Crea sito

Il figlio preferito esiste eccome! Anche se le mamme non lo ammettono

Il figlio preferito esiste eccome! Anche se le mamme non lo ammettono

Il figlio preferito esiste eccome! Anche se le mamme non lo ammettono.

Sono una persona piena di difetti. Ne ho talmente tanti che ho smesso di contarli.

Però ho un pregio. I miei difetti li ammetto.

Non mi reputo una mamma perfetta, ma sono una persona onesta e in tutta onestà lo devo ammettere il figlio preferito esiste.

La maggior parte delle mamme si nasconde dietro scuse tipo:” eh ma sai lui ha più bisogno di me” oppure “eh ma lui è più piccolo” ancora “sai lui è più debole tu sei più forte si vede

Ma non è vero niente.

L’univa vera e inconfutabile verità è che esiste il figlio prediletto.

Quello che senza farlo apposta mettiamo al primo posto. Il figlio dei cui bisogno ci curiamo di più e con più attenzione.

 

Perché il figlio non prediletto queste cose le vede. Le sente. E anche da adulto ne risente.

Non è vero che c’è un figlio più forte, uno che ha più bisogno, no. C’è il figlio prediletto.

Io stessa molte anzi troppo volte sbaglio e mettendo carlotta al primo posto.

Perché è la mia figlia femmina, perché è più attaccata a me e perché non lo so nemmeno io ma molte volte ho due pesi e due misure. Solo che poi me ne accorgo, me ne pento e mi prenderei a schiaffi da sola.

Io lo ammetto. Io.

la maggior parte delle mamme no. Loro si sentono perfette e imparziali come un arbitro professionista.

Poi le vedi che per un figlio fanno di tutto e per l’altro no. Che quando rivedono un figlio sopo tanto tempo gli stendono il tappeto rosso mentre l’altro lo salutano.

E allo stesso modo si comportano con i nipoti.

Si creano nipoti di serie A e nipoti di serie B.

Nipoti per cui si immolano. E nipoti per cui nemmeno l’uovo di cioccolato a Pasqua.

Come avevo scritto Ci sono nonni e nonni. Mica tutti sono tutti belli e bravi e le attenzioni e le dedizioni verso un figlio si misurano anche nelle attenzioni verso i nipoti.

Perché non puoi dimenticare di avere due nipoti e non regalare nemmeno l’uovo di cioccolato a Pasqua mentre per l’altro figlio ti fai in quattro.

Poi siamo umani. Nessuno è perfetto e nessuna mamma lo sarà mai.

Ma esiste un abisso tra commettere degli sbagli e cercare di rimediare e non ammettere di averli commessi.

Perché lo ammetto spesso sono una pessima mamma.

Ma so ammetterlo.

E almeno a correggermi ci provo.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica