Crea sito

Bonus mamma o premio natalità come richiederlo

Il bonus mamma è un premio alla nascita ed è riconosciuto dal 1° Gennaio 2017.

bonus mamma

Il bonus può essere richiesto da tutte le mamme che abbiano partorito dal 1° Gennaio 2017 e da tutte le mamme che hanno compiuto il settimo mese di gravidanza!

L’importo del bonus corrisponde a 800 euro e viene erogato una tantum (una sola volta) indipendentemente dai figli nati ed è valido anche per l’ adozione e l’affidamento.

Dal 4 Maggio 2017 si darà il via alle domande per ottenere il bonus, vediamo quindi insieme come fare.

Eventi richiesti per la maturazione del premio:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Requisiti richiesti per accedere al bonus mamma:

  • residenza in Italia;
  • cittadinanza italiana o comunitaria; le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane per effetto dell’art. 27 del Decreto Legislativo n. 251/2007;
  • per le cittadine non comunitarie, possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di cui all’articolo 9 del Decreto Legislativo n. 286/1998 oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE previste dagli artt. 10 e 17 del Decreto Legislativo n. 30/2007, come da indicazioni ministeriali relative all’estensione della disciplina prevista in materia di assegno di natalità alla misura in argomento (cfr. circolare INPS 214 del 2016).

Le richieste possono essere rappresentate tramite caf o patronato oppure direttamente on-line compilando la domanda sul sito dell’inps.

DOCUMENTI NECESSARI

Per le mamme che hanno già partorito servirà un’autocertificazione dove si dichiara la nascita del bambino e le sue generalità e se si è già richiesta e ricevuta la tessera sanitaria del bambino allegare anche una fotocopia della stessa.

Per le mamme in gravidanza è necessario allegare alla domanda il Certificato di Gravidanza, attestante la data presunta del parto, rilasciato da un medico della ASL.

Per le adozioni o affidamento è necessario allegare alla domanda la sentenza definitiva e tutti i dati relativi al provvedimento stesso.

CHIUNQUE PUO’ EFFETTUARE LA DOMANDA INDIPENDENTEMENTE DAL REDDITO ISSE E L’IMPORTO RICEVUTO NON CONCORRE ALLA FORMAZIONE DEL REDDITO COMPLESSIVO CALCOLATO NELL’ANNO SUCCESSIVO.

Bonus mamma

Leggi anche Bonus bebè (dalla nascita fino ai 3 anni del bambino) ecco come richiederlo

Se hai trovato l’articolo interessante e vuoi rimanere aggiornato metti “Mi piace” alla mia pagina facebook Mamma e figlio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.