Crea sito

Riflessi di Moro nei neonati

Riflessi di Moro nei neonati cosa sono? E come si manifestano?

I riflessi di Moro corrispondono a determinate reazioni appunto di riflesso che hanno i neonati.

riflessi di moro

Questi riflessi appartengono a tutti i neonati, ad esclusione dei bambini affetti dalla sindrome di Down, ed iniziano dal sesto mese di gravidanza, quindi già nella pancia della mamma!

La loro manifestazione avviene quando il bambino improvvisamente e bruscamente distende le braccia e a seguire le dita delle mani e spesso anche le gambe, per poi rilassarsi lentamente e ripiegare braccia e gambe verso l’addome e richiudere le manine a pugnetto.

I riflessi di moro si manifestano soprattutto intorno al secondo mese di vita del neonato, per poi diminuire e scomparire del tutto entro il sesto mese.

Le principali cause scatenanti possono essere dei rumori improvvisi, un cambiamento di temperatura calda-fredda e viceversa, lo spostamento improvviso della culla dove dormono ecc….. In poche parole tutte quelle sensazioni improvviso che creano spavento e disagio nel bambino!

Quindi mamme se vedete dei piccoli scatti, o anche brividi del neonato non preoccupatevi perché sono movimenti normalissimi che hanno tutti i lattanti. L’ importante è controllare che queste manifestazioni non si prolungano nel tempo e quindi non vadano oltre i 5-6 mesi di vita dei bambini.

Attenzione però nel caso dovessero persistere e continuare nel tempo, andando oltre l’anno di età, bisognerà effettuare dei controlli accurati. Perché se questo riflesso non scompare definitivamente significa che ci saranno delle conseguenze neurologiche, che possono andare dalle difficoltà nel linguaggio, come dislessia e incapacità di coordinare le parole, alle scorrette coordinazioni motorie sensoriali, come difficoltà nel camminare e nell’ avere equilibrio e movimenti agili.

In questi casi effettuare subito una visita di controllo dalla pediatra che, tramite una manovra specifica, riuscirà a verificare la persistenza del riflesso di Moro e saprà consigliarvi!

Tutte le informazioni contenute in questo articolo non devono assolutamente sostituire i consigli di medici, pediatri e personale specializzato.

Vi può interessare anche Come aiutare i neonati a dormire con i rumori bianchi

oppure quando si hanno gli scatti di crescita?

Se vi è piaciuto l’articolo mettete mi piace alla mia fanpage Mamma e figlio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.