Noi mamme cesareo non siamo meno mamme di te

Noi mamme cesareo non siamo meno mamme di te

Noi mamme cesareo non siamo meno mamme di te.

Ho una terza cicatrice sulla pancia. Che è stata più dolorosa sia fisicamente che psicologicamente da digerire.

E che non ho ancora digerito del tutto.

Ci vorrà del tempo e del lavoro su me stessa.

Anche stavolta ho tentato un parto naturale nonostante i due pregressi cesarei.  In ospedale ero semplicemente la precesarizzata che non si voleva arrendere ad un corpo incapace di partorire.

E anche questa volta si è ripetuto lo stesso copione della mia vita.

Travaglio completo. Dolore, lacrime e sangue. Per poi all’ultimo finire in sala operatoria.

Per non farmi mancare nulla ho avuto anche una complicazione post operatoria.

Tornata a casa la mia pancia è diventata blu. Un enorme ematoma. I punti sono saltati e mi sono svegliata in un lago di sangue.

A oggi a 24 giorni dal cesareo mi trovo ancora con la medicazione e la garza sul taglio da cambiare più volte al giorno.

Noi mamme cesareo non siamo meno mamme di te

E oggi come le altre volte, quando ripenso al mio parto, mi sento irrimediabilmente fallita. Incapace.

Sono riuscita in tante cose nella mia vita. Ma non sono mai riuscita a partorire i miei figli.

Poi razionalmente capisco che non è solo colpa mia. E colpa di chi ci ha riempito di pre concetti sul parto. Che il parto naturale è meglio, che il cesareo sarebbe la strada più breve per una madre che non vuole soffrire.

Come tutti gli stupidi preconcetti sull’allattamento. 

Il cesareo non è la strada più breve.

E la strada più rischiosa perché è un intervento di chirurgia maggiore.

Il post cesareo è una strada in salita. Solo chi lo ha provato lo può capire fino in fondo.

Sento ancora sulla pelle il freddo della sala operatoria. Le mani degli operatori dentro la mia pancia. Sento il dolore alle spalle per la posizione in cui devi stare.

Le flebo. La luce forte negli occhi e la paura.

Perché si ho avuto paura. Tanta paura.

Come se non bastasse il cesareo ci espone a commento del tipo:

“Ma tu non hai partorito”

oppure

“Ma col cesareo non hai sentito dolore”

E invece il dolore si sente eccome, e non dura qualche ora come il parto naturale. Dura settimane.

E la cicatrice resta per tutta la vita.

In un qualche modo partoriamo tutte.

Ma il dolore quello c’è per tutte.

Nessuna è meno mamma dell’altra.

 

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica