App educative per bambini: la tartaruga Nylla

APP EDUCATIVE PER BAMBINI – La sfida avventurosa della tartaruga Nylla per recuperare i rifiuti di nylon e rigenerarli in nuovi prodotti tessili. E’ disponibile ora sull’Apple store il nuovo gioco di Nylla, la tartaruga che combatte per recuperare e rigenerare i rifiuti in filo di nylon ECONYL® e in nuovi prodotti.

Il gioco nasce dalla sfida di trasformare un complicato ma miracoloso processo chimico e meccanico in un appassionante videogame.

L’ECONYL® Regeneration System, un processo in sei step per la trasformazione di rifiuti pre e post consumer in filo di nylon rigenerato, diventa un videogioco in cui Nylla e il giocatore sono i protagonisti di questa miracolosa trasformazione che dà nuova vita ai rifiuti per creare un pianeta più pulito.

LA SFIDA DEI RIFIUTI – APP EDUCATIVE PER BAMBINI LA TARTARUGA NYLLAQuella dei rifiuti è sicuramente una delle grandi sfide del prossimo futuro e le nuove generazioni non potranno permettersi di abbandonare o ignorare i rifiuti che ogni anno si accumulano in mari, discariche o in natura. Tutto ciò che ora gettiamo senza pensarci, dovrà diventare una risorsa preziosa, sia per l’esaurimento graduale delle materie prime, sia per la salute del nostro pianeta. Alcuni infatti di questi rifiuti, non solo finiscono inutilizzati in discarica ma sono dannosi e pericolosi per l’ambiente, come è il caso delle reti da pesca abbandonate, non a caso, una delle prime sfide che la tartaruga Nylla deve affrontare.

COME FUNZIONA IL GIOCO – Il gioco, disponibile gratuitamente sull’Apple store, vede protagonista la tartaruga Nylla che affronta un percorso in 6 step:

  1. Mondo marino – Nylla deve recuperare le reti da pesca abbandonate ed evitare le mille insidie liberando i suoi cuccioli o facendosi aiutare dai subacquei.
  2. Mondo ufficio – Qui Nylla, dotata di uno speciale tosa-erbe per tappeti, rasa la moquette degli uffici cercando di evitare gli oggetti sul percorso, senza perdersi le preziose batterie che alimentano la sua macchinina elettrica.
  3. Separazione dei rifiuti – Dopo aver recuperato reti da pesca e fluff (la parte superiore dei tappeti) il giocatore dovrà dividere i rifiuti correttamente dato che, soprattutto per le reti, molti oggetti estranei si nascondono.
  4. Depolimerizzazione – Un complesso processo chimico che è il cuore del processo ECONYL® diventa una sfida per tenera alta la temperatura del calderone dove i rifiuti sono trasformati in materia prima. L’unico modo per farlo è ripetere correttamente la sequenza sonora.
  5. Polimerizzazione – Dal caprolattame otteniamo degli spaghetti che devono essere spezzettati in polimeri che poi andranno a produrre il filo nelle sue varie qualità e colorazioni. Solo gesti svelti possono portare al difficile trionfo in questo livello.
  6. Trasformazione – I polimeri sono trasformati in filo ma sta al giocatore creare le bobine di filo seguendo il percorso e unendo i giusti colori.
  7. Il gioco si chiude dando il punteggio conclusivo e creando un’animazione dei prodotti finali che da quel punteggio possono essere prodotti. Il giocatore ha quindi la possibilità di vedere concretamente il frutto dei suoi sforzi per la rigenerazione e la felicità di Nylla che potrà vivere in un mondo più pulito. Al momento però, la sfida continua!

Una risposta a “App educative per bambini: la tartaruga Nylla”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.