Crea sito

Un copriletto contro l’insonnia

COME CURARE L’INSONNIA CON UN COPRILETTO

Purtroppo quando si soffre d’insonnia, si è perennemente alla ricerca di qualcosa che ci aiuti a dormire un pochino, quanto meno a riposare meglio del previsto. Io per mia fortuna non ho questo problema anzi semmai l’inverso soprattutto in inverno che sembra proprio io cada in letargo. Ma questo però non può certo dirlo la mia carissima amica Caterina, che ormai da parecchi anni soffre di un insonnia cronica che la “obbliga” a trovarsi qualche svago come ad esempio la lettura o il ricamo per potersi addormentare per una manciata di ore. Girovagando sul web alla ricerca di aiuto, Caterina ha trovato qualcosa di veramente utile, andiamo a vedere insieme di cosa si tratta.

Quando me ne ha parlato, francamente stentavo a crederci ma poi con il tempo e i risultati ottenuti dalla mia amica ho dovuto fare un passo indietro. Tranquilli niente di complicato, niente farmaci, niente rituali strani ma solo ed esclusivamente un pochino di passione per il lavoro a maglia o all’uncinetto e pazienza perché per finire il lavoro chi vuole tempo.

Come dicevo all’inizio la mia amica Caterina, girovagando per il web, ha trovato questa soluzione pratica ed economica. Si tratta di realizzare una coperta delle dimensioni che desiderate utilizzando un filato di grosse dimensioni come quello che vedete in foto.

bernat

Ma perché proprio questa tipologia di filato e non altro? La risposta è molto semplice si tratta di un filato pesante, in grado di avvolgere, coprire, riscaldare e in un certo senso proteggere la persona che la utilizza. L’unica pecca che si può riscontrare in questo filato è il prezzo, decisamente più altro rispetto ad altri filati similari. Per risparmiare qualche euro si potrebbero anche utilizzare tre o quattro filati insieme fino a raggiungere lo spessore desiderato.

Per quanto riguarda invece la lavorazione, trattandosi di un filato grosso il consiglio è quello di eseguire un punto semplice come ad esempio il punto altro o il mezzo punto una scelta a vostra discrezione. Io escluderei una lavorazione elaborata in quanto il filato non si presta per questa tipologia di lavorazione.