccenda…spero li aboliranno…in tutta Italia.
    BASTA VACCINI

  7. Guarda, io sono convinto che un persona debba essere libera di curarsi come meglio crede. Contesto, però, che un medico possa tenere il piede in due scarpe: o crede nella medicina (ossia nella scienza), oppure crede nell’omeopatia (che è fantascienza). Sono due realtà incompatibili, c’è poco da fare. Vuoi prescrivere l’oscillococcinum? Libero di farlo, ma non come medico iscritto all’abo.

    • Un vero omeopata non prescrive oscillococcinum. Io e i miei figli ci curiamo da 6 anni con omeopatia e guarda caso curiamo tosse, tracheite, diarrea, mal di testa, raffreddore, mal di denti, mal di pancia ecc…. Qui non è fantascienza è realtà sippressa da Big Phrama e aziende farmaceutiche che pensano al profitto (vedi ultimo farmaco per il tumore ritirato dal mercato e rimesso sul mercato con sovrappresso ltre 1000 %) . Fantascienza è chi dice fantascienza all’ omeopatia.
      Certo che se vai dal farmacista e chiedi un rimedio e come andare dal gommista e chiedere di registrare le valvole del motore. E non venitemi a parlare di acqua e zucchero o effetto placebo perchè allora non avete studiato bene. Documentarsi caro mio e tanto ! Sapere è potere.

      • Giò leggere “Big Pharma” mi fa intuire il tenore delle tue argomentazioni, ma tant’è.
        Tu e la tua famiglia non vi curate con l’omeopatia: semplicemente assumete acqua distillata. Poi le malattie passano, ma senza che esista alcuna correlazione tra le due cose.
        Questo lo dice la scienza: poi tu puoi continuare a “documentarti” sui blog e su facebook, eh…

        • aaaahhhhh ok adesso però non capisco quello che dici. Ci curiamo con l’ acqua distillata e quindi le malattie passano da sè……. allora anche tu affermi che FUNZIONA ! La pensi come me ma ancora non lo sai.

          Io mi documento ovunque e non mi piace fare la pecore e seguire il gregge, dato che mia madre mi ha dato un cervello lo utilizzo per ascoltare le due campane senza “preconcetti” inculcati da medici, televisione ecc… Auguri !

  8. anche io ho fatto il tuo stesso percorso e anche io ho il pediatra che mi ha consigliato di non vaccinarla più, i primi li ho fatti perchè obbligata da mio marito e mia suocera, ma dopo che gli ho fatto leggere tutti i casi che ci sono stati gli si è stretto x la paura, e ora ferma nelle mie convinzioni già glie lo detto che i prossimi vaccini non glie li faccio, supportata anche dal pediatra.

  9. La verità è che è molto più probabile che tuo figlio muoia di encefalite morbillosa (complicazione del morbillo), piuttosto che di effetti collaterali da vaccino. Si sviluppa una volta su 10. E il 15% muore, specie se sotto i 5 anni; e non è una bella morte. Questi sono fatti, tutto il resto è superstizione. E questo il tuo medico non te lo dice.

    • Superstizione ???? Vai a parlare con i danneggiati dai vaccini. Poi vai a parlare con i danneggiati dai vaccini che sono stati risarciti dallo stato con tanto di sentenza di tribunale , dopo e solo dopo puoi parlare di superstizione. Ma lo sai che il vaccino contro l’ epatite B (che poi ora è curabile con un farmaco) è stato reso obbligatorio dal tuo caro EX ministro della sanità De lorenzo poi condannato per avere preso mazzette protprio per questa legge ? Ma lo sai, quindi, che abbiamo in italia un vaccino obbligatorio grazie a delle mazzette di denaro. viva l’ italia e gli italioti …… sapere è potere il reso sono tutte pecore per il macello.

      • Leggere certe cose mi fa cascare le braccia. Persone che non riescono a comprendere un semplice testo scritto (“i danni da vaccini esistono, ma la probabilità di subirli è di molto inferiore rispetto a quella di “essere danneggiati” dalle malattie per cui ci si vaccina”) che discettano di medicina. Povera Italia!

          • Un normale dottore che prescrive medicine che non sono tali, e già su questo ci sarebbe da discutere.
            Ma sinceramente io leggendo i commenti vedo persone che, senza alcuna competenza in materia, hanno deciso di non vaccinare i loro figli.

          • Chi non vaccina si rivolge a un medico, si fida e si affida nello stesso modo di chi vaccina. E anche chi vaccina non ha competenza in materia. Il percorso seguito è lo stesso e si percorre pensando di fare del bene ai propri figli

        • Ma non dici nulla del cosiddetto ministro che piglia mazzette ? Raccogli le braccia e spiegami come è possibile che un vaccino sia obbligatorio quando un tribunale ha CONDANNATO tale individuo per corruzione.
          Solo questo caso ti fa capire cosa c’ è di mezzo ma qui si fa finta di non capire e di non leggere.

          Miei figli NON vaccinati e fiero di averlo NON fatto.

          Attendo replica, grazie

          • Al solito, hai un’idea molto particolare del nesso di causalità. De Lorenzo ha preso una mazzetta QUINDI il vaccino contro l’epatite è dannoso.
            Questo tuo modo di ragionare non sta nè in cielo nè in terra, mi dispiace. Non c’è alcuna logica, solo disinformazione da quattro soldi.

          • Caro mio vale anche l ‘esetto contrario: De Lorenzo ha preso una mazzetta QUINDI il vaccino contro l’epatite è utile (?)

            Bhe intanto non sarebbe stato obbligatorio. Quindi milioni di persone hanno dovuto obbligatoriamente farsi vaccinare, se per te è normale è inutile discutere.

            Dai su non mi parlare di logica se non riesci a pensare e fare un saltino al di là dei preconcetti. Auguri !

          • Se anche non fosse dannoso è INUTILE in un bambino di tre mesi.
            E visto che ci sono dei rischi -anche se minimi- non ha senso farlo, a meno che non ci siano genitori, o parenti stretti che curano il bambino, infetti -ormai una rarità-.

  10. ovviamente si cerca il meglio per i proprio figli, e si cerca di informarsi al meglio. Secondo me la statistica ci aiuta molto. E la statistica dice che viene danneggiato un bimbo ogni 250 anni a causa del vaccino del morbillo. Al contrario, un bimbo su dieci malato di morbillo, prende l’encefalite morbillosa, che nel 15% dei casi provoca la morte.

    Le controindicazioni e gli effetti collaterali ci sono per tutti i farmaci. A me ad esempio l’aspirina provoca emolisi, ma non per questo faccio una campagna contro l’aspirina.
    Diciamocelo, la psicosi contro i vaccini nasce dalla BUFALA che dice che i vaccini provocano l’autismo, tesi sostenuta da un dottore radiato dall’albo che ha ritrattato. Poi subentra il complottismo. Non vaccinare i proprio figli perché uno prese una tangente è idiota, e mette a repentaglio la vita di chi non può realmente vaccinarsi proprio a causa di incompatibilità.

  11. Grazie per questa tua testimonianza. Ho un bimbo che entro settembre 2015 DEVE fare la vaccinazione. Sono indecisa? CERTO CHE SI !!!! Ho letto che tu quella del quinto anno l’hai fatta. Penso che anche io prenderò la tua strada… anche se non ho un medico che mi supporta in questo! Speriamo bene e GRAZIE

  12. I miei due bambini sono nati affetti da una malattia rarissima che porta al trapianto epatico, perchè non c’è cura. Dopo il trapianto si è immunodepressi a causa di farmaci che riducono le difese immunitarie per evitare il rigetto d’organo e che si prendono per tutta la vita. Dopo un trapianto, anche se si volesse, non si possono fare vaccinazioni con vaccini vivi o attenuati ma è molto molto molto più facile ammalarsi se si viene a contatto con un soggetto malato. Prima di scoprire la malattia abbiamo fatto tutte le vaccinazioni, in modo consapevole, dopo esserci documentati dei pro e dei contro. Ora non possiamo più, ma i miei figli vanno a scuola e cercano di condurre una vita più o meno normale. Anche io tremo ad ogni starnuto dei miei figli e soprattutto spero che i bimbi con cui vengono in contatto siano stati vaccinati. Perchè, per riprendere un esempio già fatto, se le complicazioni per il morbillo riguardano una certa percentuale di casi, per tutti i bambini trapiantati questa percentuale è molto più alta. E anche se non sono tantissimi, i bimbi trapiantati ci sono e vanno a scuola e giocano con gli altri bimbi.

I commenti sono chiusi.