Crema bianca: la ricetta con amido di mais (biancomangiare)

RICETTA CREMA BIANCA CON AMIDO

I ricordi dell’infanzia si dimenticano difficilmente, soprattutto quelli legati a profumi e sapori di “buono”. Ho scoperto da poco che la crema bianca si chiama biancomangiare ma per me rimane sempre crema bianca.
Questa è una ricetta tipica siciliana, mia nonna era solita farla per le festività e, un giorno, per caso, ricordandomene, ho chiesto alla mia mamma se sapeva il procedimento e gli ingredienti.
E’ semplicissima e va bene per tutti i tipi di intolleranze: non ha uova, nè farina…e si può sostituire il latte vaccino con quello di mandorla.

Ecco gli ingredienti direttamente dal ricettario della mamma:

è talmente semplice che potrebbe farla un bambino:

  • mettere l’amido e lo zucchero in un pentolino insieme alla scorza del limone e ad un pizzico di cannella

  • girare, girare, girare (mamma dice in senso orario ma sono mancina e anche in senso antiorario è venuta lo stesso!!!)
  • Volendo potete fare una base di savoiardi o pavesini
  • Spennellare acqua e zucchero (o rum e sambuca)
  • e attendere che la crema rapprenda. La crema è pronta quando non è troppo liquida ma nemmeno troppo dura, più o meno così
 per me è buonissima…provare per credere
buona merenda

Precedente Albero di Natale all'uncinetto con punto coccodrillo Successivo Come fare la calza della befana con il riciclo creativo

19 commenti su “Crema bianca: la ricetta con amido di mais (biancomangiare)

  1. Una domandina:in casa o solo fecola…Andrebbe bene ugualmente?? Questa crema ha un’aria così slurposa che vorrei provarla sul ciambellone che sta cuocendo in forno….

  2. ciao stef, non va bene la fecola, ci vuole l’amido!!!

    per lory, ma sai che non credo che l’amido del bagno, per intendersi, sia uguale a quello alimentare???!!!
    L’amido di cui parlo è venduto nel reparto della farina…ed ha una confezione molto simile!!!

  3. Grazie, allora la farò tra qualche giorno! Bello!Mi sono accorta di aver scritto “ho” senza la acca!!Vergogna!

  4. ‘ccidenti ho solo l’ amido da bagno!…chissà, magari con l’ amido del bagno vien fuori una buona crema idratante lenitiva!!Magari un pò appiccicosa… :)) Appena fabio va al super gli faccio prendere quello giusto e poi provo!!

  5. Ciao yummy,conosco bene la tua crema i miei figli sono super golosi e da buona siciliana è una ricetta antica e sempre gettonata,una variante prova a sostituire il latte con del latte di mandorla(magari fatto in casa) diminuisci la dose di zucchero e sentirai che delicato sapore.Dolci baciotti Milena a.

  6. uh mamma milena!!! chissà che bontà!!!
    devo aspettare di scendere per il latte di mandorla…qui non si trova quello buono 🙁
    che dici: con quello di condorelli verrà buona lo stesso???!!!

  7. ciao cara quanti ricordi…
    da buona siciliana la tua crema la conosco benissimo!!!!
    il latte di mandorla condorelli va benissimo!
    se vuoi un’altra variante:
    sbriciola dei biscotti e crea,(compattando con burro o marganina fusa) una base altra almeno 1 cm.
    stendi la crema, in frigo per un pò…zuccherini colorati (ottima scenografia per i piccini!!!)
    Quindi anche tu sei siciliana?
    bacio
    ps: io però l’amido a como non lo trovo, tu dove lo prendi e che marchio è così magari chiedo se c’è

  8. ciao mery,lo trovo al supermercato…la mia mamma è della provincia di agrigento…e io amo talmente tanto quei luoghi che i miei hanno deciso di comprare casa per loro e per noi figli…dunque ci vado non appena posso!!
    Qualcuno aveva il mal d’africa..io ho il mal di sicilia!!

  9. ma dai.. anche io sono della provincia di Agrigento…
    chissà che magri in Agosto non riusciamo a conscerci de visu!!!
    bacioni

  10. mi hai fatto venire gola con questa crema, la metto nella lista con le torte che ho trovato in giro tra i blog, gli asciugamani con i nomi sono belli, hai un sacco di lavoro per le mani, ciao Barbara

I commenti sono chiusi.