Crea sito

Stai attento a….

Stai attento a non cadere, stai attento a non sporcarti, stai attento a……

attento

Quante volte l’abbiamo detto e quante altre lo diremo a nostro figlio “stai attento”. Una frase ripetitiva, insistente, ma sarà giusto passare le nostre ansie e paure ai nostri bambini!

Una madre si preoccupa sempre, ha mille timori e non è mai tranquilla, i bambini sono così piccoli, indifesi, innocenti ed incoscienti, non capiscono e non conoscono le paure. E noi mamme cerchiamo di spiegargliele, a volte gli poniamo dei limiti oltrepassando la loro libertà, ma quanto il nostro atteggiamento può influire sul loro carattere!

Io credo che a volte dobbiamo moderare le nostre paure, perché si, è vero che i bambini non conoscono i pericoli ed hanno bisogno di noi per capirli, ma è anche vero che un atteggiamento troppo timoroso possa creare in loro una sorta di paura talmente forte da non sentirsi mai sicuri e coraggiosi!

Penso che a volte dobbiamo cercare di non mostrare, per prime noi stesse, in modo troppo evidente i nostri timori, ma dobbiamo farci coraggio noi ed incoraggiare anche il nostro bambino.

Insegnare ai nostri figli che esistono dei pericoli e spiegare a loro in che modo affrontarli con tono deciso e voce rassicurante, perché il bambino si accorge di un viso preoccupato e assimila tutta l’ansia che noi gli trasmettiamo.

Certo è vero che oggi i pericoli sono molti di più rispetto a una volta e di conseguenza sono maggiori anche le ansie, è diversa anche la vita di una mamma, lavoratrice e sempre di corsa, stanca e di conseguenza ancora più timorosa, ma bisogna trovare la forza e la tranquillità giusta per rasserenare i nostri figli e non farli vivere in un mondo pieno di paure!

Ti può anche interessare Come si diventa crescendo con genitori anaffettivi

oppure Quanti e quali sono i sensi di colpa delle mamme

se hai trovato questi articoli interessanti metti “Mi piace” alla mia fanpage Mamma e figlio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.