Crea sito

Le abitudini dei bambini che più infastidiscono i genitori

Le abitudini dei bambini che infastidiscono i genitori sono davvero molte, e spesso non sappiamo come affrontarle per evitare che si ripetino nel tempo!

abitudini

Vediamo alcuni consigli per fronteggiare tali comportamenti.

– L’ abitudine di dire “no” ad ogni richiesta

ll “no” del bambino sarà per il genitore uno dei momenti più difficili da affrontare. Il bambino intorno ai due anni comincerà ad acquisire la sua indipendenza ed inizierà a rifiutare ciò’ che gli viene chiesto. Inizia il periodo dei “no“. In questa fase il genitore dovrà avere la pazienza e la capacità di imporre delle regole e di farsi obbedire.Quando il bambino si rifiuterà di fare ciò che gli viene chiesto, la mamma o il papà non dovranno cedere al suo no.

Un metodo molto valido è proporre al bambino una scelta, invece di dire “andiamo a fare il bagnetto” gli verrà chiesto “preferisci fare la doccia o il bagnetto?”, a questa domanda il bambino sarà costretto a fare una scelta tra le due alternative e non potrà rispondere di no.

– L’ abitudini di mordere o picchiare

Un bambino che morde o tira calci non significa che da grande sarà una persona aggressiva. Questo comportamento di natura è la prima forma di difesa che ha un bambino, non essendo ancora in grado di difendersi verbalmente.

Per affrontare quest’atteggiamento del bambino man mano che cresce bisognerà fargli capire innanzitutto che non è in quel modo che riuscirà ad ottenere ciò che vuole, e quindi non fargli raggiungere i suoi scopi.

Non rispondere all’aggressività con sculacciate o castighi e far capire al bambino che non vi piace il suo comportamento e non che rifiutate lui come bambino.

– L’ abitudine di mettersi le dita nel naso

Mettersi le dita nel naso è una delle abitudini che più infastidiscono un genitore. Purtroppo ce l’hanno molti bambini e questo avviene spesso non per l’effettivo fastidio delle caccoline ma semplicemente per gioco o per noia. Per affrontare questo momento il genitore invece di sgridare il bambino e dirgli che non si fa deve cercare di distrarlo nel modo più naturale possibile, proponendogli altro da fare, ad esempio un gioco, che gli tenga occupato il tempo e le “mani”.

-L’ abitudine di dire le parolacce

Alcuni bambini, a cui è capitato di ascoltare delle parolacce, cominciano a ripeterle, e questo crea grande imbarazzo ai genitori soprattutto se dette in pubblico. I bambini poi hanno una grande abilità a capire che alcune parole sono brutte e non andrebbero dette, ma ci provano gusto e le ripetono.

Se vediamo che spiegargli di non dirle non serve a nulla, possiamo provare ad ignorare il momento in cui vengono dette, senza neanche sgridarli perché faranno peggio.

Se anche ignorando il momento dovessero continuare a ripeterle allora bisognerà prendere un provvedimento più duro, come una punizione, spiegandogli nuovamente che non è una bella cosa.

E a voi qual’è l’abitudine o il comportamento di vostro figlio che più vi infastidisce?

Vi può interessare anche Regole a tavola oppure Risposte alle domande più comuni che si pongono le mamme

Se volete rimanere aggiornati sui nuovi post mettete “Mi piace” alla mia pagina facebook

Mamma e figlio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.