Essere anziano non ti rende portatore di tutti i saperi

Essere anziano non ti rende portatore di tutti i saperi.

IO NON NE POSSO PIU’!!

Andare in giro con uno o più bambini piccoli ti rende una calamita per gli occhi e i SUGGERIMENTI delle persone anziane.

Con tutto il rispetto. Sappiamo bene che di figli ne avete cresciuto dieci o più. Certo, avete esperienza. Indubbiamente avete occhio.

Ma lasciate che vi sveli una cosa : ADESSO LE MAMME SIAMO NOI.

Anche se ai vostri occhi siamo solo ragazzine ( magari!) giovani ed inesperte i figli sono nostri. Li abbiamo concepiti, partoriti e ce li stiamo crescendo. Molto bene anche senza di voi.

Succede così , vai a passeggio con un neonato, che dorme beatamente finchè arriva l’anziano di turno, un perfetto sconosciuto che si avvicina con passo felino.

Ma che bel bambino”.. E LO TOCCA

“Ma è un maschio vero?” ( completamente vestito di rosa) E LO TOCCA DI NUOVO

A quel punto il bambino si sveglia e cosa fa un neonato che si sveglia? Ovvio PIANGE.

O poverino hai fame? Ma la mamma ti dà da mangiare? Lo allatta signorina? Quante volte al giorno mangia? Lo sa che devono passare almeno tre ore tra una poppata e l’altra vero?

E tu vorresti rispondere a tono, ma non lo fai perchè, in fondo, porti rispetto per l’anzianità e allora annuisci con la testa mentre  tenti, con indifferenza,  di allontanarti.

E allora l’anziano capisce le tue intenzioni e ti insegue.

“Signorina forse ha freddo lo copra un po!” Ad agosto.

E li accelleri il passo tentando la fuga

“Ma piange lo prenda in braccio! Se vuole lo prendo io !”

A quel punto non ti resta che una cosa . Correre via.

Fine della passeggiata.

Mi è capitato anche di peggio.

Bimbo addormentato nella fascia :“Signora ma è sicura che il bambinio stia bene? Respira? Perche non lo mette nella culla?”;

Bimbo nel marsupio vista fronte mondo “Signora ma lo sta strozzando”;

Bimbo nel carrello ” Signora stia attenta che il bambino cade!”;

Bimbo che pianta un capriccio a gambe molli “Povero bambino ” oppure ” Se fosse stato mio gli avrei già dato un bel ceffone, i giovani di oggi non sanno impartire l’educazione”;

Bimbo in spiaggia ” Occhio che non mangi la sabbia signora”;

Bimbi in spiaggia che dorme sulla sdraio :”Poverino bambino perchè non lo porta nel letto!”;

Bimbo che viene portato via dalla spiaggia per fare il riposino in stanza :” Povero bimbo lo porta al mare per tenerlo chiuso in casa!”;

Bimbo che mangia una merendina “Ma guarda poverino costretto a mangiare certa roba, le mamme di oggi non sanno proprio fare nulla, nemmeno cucinare!”

 Insomma praticamente , secondo loro, siccome siamo giovani non sappiamo essere buone mamme ed è matematico che daranno consigli non richiesti.

Ecco IO NON NE POSSO PIU’. 

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” sulla mia pagina Facebook Mammansia, e seguimi su Instagram Mammansia_chica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.