Giovane mamma partorisce in casa e decide di non riconoscere il figlio

donna-auto2-150x150

Una giovane mamma di 23 anni, di Castelfidardo, avrebbe partorito in casa per poi decidere di abbandonare il bambino all’ospedale.

Una mamma partorisce nel gabinetto due settimane prima

La drammatica vicenda è accaduta lunedì sera intorno alle undici. La giovane mamma era al nono mese di gravidanza. Sembra non avesse avuto alcun problema mentre aspettava il piccolo, tanto da essere arrivata sana alla fine del periodo. Poi le doglie,  la rottura delle acque. Il bambino voleva nascere e non si sa ancora se la mamma abbia voluto coscientemente partorire da sola in casa, con tutti i rischi del caso, o non abbia avuto il tempo tecnico di chiamare i soccorsi o di farsi accompagnare da qualcuno in ospedale.

Con lei in casa c’era comunque sicuramente qualcuno, visto che questa persona, non si sa se un’amica o un parente, alla vista di quanto stava accadendo ha chiamato i soccorsi. Immediatamente a Castelfidardo è arrivata un’ambulanza del 118, ma quando i sanitari sono giunti sul posto era già venuto alla luce un bel maschietto. Sia la madre che il piccolo erano in buone condizioni fisiche. Poi la donna ha rivelato le sue intenzioni: una volta trasportata con il neonato all’ospedale pediatrico Salesi di Ancona, la neomamma ha detto ai medici di non voler riconoscere il bambino appena venuto al mondo. Si tratta di un maschietto e sarebbe in buona salute.

Fonte credits | Il resto del Carlino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.