Cosa ci si aspetta dalle mamme . Siamo tutte wondermamme?

Cosa ci si aspetta dalle mamme. Siamo tutte wondermamme?

La risposta è no. Certi momenti mi sento cosi, poi però mi accorgo che sbaglio. Certe volte riesco a fare tre cose contemporaneamente per poi accorgermi che non ne ho fatta per bene nemmeno una.

Prendo cosi spunto da un articolo che ho letto ieri, una mamma lavoratrice che dichiarava di non avercela fatta.

Ma di non avercela fatta a fare cosa? A soddisfare le aspettative della società.

Cosa si aspetta la società da una mamma? Una mamma deve essere innanzitutto una buona mamma, amorevole e intransigente al punto giusto coi propri figli, deve conservare il posto di lavoro e rientrare dalla maternità il prima possibile nonostante il cuore le si spezzi a metà, deve essere anche una brava donna di casa, cuoca, donna delle pulizie, tassista nello scarozzare i figli a destra e a manca.

Invece cosa si aspetta la società da un papà? un papa deve lavorare e giocare coi propri figli la sera.

PERFETTO.

Care amiche femministe , non è forse che in tutto il nostro voler difendere il ruolo della donna sul lavoro ci siamo un po tirate le zappa sui piedi?

Non ci siamo forse troppo concentrare sull’aspetto lavorativo, dimenticando tutto il resto, tipo spartire equamente le faccende di famiglia coi mariti?

mamme wondermammeChe poi, nonostante anni di lotte e proteste,  l’eguaglianza sul lavoro col piffero che l’abbiamo raggiunta perchè oggi come oggi una donna a parità di competenze professionali, esperienza  e capacità guadagna sempre meno di un uomo.

Perchè? Semplice perchè la donna può fare figli, quindi stare a casa ben 5 mesi di maternità e ovviamente non essere più tanto disponibile a livello di orari. Lo lasciamo in mezzo alla strada il bambino quando finisce l’orario scolastico?

E la flessibilità sugli orari di lavoro? Tante aziende la decantano ma alla fine è solo un utopia!

Aggiungo : le amiche mamme che hanno ritrovato il proprio posto di lavoro dopo una maternità le conto sulle dita di una mano, monca.

Ecco io, per la società, sono il classico esempio di pessima mamma: troppo innamorata dei miei figli per essere intransigente al punto giusto, li accontento, sempre.

Non sono rientrata a lavoro dopo 3 mesi dal parto e non li ho messi all’asilo nido, cosi piccoli non riesco a delegarli a qualcun’altro e onestamente sto facendo MOOLTA fatica anche con Tempestina alla materna.

In casa faccio quello che posso e mi faccio aiutare, quando lo vedo (perchè causa suo lavoro lo vedo molto poco) dal non-marito.

Si insomma cara società, lo so sono una pessima persona, porta pazienza sono così, non ho ancora il dono dell’ubiquità e non riesco a essere cosi perfetta come mi vorresti, ma cara società devi pure pensare che noi mamme ci occupiamo dei nostri bambini, del nostro futuro, ecco dovresti capirci di più se diciamo che siamo stanche, abbiamo bisogno di una mano perchè da sole non ce la facciamo.

Evviva le mamme che ammettono di non essere wonder woman!

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.