Crea sito

Leggende sulla gravidanza e la nascita dei bambini

neonato sereno
Neonato sereno

Sulla gravidanza e la nascita dei bambini ci sono veramente tantissime leggende o tradizioni popolari. Mi è capitato di leggere una leggenda che spiega come si forma il solco che abbiamo tra le labbra ed il naso. E trovo che sia una leggenda veramente molto emozionante. E non importa se ci si crede oppure no a questa leggenda. Io in ogni caso la trovo molto bella. Che ne pensate?

Secondo una leggenda talmudica quando un bambino nasce possiede la conoscenza di tutte le vite precedenti. Un angelo appare e lo istruisce a mantenere questo segreto, pone il dito sulle labbra del bambino che dimentica tutto. Una traccia del gesto dell’angelo rimane: è il piccolo solco tra le labbra e il naso. Soltanto a questo punto il bambino può emettere il suo primo grido.

Andando alla ricerca delle dicerie più curiose sulla gravidanza o sui bambini si trova veramente di tutto. Non dico che siano tutte vere (anche perché alcune cambiano anche in base alla regione e possono dire cose opposte), però è simpatico leggerle.

Mia nonna guardava la luna che c’era il giorno della nascita di un bambino per indovinare se avrebbe avuto un fratellino o una sorellina. Mia madre ha sempre guardato le lune per amiche e conoscenti. Ed ha sempre indovinato. Poi ha smesso di guardarla quando la luna della mia prima bimba ha predetto che avrei avuto un maschietto come figlio successivo ed invece è arrivata un’altra bimba. Anche la luna può ingannare!

Comunque, forse l’ho già detto, queste leggende mi incuriosiscono sempre molto. Ed allora mi sono messa alla ricerca di alcune credenze relative alla maternità.

Parlando di sesso del bambino che deve nascere, molti partono dalla forma della pancia per indovinare. Ma ci sono versioni discordanti. Dalle mie parti si dice che se la pancia è tonda allora sarà femmina, se è a punta sarà maschio. Ma in altre zone d’Italia si dice anche il contrario!

C’è chi invece conta il numero delle R presenti nel nome e cognome della mamma e del papà e nel mese del concepimento per indovinare se sarà femmina o maschio. Ci hanno provato a farlo a me quando ero incinta, ma sinceramente non ci ho capito molto.

Si dice anche che se la mamma si “imbruttisce” durante la gravidanza, allora aspetta una femmina (perché la femmina ruba la bellezza della mamma). Il maschio invece è più gentile e lascia la mamma bella. Ma invece a Venezia è il contrario… si dice che le femmine rendono il volto della mamma più dolce e sereno, mentre i maschi lo rendono più scuro.

Appena nato il bambino tutti pronti a trovare le somiglianze con mamma, papà o parenti vari? Tutto inutile, perché “sette mesi, sette facce“, ovvero il bambino nei primi 7 mesi cambierà così tante volte faccia che ogni volta bisognerà rimettersi a cercare le somigliante.

C’è anche chi dice che se un bambino è bello alla nascita, poi crescendo diventerà brutto (che cattiveria però!). E viceversa: i bambini bruttini alla nascita poi diventeranno bellissimi. E’ un po’ la legge del contrappasso!

Sul sesso dei futuri fratellini o sorelline, si dice anche che bisogna vedere se il neonato ha il codino. Se l’attaccatura dei capelli alla nuca del neonato finisce a punta, come se avesse un codino, allora arriverà un bambino dello stesso sesso. Anche se a me avevano detto che se ha il codino allora il prossimo sarà maschio. Se invece i capelli non finiscono a punta, allora o il bimbo resterà figlio unico o si avrà un altro bambino di sesso opposto.

Siete in attesa ed avete una improvvisa voglia di mangiare un certo alimento? Mandate subito il vostro compagno o marito a comprarlo e nell’attesa non grattatevi da nessuna parte… altrimenti rischiate che il bambino nasca con la voglia di quello che desideri nel punto del corpo in cui ti sei grattata.

Avete molte nausee? Il bambino sarà capellone. Con la mia seconda bimba, dopo i primi 3 mesi, le nausee mi sono tornate dal settimo all’ottavo mese, ma lei è nata parecchio pelatina!

Non indossate collane nei 9 mesi oppure il bambino nascerà con qualche giro di cordone intorno al collo (anche lui o lei vuole portare le collane come la mamma!)

Ed infine la luna… torniamo a parlare di luna. Quando cambia la luna il parto si avvicina. Le ostetriche assicurano che nelle notti di luna piena aumenta il numero di parti… ma è solo un caso?

Insomma, alla fine si dice tutto ed il contrario di tutto. Però alcune sono veramente curiose e simpatiche. E mi piaceva l’idea di raccogliere queste leggende e credenze popolari per sorridere un po’. Se conoscete altre leggende curiose e vi va di condividerle con me, scrivetele!

Una risposta a “Leggende sulla gravidanza e la nascita dei bambini”

  1. Ciao Kira, mi è piaciuto leggere quello che hai scritto sulle leggende e mi sono soffermata maggiormente su quella del sesso dei futuri fratellini….
    A me l’hanno detta un po diversa….se il bambino nato ha il codino il prossimo sarà un maschietto, se non ce l’ha arriverà una femminuccia….
    Io ho avuto una femminuccia e la nucca è dritta…..spero che le leggende non siano sempre vere perché vorrei un maschietto….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.