Crea sito

Mese: Gennaio 2017

La solitudine del figlio unico

La solitudine del figlio unico

Sono stata figlia unica per otto anni. Praticamente tutta la mia infanzia l’ho passata da figlia unica e la cosa ha avuto i suoi aspetti positivi e i suoi aspetti negativi.

Le paure delle mamme

Le paure delle mamme

Le mamme sono piene di paure. E le stesse paure aumentano in maniera esponenziale in base al numero dei figli.

Non che io sia mai stata una molto tranquilla, ho sempre avuto mille paure, ma da quando ci sono loro ne ho perso il conto.

Quel filo invisibile che ci legherà sempre

Quel filo invisibile che ci legherà sempre

Quel filo invisibile che ci legherà sempre.

Figli miei, c’è una cosa tra noi, c’è un filo invisibile che ci terrà uniti per sempre.

E’ un filo magico, che può allungarsi centinaia e migliaia di km senza rompersi mai. Può superare oceani, montagne e strade impervie.

E’ un filo magico che resiste al tempo e agli inevitabili silenzi che in certi periodi ci saranno tra di noi.

5

E’ un filo che col tempo ha imparato ad essere sempre più discreto, invisibile, quasi impercettibile ma che non ha mai smesso di esserci.

Quando siete nati quel filo era molto corto, e lo cercavate in continuazione. Ora, man mano che crescete , quel filo si allunga, piano piano, di nascosto da me che vorrei invece rimanesse sempre un po’ più corto.

Ogni giorno che passa, mentre con occhi curiosi guardate il mondo, di quel filo vi importa sempre meno. E a me, invece,  sempre di più.

Passeranno gli anni, e ci sarà un periodo in cui quel filo lo odierete con tutti voi stessi e farete di tutto per strapparlo. Si chiama adolescenza. Sapeste quante energie ho sprecato io nel tentativo di distruggerlo quel filo, in cerca di affermare la mia personalità, scioccamente convinta che senza quel filo mi sarei finalmente sentita grande.

Poi grande lo sono diventata per davvero, e quel filo ho iniziato a cercarlo di nuovo. Oggi ogni tanto lo guardo con malinconia, perché mi ricorda i tempi felici e spensierati della mia infanzia. Quel filo è fatto di telefonate, di consigli, di sfoghi che solo una mamma può capire veramente.

Già solo una mamma, attraverso quel filo magico, può essere presente e allo stesso tempo non dare fastidio, disturbo. Sa esserci ma non esserci contemporaneamente.

Solo una mamma sa capire l’importanza di quel filo, quel legame che è nato insieme alla tua prima cellula e che niente e nessuno potrà mai rompere.

Non c’è tempo, distanza, litigio, silenzio, e anche rabbia, rancore che possa davvero rompere quel legame magico fatto di amore, dedizione e sacrificio.

Non c’è lega al mondo che possa essere più forte  di quel filo che lega una mamma col suo bambino.

Se l’articolo ti è piaciuto  continua a seguirmi sulla mia pagina  Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Per essere felici non è necessario essere magre a tutti i costi.

Per essere felici non è necessario essere magre a tutti i costi.

Chi non è tornata alla Belen dopo il parto non necessariamente è una pigrona da criticare. Semplicemente è una mamma, che, in questo momento ha altre priorità e non passa la giornata ad abbuffarsi di salame comodamente sdraiata sul divano.

Cos’è il vbac e perchè sceglierlo

Cos’è il vbac e perchè sceglierlo

Cos’è il vbac e perchè sceglierlo.

Cesareo chiama cesareo? Assolutamente no!

Molte di noi possono aver, per i motivi più disparati, aver partorito con taglio cesareo. Se si decide di affrontare una nuova gravidanza viene spontaneo chiedersi: dovrò, per forza, subire un’altro cesareo?

La risposta è NO!

Primi sintomi di gravidanza

Primi sintomi di gravidanza

Primi sintomi di gravidanza.

L’ho fatto io e probabilmente molte di voi.

Quando cercavo una gravidanza ho googlato “Primi sintomi di gravidanza” centinaia di volte nella disperata ricerca della risposta giusta e possibilmente che confermasse il mio desiderio.

Se non l’avete fato provate a farlo anche voi e troverete migliaia di domande e altrettante risposte, una il contrario dell’altra. Foto di test, di stick, sottoluce, controluce, recuperati dalla spazzatura!

La realtà è che una risposta univoca e universalmente valida non c’è. In attesa di poter fare il test , almeno qualche giorno dopo il ritardo della mestruazione, nessuno può darvi la certezza che avete preso la cicogna e tanto meno esiste alcun sintomo che sia univoco e certo.

primi sintomi di gravidanza

Molte donne dicono di sentirselo, è una sensazione vaga, a volte errata a volte corretta. Ma di certo non è un sintomo.

Non ci sono sintomi, perché prima del periodo giusto in cui  fare il test, il livello dell’ormone della gravidanza è ancora talmente basso da non apportare cambiamenti tangibili. Quindi non ci possono essere nausee ad esempio.

Io, entrambe le volte avvertivo i classici dolori pre-ciclo, con annesso nervosismo e crisi pre-mestruale. Non c’era assolutamente nulla di diverso in me.

E allora perché alcune avvertono sintomi reali?

In primo luogo perché siamo tutte diverse cosi come ogni gravidanza è diversa dall’altra. Si può passare una gravidanza intera a vomitare e un’altra senza una minima sensazione di nausea.

Perché alcune lo desiderano talmente tanto da suggestionarsi e mettersi cosi profondamente in ascolto del proprio corpo da percepire qualsiasi minimo cambiamento, attribuendolo esclusivamente ad una gravidanza.

Però tutto questo ascoltarsi, cercare di capire, voler sapere a tutti i costi anche se ancora non è possibile altro non fa che alimentare una catena di stress che non aiuta di certo il concepimento.

Non sto dicendo che lo stress inibisce il concepimento, ma di certo non lo aiuta.

E allora cosa resta da fare?

Come prima cosa pensare positivo! Se non è andata questo mese allora sarà per il prossimo.

Non preoccuparsi. Alcune donne concepiscono al primo tentativo altre al ventesimo. E tu non puoi sapere a priori quando sarà il tuo momento.

Non fare test inutili prima del ritardo. Soldi buttati. E questo ve lo dico perché  l’ho fatto anche io questo errore, test fatto troppo presto, negativo, delusione, tristezza e invece il mio maschietto c’era!

Se avessi aspettato qualche giorno mi sarei risparmiata tanta amarezza!

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Mi piace viziare i miei figli.. e sono affari miei!

Mi piace viziare i miei figli.. e sono affari miei!

Ho iniziato a viziarli dal primo giorno di vita.

“Ma perchè lo tieni in braccio? Cosi si vizia!”. “Davvero? E allora lo vizierò tantissimo, lo terrò tra le mie braccia finchè vorrà perchè capisca che le mie braccia, i miei abbracci sono e sempre saranno , un porto sicuro in cui rifugiarsi, in cui sentirsi tranquilli e sereni.

Mia moglie non lavora. Il post su Facebook diventa virale

Mia moglie non lavora. Il post su Facebook diventa virale

La tatuatrice Ryshell Castleberry, fa la mamma a tempo pieno. Un giorno stanca della stupida domanda che continuava a venirle posta:”Ma cosa fai tutto il giorno?” ha deciso di rispondere scrivendo un post che è diventato subito virale con 300.000 condivisioni e 640.000 like.

Un amore a 4 zampe. Un amore cosi grande.

Un amore a 4 zampe. Un amore cosi grande.

Un amore a 4 zampe. Un amore cosi grande.

Sono mamma da molto tempo prima che nascessero i miei figli.

Sono mamma dal giorno in cui, ho aperto quella gabbia del canile e ti ho portata a a casa con me.

La prima notte, eri intimorita, ma hai capito che la tua vita era già cambiata per sempre, e ti sei addormentata accoccolata tra le mie gambe.

un amore a 4 zampe

Eri già un cane adulto, con molte meno possibilità di adozione. Se sapessero quelli che prima di me non ti hanno scelto cosa si sono persi!

Dal nostro primo sguardo ho capito che tu saresti stata la mia cagnolina, e ti ho promesso solo una cosa: saresti stata con me.

Poi i giorni sono passati, l’amore si moltiplica e ho visto su facebook l’annuncio di una cuccioletta. Trovatella, le volontarie l’avevano chiamata Ciuffettina. Ho capito che era perfetta per aumentare il nostro nucleo familiare. E cosi siamo divenatate 3.

Un trio al femminile, perfetto.

Quante serate sole noi tre nel nostro bilocale. Quante sere insieme sul divano, una compagnia discreta , leale.

Quante ore , a casa, avete aspettato che tornassi da lavoro, e ogni volta al mio ritorno una festa. Non avete mai smesso di farmi sentire importante.

Con voi ho imparato a prendermi cura di qualcun’altro e a mettere i bisogni altrui prima dei miei. Siete state la mia scuola migliore prima di avere Tempestina.

Mi avete insegnato anche cosa si prova ad essere amate senza condizionamenti. L’amore puro, incontaminato come quello che viene dal cuore di un bambino.

Prendersi cura di un animale ti rende una persona migliore. Amare un animale arricchisce il tuo cuore.

Quando sono nati i miei figli avete imparato a mettervi da parte. Mi avete perdonata per aver diminuito drasticamente le vostre passeggiate, ma non avete smesso mai di guardarmi con quello sguardo pieno di amore, e sopratutto di farmi le feste al ritorno a casa.

State insegnando tanto anche a loro. Loro imparano a prendersi cura di voi e voi a modo vostro li accudite e li sopportate.

Non ho mai visto cani così pazienti. Trattate i miei cuccioli come fossero vostri, come sorelle maggiori matrure e responsabili.

Mi avete resa mamma prima di avere figli veri, ed è anche grazie a voi se sono la mamma che sono.

Grazie alle mie cucciolone

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi sulla mia pagina Facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Bonus mamme e bambini 2018 AGGIORNAMENTO gennaio 2018

Bonus mamme e bambini 2018 AGGIORNAMENTO gennaio 2018

Bonus mamme e bambini 2017.

Sono state in questi giorni approvate le nuove manovre relative ai bonus bebè e famiglia. Vediamo insieme le novità e le riconferme.