Parto di Natale tra gli immigrati

incinta di colorePARTO DI NATALE IN NAVE- Il giorno di Natale sono state ben quattro le operazioni di salvataggio di immigrati operate dalla Marina Militare nel Canale di Sicilia. Tra le 1.300 persone tratte in salvo anche Kate,  28 anni una donna nigeriana incinta, soccorsa dalla nave “Borsini” che ha messo al mondo, proprio il giorno di Natale un bambino di 2,7 kg e che secondo alcune fonti si chiamerebbe Testimony Salvatore.

PARTO NATURALE- Dopo il parto avvenuto a bordo, la donna  e il bambino e l’altra figlia più grande, Destiny di 15 mesi,   sono stati trasferiti sulla nave Etna, e  successivamente nel pomeriggio sono sbarcati a Messina, insieme ad altri 900 migranti.

LEGGI ANCHE: Partorisce in areo subito dopo il decollo 

IMMIGRAZIONE- “Siamo partiti il 23 dicembre dalla Libia, mio marito e gli altri due figli di 10 e sei anni sono rimasti in Algeria. – ha raccontato – Siamo tutti nigeriani. Sono felice della nascita di mio figlio, ho avuto paura ma tutto è andato bene”.                                                                      Il piccolo è stato anche battezzato a bordo dal sacerdote Don Paolo, con testimone oltre la ginecologa che ha assistito la donna durante il parto, la Dott.ssa Maita Sartori, anche gli infermieri, mentre il comandante della nave ha fatto da “padrino” a questo piccolo bambino che nella disperazione di queste persone che affrontano un vero e proprio “viaggio della speranza”, ha regalato un momento di felicità. 

 

Fonte: corrieredellasera.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.