Perché sono contenta che ricominciano le scuole

Ricominciano le scuole

ricominciano le scuole

Perché sono contenta che ricominciano le scuole?

Per tanti motivi, ma non parlo egoisticamente, perché io credo che ognuno di noi abbia bisogno dei suoi spazi e di conseguenza anche e soprattutto noi mamme, ne abbiamo veramente bisogno.

Nonostante il fatto che con le scuole ricomincia la vita frenetica di tutti i giorni io sono contenta.

Alzarsi e prepararsi di corsa, buttare giù dal letto i figli (nel vero senso della parola), lavarli e vestirli mentre dormono, caricarli con forza sulla macchina, portarli a scuola e lanciarli dentro la classe per poi correre al lavoro, a fare la spesa, a fare le faccende di casa dopo ormai aver già sudato sette camicie prima ancora di cominciare la giornata!

Ma nonostante tutto questo io sono contenta, perché i bambini dopo tre mesi di vacanze hanno bisogno di ricominciare la routine quotidiana, hanno bisogno di imparare, di interagire con gli altri bimbi, di rispettare le regole, gli orari, hanno bisogno di capire che ci sono anche dei doveri nella vita, che non ci si può solo divertire, giocare e fare quello che si vuole. Devono capire che non si può (purtroppo) sempre scegliere cosa fare, ma impareranno a stare bene anche nelle loro “non scelte”!

E noi mamme abbiamo bisogno di staccarci da loro, di tornare alla nostra vita “senza di loro”. Abbiamo bisogno di non dover uscire tutti i giorni per portarli al parco, alle giostre, al mare. Di non dover inventarci tutti i giorni giochi, giochini, draghi, streghe, racconti, favole, capriole, spaccate e tripli salti mortali per fargli passare il tempo e non farli annoiare. Abbiamo bisogno bisogno di non sentire (per quanto li amiamo) ogni secondo chiamare “mamma”, mamma ho sete, mamma ho fame, mamma ho sonno, mamma giochiamo, mamma balliamo, mamma cantiamo, mamma che facciamo?

Mamma, mamma, mamma santa mamma!

Una mamma è mamma 24 ore al giorno e ama i suoi figli più di ogni altra cosa al mondo, ma anche le mamme hanno bisogno di “staccare”!

E voi cosa ne pensate?

Se vi è piaciuto l’articolo e volete rimanere aggiornate sui nuovi post mettete “Mi piace” sulla mia pagina facebook e condividete! Mamma e figlio

Leggete anche La paura di non essere una brava mamma

Precedente Merenda da portare a scuola Successivo Il pozzo dei desideri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.