Crea sito

Tag: casa

Tutto quello che ti posso insegnare

Tutto quello che ti posso insegnare

Tutto quello che ti posso insegnare, in realtà non è molto.

Ho commesso molti errori nella mia vita, e continuo farlo, tant’è vero che troppo spesso mi chiedo come fare ad essere per te il modello perfetto da seguire.

Perché l’unica cosa che desidero al mondo è che tu sia felice sempre e comunque.

Ma poi capisco che la perfezione non appartiene a questo mondo. E che la felicità non può essere una condizione perenne altrimenti cesserebbe di esistere.

E allora per te posso essere solo quella che sono, cercando di tirare fuori il meglio di me e di te.

Figlio mio quanto sudi! Come prevenire il sudore estivo

Figlio mio quanto sudi! Come prevenire il sudore estivo

Figlio mio quanto sudi! Come prevenire il sudore estivo.

I bambini sudano. Sudano molto più di noi.

Appena si addormentano molto di loro iniziano a sudare fino a baganrsi i capelli.

E tutto normale, il sistema di termoregolazione deve maturare e nel frattempo si comporta in questo modo.

Se in inverno il problema del sudore è limitato, d’estate si presenta con prepotenza.

Per spostamenti necessari siamo spesso costretti a farli salire in macchina e se la macchino non è stata all’ombra l’effetto forno sarà assicurato per entrambi.

Se il papà è poco presente la mamma ha il carico da 100

Se il papà è poco presente la mamma ha il carico da 100

Se il papà è poco presente la mamma ha il carico da 100.

Ci sono famiglie e famiglie.

Situazioni ed equilibri diversi, a volte davvero equilibrati e a volte per niente. A volte equilibrati solo in apparenza.

Ci sono papà tutto fare ma sopratutto ci sono mamme tuttofare.

Sono quasi sempre le mamme che partono la mattina con la macchina carica di bambini. Che sfrecciano nel traffico e si districano tra un pianto e un capriccio.

Sono le mamme che si svegliano da sole, perché o lo sono o perché l’altra metà della mela è già a lavoro. Che si trovano ad alzare, coccolare e preparare più bambini. Con la fretta tipica di una mattina feriale.

Sono le mamme spettinate. Quelle che parcheggiano a tutta velocità e scendono con un bambino in braccio e uno per mano, sempre di corsa per arrivare all’altro asilo e poi finalmente sul posto di lavoro.

Alcune sono le mamme single, altre invece con compagni che pensano troppo al lavoro, a volte per dovere a volte perché lo preferiscono.

Non voglio colpevolizzare nessuno in fondo.

Ogni famiglia ha la sua storia. E io sono tra quelle mamme spettinate.

Quelle che con agenda in mano organizzano, pianificano e non si fermano nemmeno quando si rompe il tacco della scarpa.

Quelle che non hanno un appoggio, un aiuto e l’unico aiuto lo trovano alla fine delle loro braccia,

Quelle che alla sera sono troppo stanche e magari devono anche sopportare un compagno che arriva a casa credendosi più stanco di loro.

Perché lui non lo sa quanto sia faticoso passare un intera giornata a gestire e organizzare i bambini.

Quel compagno che la figlia l’ha accompagnata all’asilo si e no 2 volte in tre anni.

Quello che crede di avere il diritto di essere quello più stanco solo per il numero di ore conteggiate dall’ufficio paga.

Ma le ore in casa non le conteggia nessuno.

Le ore spese a organizzare, accompagnare e consolare non hanno un peso specifico.

Ma si contano in profondità di occhiaie e stanchezza.

In sorrisi amari.

E in giornate a volte da dimenticare.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Qualsiasi cosa deciderai per tuo figlio preparati ad una marea di critiche

Qualsiasi cosa deciderai per tuo figlio preparati ad una marea di critiche

Qualsiasi cosa deciderai per tuo figlio preparati a una marea di critiche.

Perché oggi come oggi sono tutti tuttologi.

O pecoroni dipende dai punti di vista.

Ci sono cose che gli dicono che si devono fare e vanno fatte. E se tu invece pensi con la tua testa e non le fai allora preparati a subire le peggio critiche. Commenti alle spalle. Chiacchiere inutili.

La percezione del tempo quando diventi mamma

La percezione del tempo quando diventi mamma

La percezione del tempo cambia in modo radicale dalla vita pre mamma alla vita da mamma.

Le ricordo le ultime settimane della mia prima gravidanza. A casa da lavoro passavo le giornate ad annoiarmi.

Guardavo i pannolini pronti ad essere usati, le tutine belle piegate e stirate nell’armadio.

Giravo per casa, nella mia casa dove ogni oggetto era perfettamente al suo posto, e immaginavo come sarebbero state le mie giornate dopo.

Quello stesso dopo che sarebbe stato un vero punto di inizio e un punto di fine.

Pulizia e igiene della casa con animali e bambini

Pulizia e igiene della casa con animali e bambini

Pulizia e igiene della casa con animali e bambini

Sugli animali domestici come cani e gatti regna il pregiudizio che portino sporco in casa e che quindi una casa con animali non sia adatta ai bambini.

Io ho due cagnoline, ce le ho da sempre e Carlotta è nata in una casa abitata oltre che da mamma e papà da due sorelle a quattro zampe.

Quando lei ha iniziato a gattonare e a giocare seduta in terra le cagnoline sono rimaste in casa, vicino a lei. Non sono certo la persona che reclude i cani in giardino perché è nato il bambino!

Non mi sono mai fatta problemi se non pulire un po’ più spesso il pavimento.

I cani perdono peli, i bambini briciole, pezzi di plastilina, di carta e qualsiasi cosa riescano a maneggiare. Ognuno ci mette del suo e contribuisce a creare sporco in casa.

Le volte in cui prendo in mano l’aspirapolvere sono innumerevoli durante il giorno perché lo ammetto sono anche un po’ fissata.

Non saprei contare le ore spese a prendere l’aspirapolvere, attaccare il cavo, cercare la prolunga, imprecare perché non trovo l’adattatore, inciampare sul filo, pulire, e alla fine mettere a posto tutto. Cosi avanti e indietro innumerevoli volte durante la giornata.

Sono anni che medito l’acquisto di un’aspirapolvere senza filo ma ho sempre rinunciato perché comunque la potenza sarebbe stata inferiore e io ho bisogno di moltissima potenza per pulire i disastri di cani e bambini.

Poi ho scoperto LEI, MultiPower PET lo scrivo a caratteri maiuscoli perché è stata una vera svolta nella mia vita di mamma e lavoratrice.

Si tratta di un’ aspirapolvere multifunzione dotata di tecnologia ciclonica, senza filo con un’ottima efficienza di aspirazione al minimo della potenza.

Dotata di una testa completamente snodabile è in assoluto ò’aspirapolvere più leggera e maneggevole che abbia mai posseduto. Non si attacca al pavimento quindi si passa con leggerezza, non come la vecchia aspirapolvere acquistata dal non-marito che si attaccava a terra e passarla era una fatica immane.

lL MultiPower tra l’altro è dotata del FLOOR SENSOR smart tech: il sensore intelligente che  riconosce automaticamente il passaggio da una tipologia di pavimento dura a morbida (es. tappeto a pelo spesso) e viceversa, regolando la potenza aspirante e ottimizzando le prestazioni in uso.

Proprio perché ho i cani la versione che possiedo io è dotata del PET SYSTEM ovvero una speciale spazzola motorizzata con setole specifiche per la raccolta di capelli e peli di animali domestici che si pulisce. Un’altra caratteristica è la piacevole fragranza che viene rilasciata durante l’aspirazione tramite un dischetto profumato applicato al filtro.

La multipower ha una base per la ricarica con il minimo ingombro, e per averla sempre a portata di mano le ho trovato un angoletto in cucina.

Una volta completata la ricarica ha circa 60 minuti di auotnomia, e spenta ha un autoscarica trascurabile non è quindi necessaria tenerla sempre in carico quando non la si utilizza.

Una caratteristica che adoro e trovo di un’utilità pazzesca quando è necessario arrivare a pulire sotto il letto e in tutte le zone buie è il sistema d’illuminazione Led. La illumina molto bene le zone che sta pulendo permettendo quindi prestare maggiore attenzione e ottenere risultati migliori.

Il pannello di controllo è dotato di comandi touch e con un semplice sfioramento è possibile regolare la velocità.

Infine l’aspiratore è estraibile e con il tubo estensibile integrato è possibile arrivare a pulire in ogni angolo della casa e dei divani.

Con questo prodotto mi sono semplificata infinitamente le pulizie di casa e passarla più volte al giorno non è affatto faticoso.

Quindi cani e bambini si, binomio perfetto e non ho più problemi di peli in giro per casa!

 

AGGIORNAMENTO: Aggiorno questo post per elogiare la serietà e l’efficienza del servizio clienti garanzia. Questa scopa elettrica io la uso forse troppo, e spesso in malo modo per la fretta. A causa di questo mi si sono rotte le rotelline della spazzola. Essendo in garanzia nessun problema e nel giro di pochi giorni ho ricevuto tutto il pezzo nuovo senza spendere nulla.

Ottimo servizio di assistenza!

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Prodottofornito da BlackandDecker per test prodotto

Nel patinato mondo dei social. La mia vita è più bella della tua!

Nel patinato mondo dei social. La mia vita è più bella della tua!

Nel patinato mondo dei social. La mia vita è più bella della tua! Da quando ci sono i social, la nostra esistenza è finita letteralmente in vetrina. Possiamo stare in contatto con centinaia di persone contemporaneamente e condividere i nostri pensieri, le nostre riflessioni e sopratutto […]

Quanto costa il secondo figlio?

Quanto costa il secondo figlio?

ulla scia dell’articolo La solitudine del figlio unico ,se pensate di non fare il secondo figlio unicamente per una questione di costo voglio darvi qualche spunto di riflessione.

Ogni figlio costa. E al giorno d’oggi mettere al mondo più di un figlio è sicuramente una scelta non facile. Lo sappiamo, gli stipendi non sono proporzionati al costo della vita, e spesso pur lavorando in due si fa fatica ad arrivare a fine mese.

Mi piace viziare i miei figli.. e sono affari miei!

Mi piace viziare i miei figli.. e sono affari miei!

Mi piace viziare i miei figli.. e sono affari miei!

Ho iniziato a viziarli dal primo giorno di vita.

Ma perchè lo tieni in braccio? Cosi si vizia!. Davvero? E allora lo vizierò tantissimo, lo terrò tra le mie braccia finchè vorrà perchè capisca che le mie braccia, i miei abbracci sono e sempre saranno , un porto sicuro in cui rifugiarsi, in cui sentirsi tranquilli e sereni. Le mie braccia e i miei abbracci ci saranno sempre per lui.Ogni volta che ne sentirà il bisogno. A costo di viziarlo tutta la vita.

mi piace viziare i mei figli

Ma perchè lo allatti ancora? Poi si vizia! Daglielo ogni tre ore e basta?” Ah si? Si vizia? E allora lo vizierò finchè ne avrà bisogno. Il mio seno è nutrimento, coccola, consolazione e lo sarà finchè ne sentirà la necessità. Anche in questo lo vizierò tantissimo. A tal proposito leggi anche QUI

“Ma non lo vedi che fa i capricci? E’ proprio viziato” Ah è viziato. Un bambino nella fase dei terrible two, in cui sta cercando di affermare la sua identità è semplicemente un bambino viziato. Troppo facile liquidarla cosi.l periodo dei NO è invece molto importante, perchè è un percorso obbligato per la via dell’indipendenza, ed è quindi un periodo molto positivo (se i genitori lo capiscono e lo accettano).E sopratutto se non lo liquidano con un capriccio e basta. A proposito di questo vi consiglio di leggere QUI

“Ma quanti regali! E’ proprio viziato” Ascolta, il figlio è mio e se posso gli regalo tutto ciò che mi pare. Avresti diritto a dire qualcosa solo se attingessi al tuo conto corrente per questo. Ma se non lo faccio guarda e taci.

Piange! E’ viziato”  Perchè ogni scusa è buona per dire che un bambino è viziato. Se piange per sonno è viziato, se piange perchè è caduto è viziato. Non sarà mica un vizio invece dare dei viziati ai figli altrui!

Devi dirgli NO altrimenti si vizia”  Bene vi spiego una cosa, i no da dire li decido io e solo io. Per come sono fatta se possibile tendo a dirgli di si per un semplice motivo. Un bambino che si senta rispondere sempre e solo no , col tempo perderà la fiducia in se stesso, nelle sue capacità di scelta e propositive perchè saprà a priori che la risposta sarà un no.

Ma non lo vedi che ti sta mettendo i piedi in testa! Vedrai quando sarà grande cosa succederà! “E’ troppo viziato” A logica, un bambino piccolo non può mettere i piedi in testa ad un adulto. Può sfidarlo, certo, ma da li a comandare ne passa di acqua sotto i ponti. Come detto in precedenza può fare una crisi ma da li ad averla vinta sempre la vedo difficile. Per quanto riguarda le nefaste previsioni del futuro , fatti di mostrano che gli adolescenti più terribili e ingestibili sono gli stessi bambini che da piccoli hanno ricevuto sempre e solo dei NO. E già, ricevere solo dei noi abbassa irrimediabilmente  l’autostima che appena possibile cercherà disperatamente di tornare alta attraverso le ribellioni adolescenziali.

Sono stata una bambina viziata come molto definirebbero. Ma da adolescente sono stata “normale” e non ho creato grossi problemi.

Ho ricevuto tanti si e qualche no. La mia autostima non è mai stata toccata e questo ha fatto si che crescessi forte e sicura di me. Determinata nei miei obiettivi e sempre combattiva per arrivare al successo.

Quindi cari miei se questo significa viziare i figli fatelo. Fatelo sempre. Viziateli di abbracci, di coccole e se possibile anche di cose materiali. Rendeteli felici e non preoccupatevi di chi si permette di dire chel i state viziando. Perchè si è bambini una sola volta.

 

SE ti è piaciuto questo articolo continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Può  interessarti anche Parenti invadenti

Come scegliere il passeggino leggero

Come scegliere il passeggino leggero

Se come me chiuse in casa non resistete più di 24 ore e siete sempre in giro con un figlio o più di uno, prima o poi sentirete tutte l’esigenza di sostituire il passeggino del trio con qualcosa di più leggero e maneggevole.