Embrioni scambiati, trovati i veri genitori biologici

Aperto un fascicolo contro ignoti e senza ipotesi di reato nella vicenda degli embrioni scambiati, forse a causa di due cognomi simili, all’ospedale Pertini di Roma.

L’azione è stata avviata dopo la denuncia di una donna che si è sottoposta alla fecondazione non andata a buon fine. I test del Dna avrebbero confermato l’errore e individuato la coppia di genitori veri biologici, avvertiti dalle autorità sanitarie. Non si tratterebbe  della coppia che ha sporto la denuncia.

Gli esami del Dna e della saliva avrebbero quindi confermato che uno scambio di embrioni, all’ospedale Pertini, ci sarebbe  stato.

Le impiantano embrioni non suoi: lei li farà nascere

Il direttore generale dell’Asl Roma B, Vitaliano De Salazar avrebbe affermato che i risultati delle analisi effettuate unitamente ai riscontri procedurali delle operazioni svolte durante la seduta di trasferimento degli embrioni escludono il coinvolgimento delle altre coppie che sarebbero state  prontamente informate . Nello scambio di embrioni dunque sarebbero coinvolte solo due coppie.

Secondo il giudice costituzionale Ferdinando Santosuosso  il figlio è di chi lo partorisce , la legge infatti stabilisce che figlio è di chi lo partorisce, quindi la mamma che sta portando avanti la gestazione non rischia di perdere i figli.

Fonte credits|Leggo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.