Crea sito

Vaccini pro e contro

Vaccini pro e contro!

La questione vaccini è molto delicata e divide la popolazione in due fazioni, pro-vaccini e contro-vaccini.

Cerchiamo di analizzare e capire insieme cosa sono, a cosa servono, e che effetti hanno sul soggetto vaccinato.

Vaccination, Doctor, Syringe, Medical, Bless You

I vaccini vengono “creati” in diversi modi, alcuni contengono direttamente il virus vivo della malattia ma in forma più lieve, in modo da non scatenare la malattia stessa, altri contengono i virus morti ed altri ancora sono sintetici o miscelati.

Il vaccino ha il compito di rendere il soggetto immune dalla malattia, e con la sua somministrazione si stimola la produzione degli anticorpi che neutralizzano il microrganismo stesso.

La vaccinazione ha la funzione di ridurre la mortalità dei bambini e di proteggere non solo l’individuo, ma anche l’intera comunità, poiché nasce il fenomeno di “immunità di gregge”. Ciò significa che i bambini non vaccinati per diverse cause, come ad esempio per allergia ai vaccini, sono più protetti vivendo in una comunità di persone vaccinate dove c’è una bassa probabilità che gli agenti infettivi circolino causando epidemie.

I rischi principali dei vaccini sono o una forte reazione allergica oppure il rischio di encefalite, dagli studi effettuati però le statistiche di questi effetti collaterali sono molto basse e comunque meno gravi rispetto alle malattie stesse, infatti c’è un’ incidenza di 1 caso su 1 milione.

Per quanto riguarda l’associazione con i casi di autismo è stato pubblicato nel 2013, dall’ American Academy of Pediatrics, un documento sulla sicurezza dei vaccini riportante 45 studi scientifici che dimostrano la non correlazione tra il vaccino e l’autismo.


In ogni caso è molto importante vaccinare il bambino quando si trova in uno stato di salute ottimale,  rimandare quindi il vaccino anche se ha solo un piccolo raffreddore.

Riportiamo qui di seguito il Calendario delle vaccinazioni

 Calendario vaccini

Tutte le informazioni contenute in questo articolo non devono assolutamente sostituire i consigli di medici pediatri o altro personale specializzato.

Ti può interessare anche:

allergia al latte

celiachia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.