Perché i social sono un’arma a doppio taglio

Perché i social sono un’arma a doppio taglio.

Siamo ormai tutti iscritti ad almeno un social.

La bellezza degli stessi è il poter essere in contatto con persone di cui diversamente  non avremmo più notizie.

Compagni di classe, amici lontani, ex colleghi, conoscenti.

I social ci permettono di creare un filo invisibile tra noi e queste persone.

Si condividono i traguardi, i successi, gli eventi. I matrimoni, le nascite dei figli e anche i lutti.

Ci sentiamo tutti meno soli da quando ci sono i social. Anche se in realtà siamo molto più soli di una volta quando i rapporti erano umani.

Ci sentiamo ascoltati. Quando in realtà siamo semplicemente spiati.

Ed è proprio questo il problema.

Non siamo solo ascoltati, ricordiamoci che verba volant, scripta manent. Così tutto ciò che postiamo sui social resta li indelebile e alla mercé di tutti.


Ed è scritto.

Possiamo pure cancellarlo ma molto probabilmente qualcuno si sarà già archiviato gli screenshot e tutto ciò che è passato nel web, anche se a noi apparentemente sembra cancellato in realtà è semplicemente archiviato da qualche parte.

E allora proprio perché le cose restano scritte è necessario fare la massima attenzione a ciò che si scrive.

Gli sfoghi personali, anche se diretti in generale andrà sempre a finire che faranno sentire qualcuno colpevole, magari a torto. E questa persona se la potrebbe prendere o addirittura passare alle vie legali.

le parole scritte hanno un valore e questo non è bisogna dimenticarlo, perché dallo sfogo personale alle denuncia vi assicuro che il passo è davvero molto breve.

I social così come uniscono allo stesso modo allontanano le persone.

Perché se esprimo troppo il mio pensiero ci sarà sicuramente qualcuno a cui darò fastidio, o che conoscerà una parte di me che prima gli era sconosciuta e molto probabilmente mi toglierà sia il saluto che dagli amici di Facebook.

Le persone sui social si sentono protette dal proprio schermo e scrivono cose che mai direbbero in faccia.

E tutto prende una brutta piega.

Tutto viene enfatizzato.

Allargato senza alcun criterio,

Insomma i social sono pericolosi.

Sono nati per condividere, ma bisogna mantenere sempre un profilo neutrale. Non si può condividere proprio tutto.

I social sono terra fertile per polemiche e querele. Anche per cose altrimenti stupide e banali che nella vita reale si risolverebbero con un “vaffanbip”.

Insomma condividete le gioie. ma gli sfoghi personali, se posso darvi un consiglio, teneteli per voi.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Mammansia