Crea sito

La scuola materna che disastro i primi mesi!

La scuola materna che disastro i primi mesi!

Ho scritto questo articolo poche settimane dopo l’inizio della scuola materna per la mia Tempestina. A chi lo leggerà voglio premettere che nel giro di qualche settimana le cose sono migliorate e si sono assestate, ma in quel momento ero proprio disperata!

Pronte a ridere un po di me?

Primo mese di scuola materna e superata la fase di inserimento posso tirare le somme: UN DISASTRO!!

A scuola dicono sia brava, mangi, dorma. Poi arriva a casa e il delirio.

Pianti, capricci, urla, disobbedienza qualsiasi cosa è una lotta, una battaglia, dalla merenda alla doccia.

Vogliamo parlare dei fine settimana? UN INCUBO.

NON dorme, non mangia capricci a non finire con me e suo padre.

E dire che io durante la settimana sento la sua mancanza, non vedo l’ora di andarla a prendere a scuola, sono sempre la prima e sempre in anticipo e non vedo l’ora di godermi la mia bambina! Poi arriva a casa e scatta l’inferno.

Fino a un mese fa avevamo la nostra routine, i nostri orari per i pasti e il sonnellino pomeridiano, a tratti mi faceva dannare ma in fin dei conti era gestibile, da quando c’è la scuola non lo è più.

scuola materna

Sarà una fase, mi dicono, sarà il cambiamento. Sarà che questo nuovo ritmo di vita , in fondo, ha scombussolato anche me.

Prima eravamo NOI e basta, ora lei , senza di me, fa nuove esperienze, ha nuove amicizie e sopratutto tanti momenti da non condividere con me.

Forse sta solo cercando di affermare la sua personalità.

Mi manca avere l’esclusiva, mi manca essere il centro della sua vita, ma devo accettare che è diventata grande e più crescerà e meno voglia avrà di fare le cose con me.

Con lei cresce la sua voglia di indipendenza e io dovrò decidermi a tagliare quel cordone ombelicale che ancora tengo stretto forte.

Già , allora mi rendo conto che il problema sono io , che fatico ad accettare il cambiamento. E lei lo capisce, inutile nasconderlo.

E difficile essere mamme, li portiamo in pancia nove mesi, li culliamo e li teniamo tutti per noi il più possibile, poi però arriva un bel giorno in cui dobbiamo per forza di cose accettare che non possiamo essere noi il centro del loro mondo , anche se al contrario loro saranno sempre il centro del nostro.

A pensarci bene è un rapporto impari, ma DEVE essere così, è giusto così.

La più grande prova di amore di una mamma è proprio il lasciarli andare.

Si, la devo smettere di nascondermi dietro al cespuglio per spiarla mentre lei all’asilo gioca felice in un mondo in cui le mamme non sono ammesse.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.