Bambini – Terrore nella notte

I bambini ed il terrore notturno, cos’è e perché si manifesta durante la notte.


terrore nella notte

Il terrore notturno (o meglio pavor nocturnus) è un disturbo che colpisce molti bambini, prevalentemente dai 2 ai 4 anni, alimentando la paura ed il pianto del piccolo durante la notte ed alterando così la qualità del sonno.

Solitamente il terrore notturno avviene durante la fase di approfondimento del sonno.

Il bambino inizia a piangere ed urlare disperato e terrorizzato, si rotola nel letto o si siede con gli occhi sbarrati e viso spaventato. Non sta sognando ma sta vivendo una manifestazione eccessiva di una normale fase di sonno (parasonnia).

Durante questi episodi il bambino può manifestare tachicardia, eccessiva sudorazione e rigidità muscolare.

I genitori possono cercare di calmarlo, coccolarlo e svegliarlo ma il bambino può reagire urlando e agitandosi di più, tanto che i genitori si sentono impotenti e spaventati loro stessi da quello che sta succedendo.

L’attacco di terrore può durare da pochi minuti ad una mezz’ ora e sarà il bambino stesso che piano piano comincerà a calmarsi e rilassarsi riprendendo il sonno.

Molte possono essere le cause che scatenano il terrore notturno, tra queste troviamo:

  • stimolazioni sonore o luminose durante il sonno
  • febbre
  • distensione vescicale;
  • ipertrofia
  • stress

Il terrore notturno non è una patologia e non ci sono cure, è un’eccessiva reazione che può essere determinata da qualche episodio particolare e stressante avvenuto durante il giorno.

L’unico aiuto che possiamo dare a nostro figlio è limitare le tensioni durante la giornata e parlare dolcemente e a bassa voce durante la manifestazione di terrore.

Tutte le informazioni contenute in questo articolo non devono assolutamente sostituire i consigli di medici e pediatri.

Se hai trovato l’articolo interessante metti “Mi piace” alla mia pagina Mamma e figlio per rimanere aggiornato!

Guarda anche I terribili due anni e Cattivo umore uguale intelligenza

Precedente Parto-Manovra di Kristeller Successivo Vaccini pro e contro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.