Crea sito

C’è una vita lavorativa dopo la maternità?

C’è una vita lavorativa dopo la maternità?

C’è una vita lavorativa dopo la maternità?

Non lo so. Dopo la seconda maternità ho fatto una scelta di cui onestamente oggi, col famoso senno di poi, mi pento amaramente.

So quanto sia difficile lavorare e gestire dei bambini piccoli e di quanto siano lunghe, tristi e buie le giornate al rientro a lavoro dopo la maternità.

Dopo la prima figlia, grazie all’insostituibile aiuto di mia mamma, sono riuscita a rientrare.

E’ stata davvero dura, non avevo più le mie mansioni, mia figlia mi mancava come l’aria ma avevo bisogno dello stipendio e sono andata avanti. Più che una scelta è stata una costrizione.

Con la seconda maternità nel mio caso, a causa della completa mancanza di aiuti e con un non marito che esce alle 6 di mattina e rientra non prima delle 19, è stato impossibile ricominciare e ho dovuto fare la drastica e sofferta scelta scelta di non rientrare.

L’ho fatto con le lacrime agli occhi, anche se lasciavo un lavoro in cui non avrei mai più avuto possibilità di carriera dal giorno in cui avevo deciso di diventare madre.

Ma era il mio lavoro, il mio posto, il mio contratto sudato duramente dopo anni di contratti a termine.

Ho scelto i miei figli, ho scelto di dedicarmi esclusivamente a loro per un periodo. Mettendo da parte me stessa e sapendo di dover fare tante rinunce.

All’inizio mi è sembrata la cosa più sensata e più facile in fondo. Mi sentivo quasi in colpa a non essere più costretta ad andare a lavorare.

Ma oggi col famoso senno di poi vi dico che non è una cosa che farei di nuovo.

Non lo farei di nuovo perché non rinuncerei più alla mia identità di donna e lavoratrice.

Perché lo staccare dalla famiglia fa bene più di quanto potessi immaginare.

Perché lo stare a casa, a me fa male. I pensieri mi girano per la testa e l’ansia terribile con cui penso al futuro non mi abbandona mai.

Perché una mamma realizzata è una mamma felice. E una mamma felice cresce figli felici.

Penso che ogni donna, in base alle situazioni, alla disponibilità, trovi sempre la sua dimensione.

Quello che va bene per me non va bene per un’altra. Per fortuna siamo tutte diverse.

Ci sono mamme che stanno bene a casa ed altre che vorrebbero lavorare anche dodici ore al giorno.

Ma certo tutte amano i propri figli allo stesso modo.

La mia dimensione so qual’è. Vorrei un part  time per dedicare il giusto tempo ad ogni cosa.

E poi non lo so magari non sarei ancora del tutto soddisfatta.

So che i figli ti cambiano la vita, che la vita è fatta di scelte, e a volte anche se in quel momento ci sembra di fare la cosa giusta col tempo scopriamo di avere sbagliato tutto.

L’importante è capire e cercare una soluzione che si trova sempre. E non colpevolizzarci perché le scelte dettate dall’amore, anche se ci sembrano completamente sbagliate in fondo non lo sono mai del tutto.

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.