Differenze tra primo e secondo figlio: il post parto

Differenze tra primo e secondo figlio: il post parto.

PRIMO FIGLIO

E così sei trepidante attesa della nascita del tuo primo figlio. Il mondo freme insieme a te. Tu stesa sul divano ad ascoltare il tuo corpo, cercando di percepire ogni piccolo dolore che possa far pensare all’inizio del travaglio, mentre il mondo intorno a te si mobilita e attende ansioso il grande giorno.

Gli amici e i parenti sono li che aspettano trepidanti.

Poi arriva. Il tuo primogenito viene alla luce. Tua madre fa stampare alla velocità della luce cartelloni pubblicitari da affliggere in giro per la città. Tua suocera fa il carico di regali da amici e parenti lontani.

Hai partorito da dieci minuti e la sala d’attesa dell’ospedale è già gremita di gente, tra cui persone che nemmeno conosci. Sono tutti li per vedere per la prima volta il tuo primogenito.

Eccolo arriva. Sei la regina incontrastata. Tutti ti vogliono vedere, abbracciare, complimentarsi. Il telefono inizia a ribollire.

Centinaia di chiamate, di messaggi.

L’annuncio su facebook riceve 1.000.000 di like

In ospedale arrivano tanti di quei regali che il giorno delle dimissioni devi chiamare un impresa di traslochi. Hai una collezione di tutine taglia 0-3 che potresti vestire 12 gemelli.

Arrivi a casa e trovi già la fila davanti alla porta, vogliono tutti vedere il nuovo arrivato. E allora metti fuori i bigliettini con il numero come alla coop.

Tutte le già mamme della città sono pronte darti consigli, perché loro che ci sono già passate, sanno tutto e conoscono alla perfezione il TUO bambino.

Il primo mese casa tua diventa un crocevia, di amici, parenti, sconosciuti che non vedono l’ora di vedere il tuo bambino e pioi non rivederlo mai più fino al giorno della sua laurea.

Passsato il primo mese torna la pace.

SECONDO FIGLIO.

E così sei nella trepidante attesa della nascita del secondo figlio. Il marito spera che il piccolo si prenda qualche in giorno in più per la nascita, consapevole che da quel giorno i bambini in casa saranno due. Ma il secondo nasce prima, perchè di riposare non hai tempo e rompi le acque mentre insegui il primogenito che decide di trasformarsi in un piccolo Tarzan sulla libreria della sala. Chiami tua madre sperando che arrivi in tempo per tenere il piccolo Mowgli, solo che lei arriva tardi e allora parti in macchina, con le contrazioni, accelleri e rallenti ogni minuto. Arrivi in ospedale e l’ostetrica prende al volo il bambino. Perchè il secondo nasce prima.

Gli amici e i parenti ricevono inaspettatamente la notizia, sapevano che doveva nascere verso fine mese ma non di preciso quando.

La notizia su facebbok riceve 3 like. Il telefono non squilla, probabilmente perchè in ospdedale non c’è campo.

Il giorno dopo passa tua mamma in ospedale per un saluto veloce, la suocera fa una telefonata e promette di passare a trovarti a breve.

Alle dimissioni c’è il marito, col il dueenne capriccioso e tutti insieme si va verso casa.

Al tuo neonato stanno benissimo le tutine ereditate dal fratello maggiore.

Parenti e amici mandando un messaggio WhatsApp:” Auguri, passerò a trovarti a breve”

Li rivedrai il giorno del matrimonio del tuo secondogentio e sarà anche la prima volta che lo conosceranno.

Ma almeno

In casa regnerà la pace già dal primo giornoi!

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.