Perché i figli alla fine sono sempre delle mamme

Perché i figli alla fine sono sempre delle mamme

Perché i figli alla fine sono sempre delle mamme.

Vi aspetto al varco voi sostenitori delle famiglie alla pari in tutto e per tutto. Perché a parole sono tutti buoni ma alla fine girando e voltando i figli sono delle mamme.

Sempre tranne rarissime eccezioni che non sono certo la regola.

Perché si sa la mamma e la mamma e gli uomini da bravi cavalieri non si permetterebbero mai di togliere alle donne questo privilegio.

Eh già.

Perché a rinunciare al lavoro e alla carriera sono sempre le donne. Limitate nella crescita professionale anche quelle che il proprio lavoro lo difendono con le unghie e coi denti. Facendo sempre il triplo della fatica degli uomini.

Perché nelle separazioni i figli sono affidati alle madri in cambio di un misero mantenimento. Che quindi devono lavorare e crescere i figli perlopiù da sole, perché il diritto di visita di una sera a settimana non compenserà ma le altre sere sempre in carico alla madre.

Che deve essere madre, lavoratrice e sempre per ultimo anche donna.

Perché quando la mamma va dal parrucchiere si concede un paio di ore per se, ore che per i padri sono scontate tutti i giorni.

E no io non sono una sessista come mi sempre sempre accusare quando parlo di queste cose.

Io sono una donna, una madre che per poter essere ,madre ha dovuto fare passi indietro sul lavoro, ma non ha mai rinunciato al proprio lavoro anche se per gestire i figli dovuta sempre scendere s dei comprimessi che sono costati carriera.

Sono una madre separata che non può rifarsi una vita perché con la scusa del lavoro del padre, che non si sa per quale motivo è sempre più importante del lavoro della madre, non ha margini di tempo libero tra lavoro rigorosamente part time e figli da gestire.

Una madre separata che quando fa qualcosa lui è un santo

il 90% delle cose che faccio invece è solo il mio dovere.

Una madre che quando i figli stanno col padre si sente anche dire :”Eh povero uomo da solo coi bambini”

Che quando sono sola io con tre bambini faccio sempre e solo meta del mio dovere

Perché la bicicletta l’ho voluta sempre e solo io. Gli uomini sempre una parte marginale.

E non parlatemi di parità dei diritti e dei doveri perché questa parità io l’ho vista solo nei film. Di fantascienza.

La realtà è che girando e voltando i figli sono delle madri tranne rare, rararissime eccezioni.

Fa poi anche ridere che queste eccezioni siano beatificate come uomini speciali. Mentre come al solito le stesse cose fatte dalle donne valgono la metà.

Siamo lontani anni luce dalla parità dei diritti e dei doveri.

E questo lo grido a gran voce e con tanta tantissima rabbia.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica