Crea sito

Vacanze di Pasqua a misura di bambino: i consigli della SIPPS

Vacanze di Pasqua
Vacanze di Pasqua

Vacanze di Pasqua

Le vacanze di Pasqua si avvicinano. E cominciano ad arrivare i consigli su come vivere questi giorno in maniera serena con i bambini. Come già per le vacanze di Natale, la SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) ha diffuso preziosi consigli per vivere queste vacanze a “misura di bambino”, in modo particolare per quel che riguarda l’alimentazione, il tempo libero e la sicurezza dentro e fuori casa.

Come sottolinea il Dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS:

Il periodo pasquale è un’occasione di riposo, ritrovo e svago ma può e deve essere anche spunto di buoni propositi. È giusto, per esempio, che ci siano i momenti esuberanti, di gioco e distrazione, ma nel rispetto delle esigenze dei piccoli, che, per esempio, hanno il proprio bisogno fisiologico di sonno e non devono essere esposti a stimoli sonori dannosi.

E continua:

Qualche trasgressione dopo i 15/18 mesi può essere concessa, ma non dimentichiamo che l’organismo del bambino ha bisogno di regolarità. Al bando, quindi, la monotonia e gli eccessi di ogni genere: cerchiamo di trovare e mantenere sempre una giusta mediazione, evitando di lasciare a sua immediata disposizione cioccolato, colomba e altri dolciumi. Sulle tavole imbandite diamo un giusto risalto alla frutta, più ricca e variegata in primavera, che apporta sempre un tocco di colore e allegria, e, pur nel rispetto delle tradizioni regionali, cerchiamo di non far mancare ai bambini un giusto apporto di fibre, vitamine e sali minerali. Non dimentichiamo che molti bambini, ogni anno, giungono in pronto soccorso per pasticci e abbuffate o, se si preferisce, per la classica “indigestione”.

Nei giorni di festa può capitare di stare al contatto con parenti ed amici. Paura dei virus?

Il Dottor Piercarlo Salari, pediatra responsabile del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità della SIPPS, spiega:

Ricordiamo che l’influenza è in calo, ma non è ancora del tutto passata e che sono in circolazione molti virus che danno luogo a sintomi simili, con i quali talvolta si possono embricare e confondere episodi allergici. L’instabilità meteorologica, con improvvisi sbalzi di temperatura, può rappresentare un’insidia e favorire l’insorgenza di irritazioni delle alte vie aeree.

Il consiglio fondamentale è di fare attività diverse. Oltre ai compiti, concedere un po’ di svago ai bambini, come spiega il Dottor Salari:

Per quelli che vanno a scuola incombe sempre l’onere dei compiti: un giusto assetto delle giornate consente di sbrigare con gradualità anche gli impegni meno piacevoli, apprezzando così tutti i momenti ed evitando l’acquisizione di abitudini difficili e non meno faticose da correggere.

3 utili suggerimenti

Ed infine concludono con 3 utili suggerimenti:

  1. Scegliere sempre giocattoli a norma. I giocattoli devono sempre avere il marchio CE. Se non lo hanno, non li comprate. Inoltre fate sempre attenzione a come li utilizzano i bambini, soprattutto se si tratta delle sorprese delle uova di Pasqua, che spesso sono formate da piccoli pezzi. Fate anche attenzione alle attività svolte all’aperto!
  2. A chi non è mai capitato di avere bambini che si incantano davanti a cartoni animati, computer e videogiochi? Oggi molto spesso i bambini giocano con lo smartphone. Ma in questi giorni di festa, se il meteo lo permette, cercate di trascorrere almeno un paio di ore al giorno all’aria aperta. Non rendeteli schiavi del divano e del mondo virtuale.
  3. Lo stato d’animo dei genitori è molto importante. In questi giorni che passerete insieme cercate di evitare qualsiasi forma di conflitto. Non discutete mai davanti ai bambini (consiglio sempre valido, non solo nei giorni di festa!). E sfruttate queste vacanze come un momento di convivialità e di unione rispettosa di tutti i componenti della famiglia.

Image by Monika Schröder from Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.