la mamma ideale

La mamma ideale ha 20 anni
La mamma ideale ha provato una sola volta ad avera il suo bambino ed è rimasta incinta.

Lei e il marito ideale (non quello di bismamma eh!) sono scoppiati di gioia e hanno cominciato a scegliere il nome e a fare il corredino.
la mamma ideale è felice di fare esami del sangue e delle urine ogni 2×3, non ha nausee, non le si gonfiano le caviglie, non ha voglie, e vive felicemente la gravidanza, guidando fino alla fine della 39esima settimana e lavorando fino all’ultimo.
La mamma ideale prende solo 6/8 kg perchè il suo metabolismo non si blocca durante la gravidanza. porta la taglia 40 fino al sesto mese e sorride e si trucca tutte le mattine. I suoi ormoni sono immuni alla gravidanza. <

br />La mamma ideale partorisce naturalemente, senza dolore, a 39+5, con un travaglio lampo di 5 ore, il suo cucciolo nasce sano e felice.
Subito dopo il parto le arriva la montata lattea e allatta con gioia fino all’anno di età.
La mamma ideale, appena esce dall’ospedale, è già in forma e porta i suoi pantaloni di sempre.
Una volta tornata a casa la mamma ideale non fa fatica. Il bimbo dorme, mangia e lei accudisce la casa, sbriga sorridendo le faccende domestiche, lava i panni del piccolo a mano e col napisan e si trucca ogni mattina. Sforna deliziosi manicaretti per sè e la famiglia, prepara il brodo vegetale al piccolo ogni giorno e lo porta sempre a fare la passeggiata. In casa sua non si vede la tv ma si legge un libro davanti al camiono oppure lei si diletta a suonare il piano per il suo piccolo ed il papà ideale.La mamma ideale ricomincia la sua attività sessuale immediatamente.
torna al lavoro con un bel part time non appena il piccolo compie un anno e non ha problemi di inserimento al nido. Nè alla scuola dell’infanzia. Non ha mai perso una notte di sonno perchè lei, il suo piccolo, l’ha abituato “così”.
Il figlio della mamma ideale è descritto qui, su promiseland e le considerazioni che si fanno in proposito mi sento di quotarle in pieno.
La mamma ideale non esiste. E nemmeno il bambino normale.
Se prendiamo coscienza di questo riusciremo a toglierci dalla mente l’idea della standardizzazione della maternità e forse, fnalmente, daremo ascolto al nostro infallibile istinto che ci guida verso il naturale soddisfacimento dei bisogni dei nostri figli. e badate bene: per ogni figlio un comportamento diverso.
Non siamo tutte felicemente imperfette e i nostri figli sono tutti beatamente felici!!!
Lo so che sono ripetitiva ma questo proliferare di mamme perfette mi fa davvero male. Avere dubbi e mettersi in gioco, sbagliare, riprovare e trovare un nuovo equilibrio ci rende perfette nell’imperfezione. E nella mia imperfezione io mi sento felice e appagata.

Precedente La verità assoluta e nonna Marcella Successivo A proposito di linguaggio

20 commenti su “la mamma ideale

  1. ciao cara….mi hai fatto proprio ridere!!!!!!!
    Come tutte noi conosco anch’io un mare di mamme perfette…eh,eh!!!!!
    W la nostra umana imperfezione 🙂
    un bacione
    stefy

  2. cara yummy devo dire che First si avvicinava molto alla definizione del bambino “normale” anche se mangiava ogni 3 ore ma si addormentava subito dopo senza nemmeno il ruttino infatti un anno dopo ero così felice che ho voluto un altro bambino e per la legge del contrappasso è nato Second l’esatto opposto…così m’imparo!;-)

  3. p.s. quando ti capita il bambino bravo pensi VERAMENTE che sia merito tuo, ti senti una brava mamma e te lo fanno pensare anche gli altri, poi quando ti capita il figlio che chiamarlo terribile è un’eufemismo (vedi commento precedente) ti devi ricredere…per quanto cerchi di essere una brava mamma ogni bambino è a sè mi “accontento” che i miei figli siano felici 🙂

  4. Ho scritto un post sul bimbo perfetto e le mamme in competizione; mi piace molto questo tuo post e sono felice di non rientrare nella categoria 🙂

  5. Che bello, ci stai regalando dei post stupendi! Ho letto anche l’articolo sul bambino ideale. Inutile dire che sia io che il mio bimbo Topastro siamo 100% imperfetti ma felici di esserlo!

  6. ahah mia cara, ti stupirò, ma giuro che ho conosciuto una ragazza veramente così.
    E’ una mia vicina di casa, è rimasta incinta a 19 anni, (non cercato, ma subito felicissima).
    Si sposa,(lei è bellissima di suo, di quelle che preghi perchè ci sia giustizia divina, e che metta su 30 kg e una montagna di cellulite)la gravidanza procede benissimo, mai una nausea, mai un vomitino ( e io che la prima e la seconda gravidanza me le sono fatte abbracciate al cesso)mette su 5 kg(no giuro CINQUE KG). Allora tu infima pensi “va beh kazzo, ma questa partorirà un bimbo grosso come un criceto, piccolo si, ma la aprirà da parte a parte…”e invece dopo 3 ore di travaglio partorisce un bimbo di 3 kg e 1 etto.
    Dulcis in fundo, la vedo tornare dopo 2 giorni di ospedale, il capello lucido e setoso, la pelle di porcellana e una mini ascellare.
    Pareva una appena tornata da sharm el sheik.
    La rivedo dopo 15 giorni, in ascensore, il bimbo nel marsupio, le chiedo: “dorme”? ma so già la risposta “tutta la notte come un angelo”.
    Certo, non mi lamento, perchè a parte la seconda gravidanza finita con un cesareo d’urgenza alla 32sima settimana e la bimba in incubatrice per 5 settimane, a me è sempre andato tutto bene, ma cacchio, io appena tornata dall’ospedale parevo ‘na zombie.
    La minigonna non l’avrei messa, solo per i peli osceni sulle gambe.ahah
    Ultimamente invece non sopporto più quelle che
    NO EPIDURALE, SONO UNA VERA DONNA IO.
    E anche quelle che non mollano 5 minuti il bimbo, nemmeno alla propria mamma perchè non possono perdersi nemmeno 7 secondi del proprio bimbo.
    Ma sono solo io che ho l’impulso irresistibile di mollarli, ai nonni, alle zie, ai cugini, e passare 2 ore senza loro per capire di nuovo da che parte sono voltata?
    Bacioni
    Lavì

  7. o lavì…non sei sola!!! io odio chi dice no a priori e si schiera con assolutamente bianco o completamnte nero…la tua amica è stata premiata perchè aveva 19 anni, poveretta, se le capitava pure un bimbo “amplificato” andava al manicomio seduta stante!!!

  8. una mamma è sempre una mamma ideale
    con i chili di troppo
    con il disordine a casa
    con il bambino che non vuole mangiare
    a renderla mamma ideale è l’amore puro che ogni mamma nutre per i prorpi figli
    è stato un picere scoprire questo bellissimo blog
    ti seguiro’ con interesse
    ciao katya

  9. all’inizio cercavo anche io di essere una mamma perfetta e non solo una moglie perfetta una casalinga perfetta e una lavoratrice per fetta.. beh il manicomio mi aspettava dietro l’angolo… fino a quando mi son detta ma ke ka..o…. si fa’ quel che si può e poi si mette un bel punto…… non ce la fai non è possibile fare tutto quello che facevi prima di essere mamma….. è normale sentire il bisogno di avere un paio di ore per sè magari mezza giornata e a volte anche una intera sapendo che hai lasciato TUO figlio in buone mani…..anzi quando torni a casa hai ancora più voglia di stare con tuo figlio….. di mamme “perfettine” ne conosco anche io…ma mi chiedo: lo sono realmente????? o fuori fingono di essere il ritratto della felicità????????? bohhhhhhhh
    l’importante per me è sapere che mio figlio è sano e felice…….. il resto passa tutto in secondo piano……..
    deb

  10. Quando mi hai regalato quel bellissimo libro “Le madri non sbagliano mai” mi hai felice. Ora le tue parole sono un balsamo per il cuore. Amiamo i nostri terremotini viziatini. E, del resto, cosa ricordiamo delle nostre mamme? La loro perfezione o il loro amore incondizionato? Ecco, quello a cui punto (e sarebbe il massimo arrivarci) è lasciare nel cuore di Leo quello che mia madre ha lasciato nel mio. Dimenticavo….I love yummy 😉
    Stefy (Lunadiluni)

  11. Ti quoto, ti quoto e ti straquoto! Perchè anche se siam in tante a dirlo non è mai abbastanza!!! I luoghi comuni, gli imperativi categorici o le fesserie (per dirla con molta educazione!!) la fanno ancora da padrone!!! Quindi brava, brava, brava e grazie!
    p.s. ho scoperto il tuo blog solo oggi, complimenti!!

I commenti sono chiusi.