Cosa visitare a Londra con i bambini

COSA VISITARE A LONDRA CON I BAMBINI – Siamo appena tornati da Londra dove abbiamo passato un lungo week per festeggiare il compleanno di Matteo (7 anni) e Andrea (che ha superato gli anta) e sono pronta a darvi le mie istruzioni per avere una vacanza serena.

Mi aspettavo una città antica e ricca di storia, cultura e tradizioni e così l’ho trovata. Se dovessi descriverla in una parola direi, senza ombra di dubbio, EFFICIENTE. Mai un autobus, un treno, una metro in ritardo e tanta pulizia e civiltà. Peccato solo per la scarsa cura al dettaglio delle abitazioni che, pur essendo bellissime, vestite di mattoncini rossi, hanno fili in vista, nessuna grondaia e all’interno, tanta moquette e nessun bidet.

  1. HOTEL O APPARTAMENTO? Abbiamo scelto di stare in appartamento, l’abbiamo prenotato su booking.com in zona 2 (londra è divisa in zone) servito dalla linea metro jubilee che arriva direttamente in centro. È stata una scelta azzeccata perché abbiamo potuto visitare anche posti diversi da quelli turistici immaginando di vivere come i londinesi, con i bambini in divisa che vanno a scuola in monopattino, gli alberi lungo i viali curati e i supermercati aperti 24 ore su 24. 
  2. VIAGGIARE CON I MEZZI PUBBLICI Abbiamo preso la oyster card per gli spostamenti. Ha un costo di 5 sterline e si ricarica comodamente da ogni punto di londra. Il vantaggio di questa card è il prezzo agevolato delle corse in bus e metro. Ad esempio, il viaggio dall’aeroporto di heatrow al centro di londra è di 2,60 sterline con la oyster card e 5,70 senza. 
  3. COSA VISITARE avevo stilato un percorso molto serrato da casa che é stato rispettato quasi in tutto.

  • primo giorno pomeriggio: prendere la metro e  scendere a westminster, vedere big beng, london bridge, london eye, trafalgar square, buckingam palace. 
  • Secondo giorno: LEGOLAND windsor, prendere la metro fino a paddington, prendere il treno fino a slougt e poi un altro treno fino a windsor 
  • Terzo giorno: prendere la metro fino a  south kensinghton per il museo di storia naturale, museo delle scienze, harrods, prendere la metro fino a regent park con il parco giochi in memoria di lady D., portobello road (che è saltato) 
  • Quarto giorno: prendere metro fino a holborn per il british museum e il cartoon museum.

COSA MI E’ PIACIUTO Mi sono emozionata davanti al big ben, avrò scattato milioni di foto, mai e poi mai mi sarei aspettata una simile reazione di ammirazione e stupore per un monumento! Altro posto che ho adorato è stato il museo di storia naturale. Non per quello che era esposto all’interno ma proprio per l’edificio in sé. Sembrava di stare nel castello di hogwarts con le scale a cui piace cambiare percorso e la calda pietra beige, gli intarsi meravigliosi, gli archi e la sensazione che il tempo si fosse fermato all’epoca di costruzione. Windsor è una bomboniera, vale davvero la pena di visitare la cittadina e il meraviglioso castello. Noi ci siamo passati andando a legoland che è un posto che vale assolutamente il viaggio da londra.
COSA NON MI È PIACIUTO buckingam palace mi ha tanto delusa! Non so perché ma mi aspettavo un edificio imponente, una architettura ricca, invece ho trovato il luogo molto poco entusiasmante.
COSA AVREI VOLUTO FARE sarei voluta andare a visitare gli studios di harry potter e fare il giro della londra di harry potter ma il tempo era poco…


Precedente Primo giorno di scuola con il metodo Feuerstein Successivo Il lettore va educato? Pensieri di una blogger in crescendo

3 commenti su “Cosa visitare a Londra con i bambini

  1. grazie per le informazioni ne terrò conto … Tutte cose che vorrei far vedere ai miei bimbi…io ci sono stata parecchio tempo fa e ne serbo un bel ricordo…soprattutto Harrods e Portobello road e le mitiche buonissime patate ripiene 🙂 oltre al big ben naturalmente…

  2. gaetana il said:

    Ottimo farò tesoro di queste infomazioni…hai qualche dritta sul cibo visto che io ho un bambino particolarmente difficile
    Grazie gae

    • yummymummy il said:

      Nei supermercati trovi cibi di tutti i tipi, noi abbiamo affittato un appartamento e abbiamo cucinato spesso in casa 🙂

I commenti sono chiusi.