Crea sito

Il primo controllo della vista ai bambini

Il primo controllo della vista ai bambini

Il primo controllo della vista ai bambini.

Io sono leggermente miope, mi manca davvero poco, ma quel poco è sufficiente a costringermi ad utilizzare occhiali o lenti a contatto.

Ho scoperto di essere miope intorno ai 12 anni, me lo ricordo ero alle scuole medie e già portavo l’apparecchio ai denti, ero coperta di brufoli e aggiungere anche gli occhiali è stato un vero ed inevitabile trauma.

Poiché io sono miope il primo controllo della vista alla mia bambina la pediatra me lo ha prescritto a 4 anni.

Oltre alla miopia le altre patologie di cui possono soffrire i bambini sono:

  • L’ambliopia (la principale causa di visione monoculare);
  • lo strabismo;
  • Cataratta e glaucoma congeniti sono invece condizioni relativamente rare, ma che se non trattate possono determinare alterazioni visive significative.

Fortunatamente al giorno d’oggi gli oculisti sono dotati di strumentazioni che permettono un accurato esame dell’occhio e della vista senza dover ricorrere alle terribili gocce che allargano la pupilla.

E poi possibile effettuare l’esame della vista classico attraverso un tabellone coi disegni. che seppur meno accurato del classimo esame con le lettere riesce comunque a dare un’ idea della situazione.

Prima della visita sono stata molto in ansia. Ho una bambina scatenata e pensarla con gli occhiali mi stringeva il cuore.

Sarà che su di me li ho sempre visti come un impedimento, un fastidio, un qualcosa che ero costretta ad utilizzare contro la mia volontà. E per di più gli occhiali non mi sono mai piaciuti.

Mi sono chiesta come avrei fatto eventualmente a farglieli digerire e ho inziato ad informarmi sulle varie marche di occhiali per bambini in commercio.

Così ho scoperto la linea di occhiali per bambino di Lookkino.

Sono occhiali di altissima qualità (quasi di nicchia nel mercato del bambino) caratterizzati da estremo comfort di calzata, ergonomia e comodità. Sono morbidi e allo stesso tempo resistenti difatti le aste non si chiudono come i normali occhiali da adulti ma sono un tutt’uno con la montatura.

Sono leggerissimi e sicuri, il bambino non rischia di farsi male.

Ma cosa più importante di tutto sono interamente e realmente fatti in Italia su territorio italiano rispettando i massimi standard qualitativi, sfruttando tecnologie d’avanguardia (bi-iniezione, l’assenza nei modelli per i più piccoli della cerniera mobile) e materiali innovativi prodotti da Look the Concept Factory (NIL, EVO), inoltre il titanio e l’acciaio al carbonio.

Ho avuto la possibilità di farli provare a mia figlia e con mio estremo sollievo li ha trovati subito confortevoli e belli! Si lei con gli occhiali si piace proprio.

Al momento per fortuna l’esame della vista è risultato perfetto, ma sono molto più serena anche io sapendo che se per sfortuna dovesse ereditare la mia miopia abbiamo già gli occhiali adatti a lei e di suo gradimento!

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.